Recensione
di
il

Affiancato da Grow Home e Zombie Vikings esattamente un anno fa nel primo Vote to Play di PlayStation Plus, Armello perse il sondaggio a scapito di B.U.D. e dei suoi semi. Dopo l’uscita su PC, il board game strategico di League of Geeks è arrivato anche su Xbox One, in contemporanea con il primo DLC, Usurpers, che aggiunge quattro nuovi personaggi e strumenti. Per l’occasione, ci siamo gettati nelle terre di Armello e siamo pronti a darvi la nostra opinione.

Versione Testata: Xbox One

Riprenditi il trono
La trama di Armello non è altro che un incentivo ad affrontare sempre più partite

Il generoso Re di Armello si è fatto corrompere dalla piaga della putrefazione, ed impazzendo, ha iniziato a soggiogare i sudditi e a maltrattarli. Per fermarlo, i quattro clan del regno decido di mandare i propri guerrieri  cercando di sconfiggere o purificare il Re prima che sia troppo tardi. Ognuna delle quattro razze ha i suoi punti di forza e punti deboli: il clan dei Lupi è adatto al combattimento, quello dei conigli all’esplorazione, quello dei topi all’inganno e può resistere alla corruzione, ed infine quello degli orsi è più resistente e portato per la purificazione e le magie. Con quattro brevissimi tutorial, League of  Geeks  butta le basi  di una trama che fa solo da contorno e serve per lo più da incentivo per continuare ad affrontare nuove partite ed incoronare il personaggio scelto dal giocatore come nuovo Re di Armello. Ogni volta che si avvierà una nuova sfida infatti, la storia si concluderà, ma starà solo a noi decidere come mettere fuori gioco il re. Armello risulta divertente da giocare e facilmente comprensibile, soprattutto una volta imparate le regole basilari e dopo aver sbloccato (a seguito di un paio di partite) la possibilità di accelerare i turni avversari (o saltarli completamente).

Ognuno dei quattro clan mette a disposizione  due eroi che, sebbene condividano le qualità della propria razza, possiedono un’abilità unica da sfruttare sul tabellone. Se Thane  il lupo può penetrare le difese avversarie a colpi di spada, River  può utilizzare il proprio arco per colpire un nemico su una casella distante; allo stesso modo il topo Mercurio è capace di ottenere più soldi, mentre  il suo compaesano Zosha si può rendere invisibile durante i turni notturni. Abbiamo affrontato partite nei panni di ogni personaggio e ognuno ha  punti di forza e punti deboli, che vanno ovviamente sommati agli equipaggiamenti (espandibili continuando a giocare) e al fattore fortuna  sia nelle pescate delle carte che soprattutto nel lancio di dadi. Con Usurpers, il già citato DLC uscito in contemporanea su tutte le piattaforme, vengono aggiunti altri quattro eroi (uno per razza) e altrettanti nuovi anelli , questa volta   ottenibili completando determinate azioni in gioco. Ad onor del vero i quattro usurpatori hanno delle abilità uniche molto vantaggiose, come il poter fortificare da subito gli insediamenti (senza bisogno della carta) o bonus ambientali, ma non minano comunque l’equilibrio della fortuna che permea tutto il resto di Armello.

Voglio diventar presto un Re
come ogni dice game  anche qui la fortuna è protagonista

Armello è un gioco da tavolo strategico che richiede ai quattro giocatori di sconfiggere il Re Corrotto in uno dei diversi modi disponibili. La maniera pacifica prevede la raccolta di quattro pietre dello spirito, seguita all’intrufolarsi nel castello e infine all’utilizzo di queste sul tiranno, purificandolo e ottenendo la pace. I modi meno ortodossi invece prevedono tutti la morte del monarca, e l’incoronazione di un nuovo re (o regina) per Armello: affrontare il re in combattimento e sconfiggerlo, farsi corrompere dalla maledizione (morendo più volte per mano dei flagelli) e risultare più pazzi del re, ed infine lasciarlo suicidarsi al termine dei turni previsti (ad ogni alba il Re perderà un cuore) e vincere grazie al prestigio ottenuto nel corso della partita. All’inizio di ogni turno diurno (quindi ogni due) il Re chiamerà a se l’eroe con più Prestigio e chiederà consiglio, stravolgendo l’equilibrio del tabellone con azioni come “Manda via  tutte le guardie del corpo” o “Paga le tasse o rischi la morte”, sta al giocatore scelto decidere se  facilitarsi la vita o renderla ancora più interessante, ma siate consci del fatto che il più delle volte gli editti sono negativi per tutti e quattro gli eroi. Per ottenere prestigio e pietre dello spirito, bisognerà affrontare gli altri giocatori e i png (guardie e flagelli) sul tabellone, oppure uscire indenni da pericoli , o ancora completare le missioni narrate sempre tramite carte: il tutto facendo leva sulla vostra fortuna coi dadi. Quelle che sembrano tante regole da tenere a mente  sono in realtà azioni che vengono naturali dopo le prime partite al gioco di League of Geeks, e la vera e propria difficoltà sta solo nell’abbinare i simboli giusti con  tiri  il più delle volte sfavorevoli. Come ogni Dice Game, il fattore fortuna risulta invasivo e non è detto che la partita perfetta non possa rovinarsi all’ultimo turno.

 

Scusa non ci vedo bene

Finora sembrerebbe che Armello sia un must have per ogni amante dei giochi da tavolo in possesso di una console o un pc. E lo sarebbe pure, grazie anche ad un comparto multiplayer attivo che permette sfide quasi del tutto prive di lag, una notevole varietà di carte ed eroi da utilizzare e delle meccaniche ben studiate e capaci di portar via circa mezzora a partita senza annoiare (al netto di personalizzazioni). Anche il character design degli eroi e il fatto che l’intero gioco sia tradotto in un italiano quasi perfetto,  da ulteriore vantaggio al titolo di League of Geeks, che però pecca su un aspetto minore ma che non è stato risolto in dodici mesi dal team: la risoluzione. Armello risulta tagliato su più dispositivi (abbiamo provato sia sul tv che tramite streaming grazie a W10) un difetto che è stato riferito in numerose board online essere intrinseco nel titolo anche nelle versioni precedenti e che quindi League of Geeks ha volutamente ignorato nel corso dei mesi. Il problema della risoluzione sballata è che taglia fuori statistiche di gioco vitali per giocare al meglio Armello, sfortunatamente non vi sono neanche demo del titolo per poter testare in anticipo se il vostro televisore è adatto o meno, rischiando così di investire soldi senza poter godere a pieno del gioco.

In conclusione...
7.5
“La sera Leoni...”
È inspiegabile come ad un anno dal lancio su PlayStation 4, Armello presenti ancora gli stessi problemi di risoluzione su Xbox One, risultando tagliato sui bordi e andando a minare alcune delle statistiche più importanti di gioco. Per tutto il resto il board game di League of Geeks è praticamente ottimo, grazie a regole facilmente comprensibili, una struttura assuefacente e un gameplay profondo, sebbene in certi casi incentrato fin troppo sulla fortuna, avrebbe potuto stagliarsi tra i must have del genere. Usurpers, il dlc uscito un paio di settimane fa, aggiunge quattro nuovi pretendenti al trono, aumentando ancora di più la varietà delle mosse, ed è consigliato a chi riesce a chiudere un occhio sulla risoluzione e sull'apparente non porvi alcun rimedio del team di sviluppo.
Gameplay profondo e appagante
Ottimo design per le carte
Una partita tira l'altra
x Problemi di risoluzione
x Fattore "fortuna" necessario

due parole sull'autore
Assuefatto giocatore fin da quando non aveva neanche un pelo sul mento, ha coltivato la propria passione con lo stesso amore con cui cura la propria barba. Molti lo definiscono un Nintendaro senza speranza, senza contare gli oltre quattromila trofei presenti sull'account PSN e gli oltre 370 giochi su Steam (quanti di questi effettivamente giocati non lo sa neanche lui).
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su