A quasi un mese di distanza dall’Episodio 3, Telltale Games pubblica su tutti gli shop digitali  A Block and a Hard Place, quarta puntata di Minecraft Story Mode e penultimo appuntamento della serie.
È giunto il momento della battaglia finale e di dare risposte alle domande degli scorsi capitoli, sarà riuscito a convincerci?

 

È impossibile parlare di A Block and a Hard Place senza citare le scelte dei primi due capitoli, quindi procedete a vostro rischio e pericolo se non avete ancora giocato The Order of the StoneAssembly Required The Last Place You Look. Non vi saranno invece grossi Spoiler sulla trama per quel che riguarda questo episodio.
 

Versione Testata:PlayStation 4

Previously on: Minecraft Story Mode
Jesse e compari hanno fatto esplodere la bomba definitiva, cercando di distruggere la Netherstorm al costo della vita di uno dei loro compagni, tra le macerie, ritrovano Gabriel, privo di memoria, giusto un attimo prima di scoprire che la terribile minaccia non è stata debellata, ma si è bensì divisa in tre.
A Block and a Hard Place riprende ovviamente dallo stesso identico punto portando

chiude tutte le trame, ma a gennaio esce un altro episodio
Jesse e  soci a scappare dalle tre Netherstorm e a ritornare alla sede dell’Order of the Stone. durante il quarto episodio  ci sarà poco spazio per le battute, mentre sarà dedicato molto tempo a sfatare i dubbi e rispondere a praticamente tutte le domande poste nei precedenti tre capitoli. Il tutto porterà Jesse ad affrontare l’ultima battaglia, concludendo anche questa trama.
Peccato che per Gennaio è previsto un quinto episodio. L’ultimo, che narrerà delle vicende successive alla battaglia, trasformando una buona conclusione, in un semplice ponte verso qualcos’altro, togliendo perfino la drammaticità (per quanto possa essercene) e la serietà del discorso finale di Jesse.

Più azione per tutti
A Block and a Hard Place offre anche più fasi di gameplay vero e proprio, a differenza dei precedenti capitoli, in questo episodio non ci troveremo a vagare solamente per corridoi fino alla scena successiva, ne avremo a che fare solamente con i QTE caratteristici della produzione Telltale. Oltre al banco di lavoro per il crafting (che ci permetterà di scegliere perfino con che arma affrontare la Netherstorm), questo quarto episodio ha in serbo qualche enigma per il giocatore, rendendolo finalmente protagonista oltre che mero spettatore. Ancora nulla di eclatante, ma un buon ritorno al mix di meccaniche viste col primo episodio. Peccato non ci sia la pseudo-libertà sul crafting (a parte quella citata dell’arma) o la presenza di dialoghi opzionali , rendendo A Block and a Hard Place il capitolo più lineare della serie.

Ormai ti conosco
Sempre nella media il comparto grafico e sonoro, senza alcuna variazione e con i sottotitoli in inglese completamente sincronizzati (a differenza dei piccoli problemi rilevati nell’episodio 3) e l’oretta necessaria per arrivare ai titoli di coda riesce comunque ad intrattenere portando a quello che sarebbe potuto essere un giusto finale per la collaborazione tra Mojang e Telltale.
Giusto finale che dovrà invece aspettare un altro mese, con  un episodio che al momento, sembra essere stato male calcolato, e che se si mantiene sugli standard di durata degli altri potrebbe rappresentare una cocente  delusione.

 

Verdetto
7 / 10
Come, c'è un altro episodio?
Commento
A Block and a Hard Place risponde a tutte le domande poste negli scorsi episodi di Minecraft: Story Mode, ma sebbene sia un buon finale, la storia di Jesse proseguirà con una quinta puntata, che pur non essendo ancora uscito purtroppo danneggia quanto costruito da questo quarto capitolo. L'episodio in se non è male, e risulta tra i migliori insieme al primo offrendo un buon mix tra dialoghi e azione. Resta da vedere come si svilupperà una trama ormai chiusa, e come si concluderanno le avventure di Jesse e compagnia.
Pro e Contro
Tutte le risposte
Molti più enigmi rispetto al resto della serie
Finale d'impatto...

x ...ma che non è il vero finale
x Ancora decisamente corto

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion