Lunediscord #2: Death Stranding, prima parte

Presentati alla convention tre trailer con altrettanti nuovi personaggi.

Durante il Live Show di Apertura del Gamescom 2019, Hideo Kojima presenta tre nuovi trailer per il suo ultimo titolo Death Stranding.

Kojima racconta come nel gioco appariranno diversi personaggi, ognuno dei quali con la propria storia di sfondo separata dalla trama principale. Il primo trailer introduce un personaggio chiamato Mama (cui presta l’aspetto Margaret Qualley): lei ha dato vita ad un neonato nato “nel mondo di là” piuttosto che nel suo stesso mondo, e i due rimangono connessi solo grazie al cordone ombelicale. Non può dunque lasciare il luogo in cui è attualmente, perché il suo bambino si trova nello stesso punto del “mondo di là”.

Il secondo video parla di Deadman (Guillermo del Toro) e del Bridge Baby (“neonato ponte”, BB in breve). Deadman spiega vagamente il funzionamento del BB Pod: esso è conneso al mondo dei defunti, il che a sua volta permette a Sam di restare connesso al BB conferendogli inoltre l’abilità di avvertire i BT. Il giocatore dovrà intraprendere un viaggio insieme al BB e stabilire una connessione, il che è parte integrante del gameplay.

Il terzo – uno stralcio di gameplay – si apre con il protagonista Sam in procinto di rilassarsi: dopo aver urinato a terra, un fungo cresce su quello stesso punto. Dopodiché parte alla volta della sua destinazione: un Terminale di Consegna, dove dovrà appunto consegnare un “Carico Perduto di Statuine di Personaggi” ad un uomo che prende il suo aspetto da Geoff Keighley. Ripartendo, Sam cade da un dirupo ed il bambino che porta in grembo inizia a piangere: per consolarlo bisogna muovere il DualShock 4 fingendo di cullarlo; scuotendo troppo forte il controller, naturalmente, il bimbo si agiterà.

Racconta Kojima: Sam dovrà riconnettere tra loro le città ormai separate da est ad ovest, evitando ostacoli come i BT ed i terroristi. Lungo la strada ci si imbatterà anche nei Prepper – persone che vivono nascondendosi agli altri: non sono direttamente correlati alla trama, ma può essere saggio trovarli e “connettersi” a loro, perché potrebbero avere con sé qualcosa di utile. Man mano che un giocatore si connette alle persone nel gioco, anche gli altri giocatori potranno accorgersi che ciò sta avvenendo – ma Kojima non aggiunge altro in merito.

Si sofferma, tuttavia, sulla scena in cui Sam “libera la vescica” all’inizio del video, per specificare che non si potrà ruotare la telecamera per sbirciare “lì davanti” – perché si volterà quando la telecamera sta per raggiungerlo. Naturalmente non urinerà se ci sono altre persone nei dintorni. Al riguardo, Kojima specifica che se più giocatori urineranno nello stesso punto potrebbe succedere qualcosa di bello più avanti.

Pur non specificando i dettagli, il produttore sottolinea che altri attori hanno dei cameo nel gioco come accade per Geoff Keighley.

Altre novità su Death Stranding verranno mostrate al Tokyo Game Show 2019 presso Makuhari Messe (Chiba), in Giappone. Intanto, ecco la sinossi del gioco da Playstation.com:

Il futuro è nelle tue mani

Dopo il crollo della civiltà, Sam Bridges deve farsi strada lungo un percorso impervio pullulante di creature da un altro mondo, per salvare l’umanità sull’orlo dell’estinzione. Dal leggendario creatore Hideo Kojima, una nuova esperienza per PlayStation 4 unica nel suo genere.

Con la partecipazione di Norman Reedus, Mads Mikkelsen, Léa Seydoux e Lindsay Wagner.

Un viaggio per ricollegare una società in frantumi

In un futuro prossimo, esplosioni misteriose hanno devastato il pianeta, dando inizio ad una serie di eventi sovrannaturali detti Death Stranding. Creature spettrali devastano il territorio, ed il pianeta è sull’orlo di un’estinzione di massa: il viaggio di Sam Bridges attraverso questa landa in rovina sarà decisivo per salvare l’umanità dall’annientamento.

Death Stranding sarà disponibile dall’8 novembre come esclusiva PlayStation 4.

Fonte: Gematsu