DLC #4: Death Stranding: audio analisi del trailer

Nel 1997 Matt Stone e Trey Parker crearono una cittadina fuori dalle righe, abitata da quattro amici di nove anni ancor più fuori dai canoni che non si vergognavano di utilizzare parolacce, fare satira politica e religiosa, e mostrare scene di sesso esplicito sulla televisione americana.
In questi diciassette anni South Park si è evoluto, diventando un vero e proprio fenomeno mondiale, con una propria continuity e che possiede vita propria: dopo il film del 1999, fu annunciato il videogioco alla fine del 2011, mostrato poi durante l’ultima conferenza THQ all’E3 2012.
Dopo l’assaggio offertoci in quel di Milano dalla stessa THQ quell’estate, la compagnia fallì per problemi economici, lasciando il gioco di South Park sviluppato da Obsidian nel limbo, fino alla tanto attesa asta per le proprietà intellettuali, dove South Park: il Bastone della Verità venne salvato e acquistato da Ubisoft.
Dopo altri rinvii (sarebbe dovuto uscire i primi di Dicembre) il gioco arriva finalmente sugli scaffali europei lo scorso 6 Marzo, con scene censurate nella versione console, e in versione integrale su PC.
Sarà riuscita la tanto attesa creatura di Stone e Parker a soddisfare i fan e non della serie più satirica di sempre?

VERSIONE TESTATA: PC

I’m Goin’ down to South Park

Le vicende de Il Bastone della Verità si svolgono subito dopo la conclusione dell’episodio 17×09, (ancora inedito in italia ma recuperabile legalmente ed in lingua originale sul sito ufficiale della serie) Cartman, Kyle, Stan,Kenny e Butters hanno ideato un nuovo gioco: si sono divisi in due gruppi,Umani ed Elfi, e stanno combattendo per l’agognato Bastone della Verità, sacra verga che nella fantasia dei ragazzi permette di plasmare l’universo a proprio piacimento.
L’avatar del giocatore è invece un ragazzino appena trasferito, taciturno e senza amici, che nasconde un terribile segreto di cui sembra non aver memoria; non faremo in tempo ad uscire dalla nostra nuova casa che subito incontreremo e faremo amicizia con Butters, che ci porterà al cospetto di Cartman dando il via alle circa quindici ore di gioco.
La trama prenderà subito piede e muterà parecchie volte, tra colpi di scena, parodie, ed epici ritorni. Il gioco è scritto e supervisionato dagli stessi Stone e Parker, garantendo una qualità e una vagonata di citazioni alla pari della serie TV, e rendendolo a tutti gli effetti una diciottesima stagione delle avventure di Cartman e amici.
Sebbene il titolo sia corto per gli standard dei giochi di ruolo, si rivela comunque intenso e senza mai un momento morto garantendo grasse risate per tutta la sua durata.
Purtroppo la versione console del titolo presenta dei tagli di alcuni momenti del gioco, ovvero le scene delle sonde anali e i tre mini-giochi sull’aborto, sostituite da delle schermate ideate per l’occasione dagli stessi Parker e Stone.
Censure poco giustificate per un paio di motivi:  il primo episodio della serie si intitola “Cartman si becca una Sonda Anale” e  poi, proseguendo nel gioco si vedrà e udirà di molto “peggio”, tra cui scene di sesso esplicito, vibratori giganti e parolacce varie (Ed il gioco è comunque classificato PEGI 18). Viene quindi naturale pensare che  la censura sia stata applicata in maniera del tutto irrazionale.
La versione PC fortunatamente non rientra in questa insensata censura, garantendo al giocatore una vera e propria South Park Experience al 100%.

Gonna have myself a time

Il Bastone della Verità è un classico gioco di ruolo a turni, ovviamente riproposto in salsa satirica e parodistica in puro stile South Park.
Durante il vostro primo incontro con Cartman, vi verrà data la possibilità di scelta tra quattro classi: Guerriero, Mago, Ladro e, per la prima volta nella storia del genere, l’Ebreo.
Oltre alle qualità innate e ai costumi speciali che la contraddistinguono dalle altre, ogni classe avrà a disposizione quattro Abilità speciali, che potranno essere migliorate con l’aumentare del livello (purtroppo con un Level Cap massimo di 15) e che faranno utilizzo dei tasti del joypad con Quick Time Event e simili.
L’avatar potrà equipaggiare sia un’arma da lancio (dal più comune arco fino ad un assorbente usato) che un’arma da mischia (Spade,verghe,dildi giganti) e migliorarle con delle speciali toppe ed adesivi che garantiranno i bonus più svariati.
Ogni turno si compone di massimo due azioni: l’utilizzo di un’oggetto (o di un’evocazione) e l’attacco vero e proprio (con l’abilità, con la magia o con l’arma), con la possibilità di aggiungere maggior potenza all’attacco premendo il tasto al momento giusto.
Chiude il cerchio delle azioni del giocatore la magia: usando il mana (ricaricabile tramite il cibo) agiteremo il nostro stomaco e scateneremo venti intestinali dagli effetti più o meno devastanti.
Nel gioco saranno presenti un totale di quattro “magie” da ottenere nel corso dell’avventura e da utilizzare per asfissiare e schifare il nemico di turno.
Purtroppo Il Bastone della Verità non presenta un alto livello di sfida a nessun livello di difficoltà, ed una volta sbloccati gli equipaggiamenti più forti gli scontri si riveleranno una vera e propria formalità.

Friendly faces everywhere

Ad accompagnarvi durante le scampagnate per South Park e durante le battaglie troverete i cinque protagonisti della serie più il paraplegico e balbuziente Jimmy, ognuno con le proprie capacità, mosse speciali e classe d’appartenenza.
Cartman è un Re Mago, sfrutta i suoi peti per infiammare e asfissiare gli avversari; Kyle è un Prete/Evocatore, in grado di chiamare il fratellino Ike (con il “Calcia il pupo” classico della serie) e aumentare la forza d’attacco del team; Stan è un guerriero armato di spada e scudo forte negli scontri fisici; Kenny una principessa in grado di scagliare potenti frecce ed ammaliare (o schifare) gli avversari (e possiede anche un ulteriore abilità che non vi raccontiamo n.d.Guido); Butters è un paladino specializzato nella cura ed infine Jimmy è un Bardo in grado di causare malus agli avversari con le sue note.
Durante il turno del nostro compagno potremo decidere (laddove siano disponibili) di sostituirlo con un altro membro del party più consono alla situazione ma, dato il basso livello di sfida del titolo, difficilmente cambieremo compagno durante la battaglia.
L’altra grossa fetta di gameplay de Il Bastone della Verità è la parte esplorativa, ricca di enigmi degni delle avventure grafiche vecchie e nuove, e  che riporta su schermo tutta la cittadina di South Park, con vicoli e edifici da esplorare.
I fan della serie saranno felici di avventurarsi nelle fogne alla ricerca di Mr. Hankey, oppure attraversare il confine per raggiungere il Canada, o visitare le camere da letto dei protagonisti, in una caccia alla citazione nascosta negli armadi.
Il tutto condito da quest secondarie a volte migliori di quelle principali, tanti collezionabili sparsi per la città e lezioni di “petologia” applicata agli ambienti.
Per risolvere alcuni enigmi vi verrà richiesto di utilizzare le magie intestinali, oltre che all’occasionale utilizzo del bassoventre per dar fuoco all’ambiente e sconfiggere i nemici senza ingaggiare le classiche battaglie.
L’esplorazione di South Park risulta più riuscita e a tratti anche più divertente del gameplay a turni, sebbene quest’ultimo sia comunque ben studiato per un gioco su licenza.

Humble Folks without Temptation

Dal punto di vista grafico Il Bastone della Verità propone una grafica disegnata a due dimensioni, con ambienti sviluppati in 2,5D, che trasportano il giocatore all’interno del mondo ideato da Parker e Stone.
Ogni edificio, ogni casa, ogni personaggio è preso di peso dalla serie animata e materializzato nel disco di gioco per far sentire il giocatore fan della serie a casa propria, ma riesce al contempo a dare un introduzione al genere e alla serie ai neofiti.
Anche il sonoro è eccellente, dal doppiaggio con le voci originali (Ancora gli instancabili Parker e Stone) alle canzoni raccolte nelle diciassette stagioni, più un paio di inedite come “The New Kid”.
Il Bastone della Verità è disponibile in inglese e completamente tradotto in italiano, con sottotitoli fedeli alla traduzione ufficiale del cartone animato nella nostra lingua, con tanto di “Madonnina” e “Figlio di sultana”.

Verdetto
8.5 / 10
Weiner Weiner Weiner
Commento
Sebbene non esente di difetti, South Park: Il Bastone della Verità è un esperimento riuscito. Obsidian riesce a portare su PC e console la storica serie (anche grazie al contributo degli autori) e lo fa nel miglior modo possibile: tenendo fede all'opera originale. Il Bastone della Verità è adatto a coloro che non si sono mai avvicinati ad un GDR, e viene apprezzato al contempo anche dagli esperti del genere, grazie alle citazioni e all'ormai consolidato carisma dei protagonisti. Ovviamente, nel caso siate fan dello show di Stone e Parker, oltre che valutare caldamente l'acquisto potete aggiungete quel mezzo punto in più alla votazione per elevare all'eccellenza il titolo. Speriamo inoltre che data la pregiata qualità dell'avventura e visto anche l'esiguo numero di ore necessarie per completarla, Ubisoft dia il via libera ad un seguito, magari questa volta riguardante l'identità segreta di supereroi di Cartman e soci.
Pro e Contro
Risate assicurate
Doppiaggio classico della serie
Completamente scritto da Stone e Parker

x Poco longevo per il genere
x Basso livello di sfida