DLC #2: Pokémon Sputo&Spada

Recensione Mighty Switch Force!

Dopo essere saliti alle luci della ribalta con Shantae, spettacolare platform 2D per Game Boy Color realizzato in piena era Game Boy Advance, i ragazzi californiani di WayForward si sono negli anni costruiti una nomea grazie al loro inconfondibile stile fatto di grafica 2D di grande qualità, idee di gameplay originali ed atmosfere retrò. In particolare, grazie a titoli come Mighty Flip Champs!, Shantae: Risky’s Revenge e Mighty Milky Way, il team si è dimostrato uno dei migliori in assoluto sul altrimenti desolante panorama DSiWare.
Dati i precedenti successi sulla piattaforma digital delivery di DSi, il passagio al Nintendo eShop di 3DS è risultato piuttosto scontato e Mighty Switch Force! è il primo titolo realizzato appositamente da WayForward per il portatile 3D di Nintendo.

Benvenuti nella polizia galattica!

Mighty Switch Force! ci mette nei panni del agente Patricia Wagon, sexy poliziotta cyborg alle prese con la sorelle Hooligans, cinque carcerate perennemente coinvolte in tentativi di evasione. In ognuno dei sedici livelli che costituiscono il gioco dovremo infatti scovare ed acciuffare le cinque sorelle, prima di raggiungere un exit point.
Il gameplay è quello di un platform 2D old-style, con pesantissime influenze puzzle game. Tre saranno le azioni a nostra disposizione oltre al movimento: avremo un tasto per il salto, uno per il fuoco ed uno per la meccanica principale del gioco, lo switchare un blocco dal background al piano dell’azione e viceversa. Il gioco concentra gran parte della sua inventiva su quest’ultima abilità: mentre il livello di sfida offerto dai nemici è pressoche risibile, il vero avversario da sconfiggere in Mighty Switch Force! è il level design intricato e maniacale, che introduce nuove idee in quasi ognuna delle missioni del titolo. Spostare blocchi sullo sfondo per aprire nuove strade o spostarli in primo piano per creare nuove piattaforme sono soltanto le più basilari delle azioni possibili.
Man mano che avanzeremo nel gioco dovremo sfruttare strategicamente l’abilità di spostare i blocchi per far cadere bombe in punti precisi, per liberare la linea di tiro e colpire interruttori, per eliminare nemici altrimenti non raggiungibili dai nostri spari. Dopo i primissimi livelli verranno anche introdotti nuovi tipi di blocco, come quelli in grado di lanciare Patty attraverso i livelli (un po’ come i barili in Donkey Kong Country), quelli “gemelli” la cui posizione su background o primo piano dipende dal blocco di colore opposto, quelli temporizzati e così via, fino a creare degli schemi che nelle fasi finali del gioco si fanno veramente complicati e da studiare in anticipo.
Nonostante il gameplay da sidescroller 2D ed un timer che rimarca l’urgenza dell’azione l’animo di Mighty Switch Force! è indissolubilmente legato ai puzzle game, e buttarsi senza aver riflettuto in anticipo sulle mosse da eseguire equivale spesso ad un suicidio. Basta switchare in un momento sbagliato per cadere in un pozzo senza fine, venir lanciati contro un nemico od una trappola, venir schiacciati da un blocco mentre sta passando in primo piano, o, cosa più frustrante di tutte, ritrovarsi al punto di partenza in un livello. Questo design elegante è stato realizzato in maniera più che soddisfacente dal team di sviluppo, grazie a controlli reattivi e ad una fisica dei salti precisa e soddisfacente.

Grande grafica, piccola durata

La cura maniacale per animazioni e sprite 2D sono diventati negli anni un marchio di fabbrica per WayForward e Mighty Switch Force! non fa eccezione in questo.
Il salto generazionale tra DS e 3DS si fa ben notare ed il gioco offre delle visuali molto più curate e definite dei precedenti titoli digital delivery dello studio californiano. L’effetto 3D della console è particolarmente ben sfruttato per mettere in evidenza elementi che si trovano su piani bidimensionali differenti, come i famigerati blocchi, ed aggiunge un notevole appeal all’impatto visivo generale. Il design e lo stile grafico dei livelli rimanda ad alcuni classici delle ere 8 e 16 bit, in particolare le saghe di Mega Man e di Metroid. Gustosissima chicca è l’animazione di morte della nostra eroina, diretta citazione all’animazione di morte di Samus Aran in Super Metroid.
Anche l’aspetto sonoro risulta egualmente curato, con una soundtrack di ben 23 tracce, varie tra loro e definitivamente catchy. Le composizioni sono in parte originali ed in parte remix dei temi dei precedenti giochi di WayForward, una vera e propria lettera d’amore per chi ha supportato la casa da sempre acquistando in passato giochi come Mighty Milk Way.
Un elemento che invece risulta poco soddisfacente è invece la durata del titolo. La maggior parte dei livelli richiede dai 30 secondi ai 5 minuti per essere completata e nonostante le frequentissime morti nella seconda parte del gioco, è possibile completare i 21 stage di Mighty Switch Force! in poco meno di due ore. La presenza di un timer e di tempi da battere fissati dal team di sviluppo per ogni livello aumenta di poco la longevità del titolo e, nonostante il limitato prezzo, è difficile evitare di provare un certo sentimento di delusione a gioco completato, non tanto perchè il gioco non valga i 6€ che costa ma perchè il divertimento che è in grado di donare è tale che se ne vorrebbe ancora ed ancora.

Verdetto
8 / 10
Il gioco simbolo del Nintendo eShop, almeno nei suoi primi mesi di vita
Commento
Mighty Switch Force! è un debutto col botto su Nintendo eShop per WayForward. Il team californiano è riuscito a combinarne ancora una volta una delle sue, grazie ad un gameplay che crea dipendenza e ricco di idee, un comparto tecnico di tutto rispetto ed un design dal particolare fascino. La scarsa durata e l'elevato grado di difficoltà dei livelli finali sono gli unici punti negativi di un titolo che è già un must dell'eShop di Nintendo 3DS.
Pro e Contro
Gameplay originale ed assuefacente
Grafica 2D spettacolare
Effetto 3D ben sfruttato

x Durata limitata
x Frustrante nelle fasi finali