Bravely Default II è il nuovo capitolo della serie Bravely che promette di migliorare quanto fatto dai predecessori. Sicuramente il fatto che esca su Nintendo Switch aiuta molto, ma molti si strarranno probabilmente chiedendo quanto costi, dove esca e soprattutto di che cosa parli.

Oggi rispondo a tutte queste domande in maniera piuttosto veloce ma senza perdere dettagli importanti. Se vorrete invece informazioni più approfondite, vi rimando alla nostra guida in merito.

Una trama inedita e sconnessa

Stando alle dichiarazioni, la trama di questo capitolo è scollegata da Bravely Default e Bravely Second. Di conseguenza, si tratta di un altro mondo con personaggi nuovi, anche se io mi aspetterei qualche sorpresa lungo la via. Infatti, la serie Bravely ha numerosi colpi di scena e anche dei capitoli spin-off che di fatto sono collegati alla serie principale.

I personaggi di Bravely Default II

I protagonisti sono 4 come al solito e sono: Gloria Musa, Seth, Elvis Lazlow, Adelle Ein. Insomma, il cast della serie è sempre composto da 4 guerrieri della luce, nulla di nuovo.

Gloria è la principessa del regno di Musa, che garantisce la pace mondiale grazie ai Cristalli. In seguito al loro furto, il regno ne ha fortemente risentito, finendo in crisi. Questa situazione ha spinto Gloria a fuggire e a nascondersi, per poi andare alla ricerca dei Cristalli rubati.

Il protagonista di Bravely Default II si chiama Seth ed è un marinaio naufragato nel continente di Excillant. Dopo il decisivo incontro con Gloria, decide di accompagnarla nella sua avventura per recuperare i Cristalli.

Il terzo membro è Elvis Lazlow, un ricercatore proveniente da Wiswald impegnato nel decifrare un misterioso libro, tramandatogli dalla sua maestra.

Per avere aiuto nella sua missione, Elvis ha ingaggiato una mercenaria di nome Adelle Ein. Sappiamo ancora poco su di lei, ma resta il solito personaggio affascinante e tenebroso.

Da notare come ci siano due coppie di personaggi, entrambi di sesso opposto. La stessa cosa avviene anche su Bravely Default e Bravely Second, dove il cast principale è composto da 2 maschi e 2 femmine.

Gli asterischi

Uno degli elementi più importanti della serie Bravely ritorna ancora una volta, stiamo parlando degli Asterischi. Ottenendo questi misteriosi strumenti il nostro team potrà cambiare classe a proprio piacimento. Ma per nostra sfortuna, saranno protetti dai boss, detentori degli Asterischi.

Inutile dire che sono il cuore pulsante della strategia e del gameplay di Bravely Default II, e sono indispensabili per potere sfruttare a pieno le abilità e l’equipaggiamento presente nel gioco.

I due capitoli precedenti avevano numerose strategie considerate “Game-breaking”, che prevedevano la combinazioni di determinate classi per finire velocemente molti dei boss più avanzati nel gioco.

Le classi disponibili fino ad ora

Onestamente la parte più bella del gioco sono proprio le classi disponibili. Dai trailer abbiamo potuto vedere qualche magnifica anteprima.

Vi parlo di come funzionino nel dettaglio nell’articolo dedicato alle classi.

Il sistema di combattimento

Da sempre i giochi di Asano si promettono di migliorare il prodotto finale in base al parere degli utenti. Effettivamente è successo con Octopath Traveler, anche se prima di giudicare Bravely Default II serve del tempo. Ma nonostante tutto abbiamo visto che la seconda demo ha migliorato la prima e quindi il vostro parere è a cuore di chi sviluppa.

Tutto sommato il sistema di Bravely è stato abbastanza compatto, senza particolari problemi nelle fasi di gioco normali. L’unico difetto costante dentro la serie è appunto la possibilità di “rompere” il gioco con le solite combinazioni, e dubito che questo nuovo capitolo sia da meno.

Le due demo in effetti hanno rimosso alcune abilità forti dei capitoli precedenti, e invece del Ladro potremo provare il Bardo, che storicamente è una classe molto più debole dentro la serie.

Brave e Default – Le basi

Brave e Default caratterizzano il gameplay di Bravely e sono anche alla base del gameplay di Octopath Traveler, che è molto simile.

In pratica il Brave vi permette di spendere gli appositi punti Brave per eseguire azioni extra durante un turno. In soldoni potete eseguire un macello di attacchi durante lo stesso.

Default invece è la normale guardia che conoscete, ma col bonus di darvi 1 punto brave.

Le mosse speciali

Bravely Default II vi dà anche la possibilità di eseguire potenti mosse speciali, proprio come avveniva negli altri capitoli della serie. L’uso di una di queste mosse farà partire una musichetta esclusiva per ognuno dei 4 personaggi giocabili.

La UI (interfaccia grafica se preferite)

Una buona interfaccia è la base di ogni buon JRPG che si rispetti ed incide pesantemente sulla godibilità di un gioco. È palese che ci sia un impegno da parte del team di sviluppo nel migliorare costantemente questo aspetto.

Dato che Bravely si rifa moltissimo ai classici Final Fantasy, anche la UI ricalca questa tradizione e infatti questo capitolo sembra ricordare l’ATB (Active Time Battle).

Il continente di Excillant

Il gioco è ambientato nel continente di Excillant, di cui sappiamo ancora veramente poco. Abbiamo solo qualche dettaglio dalla demo del titolo e le immagini rilasciate fino ad ora.

Lo stile delle città è rimasto lo stesso dei predecessori per fortuna, davvero uno spettacolo visivo. Se vi interessa saperne di più potete leggere la nostra news sui posti rivelati fino ad ora di Bravely Default II.

Quello che sappiamo dai trailer

Bravely Default II ha ricevuto non tantissimi trailer in effetti, mi aspettavo una copertura più massiccia. D’altro canto, meno dettagli abbiamo, meno spoiler riceviamo prima dell’uscita del gioco. Alla fine direi che è preferibile vedere le cose giocando piuttosto che guardando dei semplici trailer.

Se volete saperne di più potete leggere il mio altro articolo che parla di tutti i trailer mostrati.

Veste grafica rinnovata

Nintendo Switch è sicuramente un passo avanti rispetto a Nintendo 3DS, anche se mi aspettavo miglioramenti più sostanziali. In ogni caso, si nota che la grafica sia decisamente superiore rispetto ai predecessori (per ovvi motivi), ma ho sempre pensato che il punto di forza di Bravely sia lo stile, non tanto la pura grafica.

Le cinematiche e le animazioni sono decisamente l’upgrade più palese, anche se non credo siano i punti di forza di titoli come questo.

Missioni secondarie e minigiochi

Non esiste che un gioco di ruolo non abbia anche delle missioni secondarie e dei minigiochi. Sulle prime non c’erano dubbi, ma la demo finale ci ha dato anche la possibilità di vedere il minigioco presente, chiamato B ‘n’ D. Si tratta di un gioco di carte dove dovrete costruire il vostro mazzo di 6 carte per sfidare gli altri giocatori.

La data di uscita in Italia e il prezzo

Tutto molto bello… ma quando esce? Bravely Default II uscirà il 26 febbraio 2021 su Nintendo Switch come esclusiva al prezzo di 59,99 euro.

I predecessori

La serie Bravely principale si compone di altri due titoli, Bravely Default e Bravely Second. A dirla tutta ci sarebbero anche molti altri giochi/opere spinoff ma non sono mai arrivati da noi in occidente. Non è necessario recuperare i vecchi capitoli per giocare Bravely Default II.

Se siete veri fan del genere, dovreste comunque provare almeno Bravely Default e solo dopo il suo sequel, Bravely Second. Entrambi sono disponibili solamente su Nintendo 3DS e non hanno avuto *ancora* riedizioni.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.