Lunediscord #2: Death Stranding, prima parte

Recensione Citizens of Earth

Mother è una di quelle serie di Nintendo che in pochi conoscono, e che, probabilemtne a causa di una localizzazione tardiva (Earthbound, il secondo capitolo, in Europa è arrivato in digitale nell’estate 2013, a quasi un decennio dall’uscita giapponese, mentre Mother 1 e 3 sono ancora inediti) non ha ricevuto il successo che meritava.
Il JRPG di Nintendo è apprezzato da tutti i fan del genere, sia per il gameplay che per la trama che si discosta parecchio dai canoni del genere, oltre che per la caratterizzazione dei personaggi, e i fan chiedono a gran voce un nuovo capitolo, venendo brutalmente ignorati.
Probabilmente Eden Industries era stufa di aspettare un quarto capitolo, e dopo tre anni di sviluppo ha finalmente rilasciato su Wii U, PlayStation 4, PlayStation Vita, 3DS e PC, Citizens of Earth, quello che a tutti gli effetti sembra il tributo della software house alla bistrattata serie Nintendo.

Versione Testata: Wii U

Avrà fatto qualche sgarro all’industria del caffè

Il VicePresidente del mondo è spocchioso e scansafatiche, passa le sue giornate da Neo-eletto nel proprio letto a poltrire, quando un frastuono provienente dal proprio giardino lo sveglia.
Un gruppo di Manifestanti dell’opposizione si lamenta delle probabili elezioni truccate, rovinandogli le ferie.

la trama scorre piacevole tra battute sagaci e descrizioni folli

ViPi (VicePresidente), decide di andare a picchiare il Leader della rivolta, ma non prima di aver bevuto il classico Caffè da Moonbucks.
Il laccato protagonista non sa ancora che dietro (o meglio sotto) a quel Bar c’è in atto una minaccia non meglio identificata, che sta mutando tutta la flora e la fauna del pianeta.
Questo è solo l’incipit delle avventure del ViPi per la vasta mappa di Citizens of Earth, viaggio che lo porterà a conoscere e reclutare quaranta cittadini, tutti diversi tra loro, ognuno con il suo mestiere, i suoi sogni e le proprie qualità.
La trama di Citizens of Earth scorre piacevole tra battute sagaci e descrizioni folli di nemici e protagonisti, che strapperanno più di una risata al giocatore durante le più di venti ore necessarie al completamento.
Se la storia principale non vi dovesse bastare, il titolo di Eden Industries offre una montagna di sottoquest, dal semplice reclutamento dei cittadini, un’arena virtuale personalizzabile in cui affrontare i nemici che più vi garbano, fino agli obiettivi interni che doneranno esperienza ai vostri cittadini.

 

Tutti gli uomini del Vicepresidente

Sul lato gameplay Citizens of Earth si ispira molto a Earthbound, seppur con qualche differenza: invece di seguire le orme di Ness, che scende in campo direttamente contro i propri nemici, ViPi preferisce mandare avanti tre cittadini, in un classico gdr a turni contro i gruppi avversari.
I nemici saranno visibili sulla mappa e potranno  essere sia evitati che colpiti, causando l’inevitabile scontro.

un classico gdr a turni

Ogni Cittadino ha i suoi punti forti e deboli, oltre a qualità e talenti che potranno essere migliorati semplicemente portandoli in giro per la Terra, così il Fratello di ViPi vi permetterà di ordinare oggetti da FedUPS, il Capitano di cavalcare un mostro marino, il Venditore d’auto vi porterà su una macchinina rossa e così via, in una serie di abilità che potranno essere utilizzate nelle fasi esplorative.

10957746_10205882455488296_4785784276274238881_o

 

Durante le battaglie il trio prenderà esperienza, salendo di livello in tempo reale ad ogni nemico sconfitto, a differenza di molti esponenti del genere, ogni cittadino imparerà nuove mosse fino ad un determinato livello (di solito attorno al 25) e queste diventeranno via via più potenti man mano il possessore migliorerà le proprie statistiche.

Al giocatore il compito di comporre la squadra più adatta ad ogni situazione

Ogni componente della squadra fornisce un bonus di una determinata statistica, da condividere coi propri compagni ad ogni aumento di livello, se pensate che la vostra Mascotte non abbia abbastanza punti vita, basterà farla salire di livello al fianco del Barista.
Ogni futuro elettore di ViPi ha ovviamente un tipo prediletto di mosse: da quelle speciali, a quelle fisiche, passando per quelle di supporto a quelle di status malevoli.
Al giocatore il compito di comporre la squadra più adatta ad ogni situazione e a tipologia di nemico, soprattutto a causa della stamina, che si riempirà ad ogni colpo inflitto e servirà per sferrare i colpi più letali.
Come in Earthbound, le tecniche di Citizens of Earth non godono di animazioni, ma vengono descritte in un box posizionato nella parte alta dello schermo, anche in queste descrizioni troviamo la stessa vervè delle battute presenti nelle fasi esplorative del titolo, riuscendo a spezzare la monotonia con un piccolo sorriso.
10887262_10205882460328417_6924490027277433267_o

 

Il livello di difficoltà di Citizens of Earth è relativo, sicchè basta allenare i propri cittadini per non temere avversari, ma allo stesso tempo si può alzare l’asticella grazie al talento della Mascotte, garantendosi sfide più emozionanti e nemici più combattivi.

meccaniche interessanti e assuefacenti

Inoltre giocare a difficoltà alta permette di ottenere oggetti rari utili a trovare l’equipaggiamento di ogni personaggio: a differenza della maggior parte dei giochi di ruolo, in Citizens of Earth saprete sempre quanti oggetti per ogni abitante vi mancano, e ognuno di questi non influirà sulle statistiche, ma bensì sulle abilità (bonus e malus) permettendovi di cambiare in ogni momento lo stile d’attacco senza lasciare a marcire gli oggetti iniziali.
Eden Industries ha svecchiato il già non troppo retrò gameplay di Earthbound, fornendo un titolo dalle meccaniche interessanti ed assuefacenti.

2D per il ViPi
Durante le 20 ore passate ad accompagnare il VicePresidente nelle lande di Citizens of Earth, ho riscontrato numerosi freeze di Wii U, soprattutto quando giocavo col televisore acceso, le ore passate su Gamepad sono invece trascorse lisce e tranquille. Mi sono informato su diverse board, da Gamefaqs a  Miiverse stesso, scoprendo che è un problema del gioco in tutte le sue versioni (sembra essere esclusa quella PC), fortunatamente Eden Industries è già al lavoro per una patch.

 

E veniamo quindi al lato tecnico, dove Citizens of Earth mostra una mappa immensa e curata, character design dettagliato e animazioni piacevoli (anche se ridotte nel numero), tutto in uno stile retrò 2D.
Purtroppo invece la colonna sonora risulta poco ispirata, sebbene sembri fare il verso alle OST dei titoli NES e SNES, ma non riesce a imprimersi nel giocatore neanche dopo molte ore di gioco.
Inoltre Citizens of Earth non sfrutta il Gamepad, riportando per filo e per segno quel che accade su schermo, sebbene ovviamente si possano utilizzare anche i controlli touch (come accade nella versione 3DS e PSVita), sarebbe stata gradita la possibilità di avere la mappa su uno schermo e l’azione vera e propria sull’altro.

 

Verdetto
8 / 10
Nespresso, What else?
Commento
Una volta risolti i problemi di crash, Citizens of Earth è un titolo consigliato a tutti gli amanti dei JRPG che vogliono un'avventura moderna ma con forti richiami ai giochi vecchio stile. ViPi spruzza carisma da tutti i pori, e siamo sicuri vi innamorerete dei 40 cittadini messi a disposizione del nostro eroe. Citizens of Earth si offre ad un costo base di 11,99 €: una cifra vantaggiosa per la quantità di contenuti offerta (Su eShop è in corso una promozione per avere una seconda copia per l'altra console col 40% di sconto, mentre non sono previste promozioni crossbuy sulle altre piattaforme), e che compete con altri esponenti del genere jrpg, venduti a cifre ben più alte.
Pro e Contro
Meccaniche di gameplay ben studiate
Mappa molto vasta
Prezzo ridotto

x Colonna sonora poco ispirata
x Tendenza a crashare