Lucca Comics & Games fa fronte alle ultime direttive ministeriali e si svela in conferenza stampa, mostrando ulteriori cambiamenti riguardo la partecipazione e l’organizzazione dell’intero evento.

Siamo verso fine ottobre, e Instagram comincia a ricordarmi nell’Archivio tutte le storie che feci negli anni passati mentre mi stavo preparando per Lucca Comics & Games. L’arrivo dei biglietti. La scelta dell’abbigliamento tattico da pioggia sempre in agguato. La lista di figure note che avrei voluto incontrare e gli eventi a cui sarei voluta andare. Tra qualche giorno inizieranno ad apparire le foto scattate all’interno e sopra quelle mura. Lucca Comics & Games in queste ultime settimane ci ha preparati, ci ha detto che non si sarebbe fatta fermare dalla pandemia e che avrebbe fatto di tutto per ricreare quel senso di comunità e di meraviglia che ogni anno la caratterizzano. Ma ci ha detto anche che per farlo deve cambiare, così come anche stiamo cambiando noi.

La fiera del fumetto e del gioco per questo 2020 diventa così “Lucca Comics & Games – Changes”. Si svolgerà dal 29 ottobre al 1° novembre e avrà sì eventi “fisici” in presenza, ma verrà principalmente mostrata online e attraverso emittenti televisive.

A fronte dell’ultimo DPCM, l’organizzazione di Lucca Comics & Games ha annunciato ulteriori cambiamenti riguardo la modalità di partecipazione e il programma della fiera, in modo da mantenere gli standard di sicurezza necessari.

Mostre ed eventi in presenza, e biglietteria

Non ti basta? Due teatri, un cinema. E poi dicono che i giochini si ispirano ad Hollywood. C’è molto più Teatro di quello che credi.

Lucca Crea, la società che organizza Lucca Comics & Games, ha dichiarato che a ospitare gli eventi durante i quattro giorni di fiera saranno solo tre sedi. Non più dieci, quindi: il Teatro del Giglio, il Teatro San Girolamo e il Cinema Astra.

Non sarà possibile accedere al Cosplay Palace e al Pop-Up Store, l’annunciata struttura in cui i visitatori avrebbero potuto acquistare fumetti, giochi da tavolo e manuali di gioco di ruolo. Che saranno invece disponibili esclusivamente presso i negozi Il collezionista e Dungeon Store.
Chi aveva già acquistato i biglietti per gli eventi al Pop-Up Store non riceverà solo il rimborso, ma avrà anche diritto a una riduzione sul costo del biglietto per la prossima edizione di Lucca Comics & Games. La stessa agevolazione sarà applicata anche a tutti gli acquirenti dei Campfire Pass 2020.

Gli organizzatori assicurano che tutti i rimborsi verranno effettuati automaticamente e saranno comunicati tramite mail, senza operazioni da parte di chi aveva acquistato i biglietti.

Sono invece state confermate entrambe le mostre allestite all’interno di Lucca. Dream on, dedicata agli autori e alle autrici dei poster di questa edizione di Lucca Comics & Games, presso il Palazzo Ducale. E Casa Rodari, la mostra in onore dei cento anni dello scrittore che sarà allestita presso l’ex Cavallerizza.

Rimangono in programma anche i due spettacoli del 1° novembre al Teatro del Giglio: Dodò e l’avventura spaziale e La freccia azzurra.
Tutti questi eventi saranno accessibili esclusivamente tramite biglietto.

La programmazione televisiva

L’intera prima parte della conferenza è stata dedicata alla presentazione del ruolo che avranno Rai 4 e Rai Play per questa edizione di Lucca Comics & Games – Changes.

Entrambi i canali proporranno contenuti inediti riguardanti la fiera, come documentari, eventi, premiazioni e interviste, e film e serie tivù legate all’immaginario fantasy. Il tutto sarà accompagnato anche da Rai Radio 2, con ulteriori interviste e live social.

Spazio al fumetto

Quest’anno il fumetto a Lucca Comics & Games sarà accompagnato dalla musica, grazie a coppie di fumettisti e cantanti che dialogheranno su due binari diversi ma affini. Avremo così sullo stesso palco M¥SS KETA insieme a Fumettibrutti, e Roberto Recchioni con Max Pezzali.

Saranno anche disponibili panel con ospiti d’eccezione del mondo del fumetto orientale, come Kim Jung-Gi e Pang-E, Nagabe, Go Nagai, Kamimura, Makoto Tezuka, Memko Airii, Hiro Mashima e tanti altri. Una guest star d’eccezione sarà la stand-up comedian Yoko Yamada. Yamada è solita a basare le proprie performance sulle due realtà della sua vita, ovvero quella italiana e quella giapponese.

& Games

L’aspetto del gioco non sarà messo in disparte. Dalle celebrazioni per i trentacinque anni di Super Mario Bros ai tornei di E-Sport. Con eventi, giochi online e videoconferenze che permetteranno anche a chi non è presente di sentirsi, anche se in minima parte, di nuovo all’interno dello stand dei games.

Anche letteratura

Come a ogni edizione, saranno anche presenti (live e/o streaming) autori e autrici di narrativa e di illustrazione fantasy, come Cassandra Clare, Patrick Ness, Terry Brooks, Eoin Colfer, Jonathan Stroud e Licia Troisi.

Quest’anno non sarà facile. Anzi, quest’anno non è facile. Inutile che mi metta a spiegare il perché.
Questa pandemia ci ha costretti in casa e ci ha tolto molto, non solo fiere ed eventi, ma anche persone care, lavoro, sicurezza in noi stessi e speranza per il futuro. Ogni giorno è al tempo stesso più semplice e più difficile.

Non dobbiamo però lasciarci congelare da tutto questo, ma affrontare il cambiamento e mutare con esso.

#LiveTheRebellion