Ad un anno dalla sua uscita nei negozi, Naruto Shippuden: Ultimate Ninja  Storm 4 riceve la sua ultima espansione: Road to Boruto che va a chiudere, per il momento, la saga ludica dedicata ai ninja di Masashi Kishimoto e sviluppata da CyberConnect2. Distribuito da Bandai Namco entertainment al di fuori del season pass e ad un prezzo consigliato di 19,99 €, Road to Boruto è un DLC che aggiunge una nuova modalità storia e sei personaggi al già nutrito roster del gioco principale. Il tutto è anche acquistabile in un edizione completa denominata Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 4 Road To Boruto – Complete Edition (49,90 €)  un prezzo molto più vantaggioso per chi non ha ancora  recuperato il titolo. Andando per ordine però, scopriamo insieme i contenuti di Road to Boruto e se vale la spesa.

Versione Testata: Xbox One

 

 
Io non voglio diventare Hokage

Road of Boruto ripercorre le vicende del film animato dedicato alla nuova generazione dei ninja: Naruto è stato eletto Settimo Hokage, sostituendo un Kakashi ormai ritirato dopo l’ultima guerra dei Ninja. Sasuke esplora il paese per prevenire minacce che potrebbero disturbare la pace conquistata con tanta fatica. Nel frattempo una nuova generazione di chunin si appresta ad affrontare l’esame Genin. Tra questi giovani ninja ovviamente Boruto, il figlio dell’Hokage, che non vuole seguire le orme del padre, e odia il biondo protagonista per essere poco presente in casa; e Sarada, figlia di Sasuke e Sakura, ma intenzionata a diventare l’ottavo Hokage. Chiude il team il giovane Mitsuki, di cui non vogliamo rivelarvi l’identità dei genitori, in caso non aveste visto il film. Ovviamente  i ninja di Konoha dovranno affrontar e una nuova minaccia, intenzionata a rubare il cercotero di Naruto.

Questo ultimo DLC per Ultimate Ninja Storm 4 riesce a trasmettere all’appassionato del manga di Kishimoto, le stesse emozioni provate durante la visione del film, con più di un occhiolino verso la prima storica e intramontabile prima parte della serie. Ogni evento è riproposto quasi del tutto fedelmente ed alcuni momenti veloci della pellicola vengono esplorati leggermente  più a lungo. Per portare a termine la storia di Road to Boruto sono necessarie circa 3  ore, mentre a seguire si potranno completare alcune sottomissioni opzionali (di cui ci occuperemo nel prossimo paragrafo).

Seguirò la mia strada

Prima di concentrarci sui contenuti veri e propri, archiviamo la questione  gameplay: essendo un espansione  di Ultimate Ninja storm 4, Road to Boruto non varia in alcun modo quanto già visto lo scorso anno, riproponendo le meccaniche di combattimento a squadre, in singolo e giganti con QTE, senza alcuna diversificazione. I sei personaggi disponibili hanno ovviamente le proprie mosse caratteristiche, le arti ninja uniche e le combo di squadra, così da adattarsi al già nutrito roster del gioco principale. Purtroppo sebbene durante la storia vengano affrontati diversi nemici (tra cui i due cattivi della pellicola) questi non siano stati inclusi tra i personaggi disponibili, lasciando leggermente spiazzati dato la loro presenza nella trama.


 

Abbiamo accennato alle missioni secondarie che completano l’avventura di Boruto, e che dovrebbero giustificare  il tempo ulteriore passato nella nuova Konoha. Purtroppo le due più corpose sono anche le meno appaganti: nella prima denominata “I dieci incarichi di Boruto”  vi sono una serie di obiettivi da completare,  dal portare a termine altre missioni secondarie, al parlare con un determinato numero di PNG, fino al completare le varie difficoltà delle Sfide Virtuali, seconda missione corposa. Ed è proprio qui che ci troviamo di fronte ad una serie di sfide contro l’intero roster di Ultimate Ninja Storm 4, messe evidentemente come riempitivo per l’espansione. Le missioni secondarie più brevi invece, sono stranamente quelle meglio riuscite di Road to Boruto, e permettono di controllare  altri personaggi in battaglie flashback che al contempo aiutano il giovane Boruto a conoscere meglio il padre. Peccato si sblocchino solo dopo i titoli di coda e  si possano contare sulle dita di una mano.

È questo il mio credo Ninja
Visivamente impeccabile

Visivamente, anche questa espansione di CyberConnect2 risulta impeccabile, riuscendo non solo a dare vita ai disegni di Kishimoto, ma anche spessore alle animazioni di Road to Boruto. L’unico, piccolo, difetto probabilmente sta nei modelli poligonali degli abitanti di Konoha, che sono molto più semplici dei personaggi principali dell’opera sui ninja. Le tecniche supreme sono, ancora una volta, bellissime e capaci di fomentare i fan della creatura di Kishimoto. Il doppiaggio giapponese riprende le voci della produzione animata, mentre l’intero titolo è completamente tradotto e sottotitolato in italiano. Chiude una colonna sonora che, come per le voci, va a pescare dal film con qualche brano che accompagna il giocatore mentre  attraversa il villaggio nei panni del giovane Boruto.

Verdetto
No
No alla mera espansione, Sì al gioco completo
Commento
Non fatevi fuorviare dal No che si staglia qui di fianco (o in alto se ci leggete da mobile). Road to Boruto è una buona espansione, con tutti i pregi (e difetti) del gioco base. Il voto negativo è riferito all'acquisto come DLC di questo ultimo pack, per cui 19,90 € e la scelta di venderlo separatamente dal season pass ci fa storcere un po' il naso, sopratutto quando nei negozi è disponibile una versione completa di gioco originale e degli altri dlc a poco più del doppio del prezzo. Quindi, se siete fan dei Ninja di Kishimoto e non avete ancora comprato Ultimate Ninja Storm 4, gettatevi a pesce sulla Complete Edition, non ne resterete delusi.
Pro e Contro
Visivamente riuscito
Ripercorre e amplia gli eventi del film
Sei nuovi personaggi...

x ... Ma alcuni esclusi dallo stesso film
x Quest secondarie scialbe
x Escluso dal Season Pass

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion