E’ una normale mattina di Novembre, quando a Toronto, in Canada, Ciruzzo (nome di fantasia) si alza per poter vendere al rialzo la sua PS5. Inserisce il suo annuncio sul Marktplace e aspetta che qualcuno abbocchi. Come abbiamo potuto constatare in questi giorni, ormai Playstation 5 e Xbox serie X, sono macchine introvabili, facendo si che le speculazioni siano all’ordine del giorno.

A Ciruzzo, rispondono. Insieme al compratore, si organizza per il ritiro a mano e per il prezzo. All’arrivo però, Ciruzzo, al posto dei soldi, si ritrova magicamente la somma pattuita trasformata in un coltello che recita “Pagamento rapido Paypal”. E non è l’unico caso. La polizia di Toronto, infatti, ha dovuto comunicare su Twitter, che sempre un numero maggiore di rapine sta prendendo piede e che queste sono collegate alle nuove console Microsoft e Sony.

“Si Ciruzzo, tranquillo, il tempo che prendo i soldi dal portafogli”

Meanwhile, in America…

E’ una normale mattina di Novembre, quando a Norfolk, in Virginia, Totore legge la notizia che il giorno 19 novembre ci sarà il day one di Playstation 5. Purtroppo per il nostro eroe, rimasto tutta la giornata a premere F5 in maniera forsennata, rimane a bocca asciutta. Potrebbe essere una storia come tante.

Se non fosse che Gamestop, attraverso uno statement, annuncia che metterà in vendita nei loro negozi, durante i giorni del Black Friday, la nuova console di mamma Sony. E qui il colpo di genio. Totore, insieme ad un suo amico, in piena emergenza Covid, si accampano fuori al Gamestop. Ma non un campeggio qualsiasi, no. Si portano dietro il letto da casa e le vivande. Almeno per Totore la storia avrà un lieto fine, visto che sia lui che il suo amico si porteranno a casa una Playstation 5.

At least but not last in Italy.

In Lombardia, il nostro eroe Marco, si appresta nella mattinata del 19 novembre, a poter portare a casa una PlayStation 5. Il Natale si avvicina e stare in zona rossa, di certo, aiuterà a straniarsi per un pò. Armato di buona speranza e di scalda mano, per poter prevenire una qualche sindrome al tunnel carpale, Marco inizia a settacciare ogni sito. Euronics? Crasha. Mediaworld? sta la coda, c’è il Black Friday. Amazon? Cinque secondi e già sono state vendute. Purtroppo Marco, ha dovuto mettersi in concorenza con la fortuna e con gli scalper. Al solo pensiero che un gruppo di persone si sia messa d’accordo per comprare un quantità di 2000 console, Marco si indigna. Ma per legge giuridica, la pratica dello scalping non è reato. E’ reato contro intelletto invece, acquistare dagli scalper . In effetti quanto può valere uno scatto su Instagram o su Facebook per far invidia ai conoscenti?

Playstation 5 Ebay Bagarini
Più o meno 999,99€ secondo il bagarino e ai nostri 8 impavidi eroi

Cosa porta a fare ciò?

Beh in effetti, Sony è riuscita a creare un enorme hype attorno alla sua console, non solo nel nostro Paese. Ovviamente le cause che hanno portato ad un isteria collettiva per la nuova nata Sony sono molteplici. Tra queste, per esempio, la bassa offerta all’alta domanda, ha portato l’utenza a voler comprare quanto prima la nuova PS5, in quanto, al momento, non si sa quando verranno rimesse in commercio.

Oltre a ciò, Sony è riuscita a fidelizzare la sua clientela, cosa che non è riuscita a fare Microsoft. Inoltre, come detto in precendenza, parte della colpa può essere imputata ai gruppi di scalpers. Questi gruppi, utilizzando script o programmi esterni, riescono ad acquistare le poche console messe a disposizione appena vengono messe online. Insomma, al momento la situazione non è delle più rosee, e quindi bisogna aspettare il 2021 per poter vedere se le acque si saranno calmate.

Per quanto il fenomeno degli scalpers, a livello legislativo è tutelato, non posso che condannare tale fenomeno. Sempre dalle dichiarazioni degli scalpers, il loro intento è quello di voler dare da mangiare alle proprie famiglie. Per quanto l’intento sia nobile (più che altro una scusa a parere di chi scrive), atti del genere si dovrebbero condannare! Infatti i gruppi, tra cui il più famoso CrepChiefNotify, sta lucrando anche grazie a una quota di ammissione per poter ricevere, nel minor tempo possibile, le tante agognate PS5. Di sicuro aspetteremo di vedere i risvolti in futuro. Ma in cuor mio, spero che alla fine di questa storia,a loro qualche console inveduta rimanga.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion