DLC #3: L'esercito di Topolino

Yoshinori Kitase, produttore del remake più atteso dell’anno (o forse dell’intero decennio) ha condiviso un messaggio per i fan, in cui approfondisce quanto presentato solo pochi giorni fa alla fiera losangelina.

“Mentre il team di sviluppo completa il primo gioco del progetto, continuano ad essere pianificata e a delineata la quantità generale di contenuti del secondo.

Grazie al lavoro già fatto per il primo titolo, riteniamo che lo sviluppo del secondo gioco sarà più efficiente. Abbiamo una tabella di marcia interna e un programma di lavoro, ma per ora vorremmo concentrarci sulle informazioni riguardanti il primo gioco del progetto.

I valori chiave della serie Final Fantasy sono sempre stati l’innovazione, il superamento dei propri limiti e il riuscire a stupire i giocatori. Questo progetto condivide questi stessi valori e, per questo motivo, il team di sviluppo vede questo Remake al pari di un nuovo capitolo della serie principale.

Per i membri del team di sviluppo originario, il semplice ricreare il gioco originale con una grafica migliorata non era abbastanza a far sì che ci impegnassimo e ci emozionassimo a rifare FFVII. Per questo, desideriamo andare ben oltre il gioco originale e raccontare una storia più profonda e, allo stesso tempo, fornire un’esperienza di gioco moderna. Vogliamo veramente andare oltre e al di sopra di quello che ci si può aspettare da un remake.

Proprio come alcuni membri del nostro team vengono da quello originario, nella nostra squadra sono presenti anche giovani talenti del settore videoludico. Molti dei nostri nuovi membri sono giovani fan che avevano giocato al Settimo capitolo originale quando era stato pubblicato la prima volta. È veramente eccitante ed esilarante lavorare con un team con questo talento ad un progetto così ambizioso.

Il primo gioco del progetto è ambientato nell’eclettica città di Midgar. Abbiamo deciso di concentrarci su Midgar perché rappresenta il mondo di FFVII meglio di ogni altro luogo. Midgar è piena di immaginazione, con miriadi di particolarità e sorprese ad ogni angolo.

Anche se a molti Midgar sembra a prima vista oscura, abbiamo luoghi ed elementi molto vari e colorati. Le luci e i colori che stiamo usando nei vari ambienti di Midgar accentuano l’unicità del mondo di Final Fantasy VII. Abbiamo deciso di non utilizzare una grafica foto-realistica, ma abbiamo scelto uno stile più particolare, per onorare le scelte e il design del gioco originale.

Molto è cambiato dalla pubblicazione del Final Fantasy VII originale. Ai tempi, non avevamo accesso a cose come doppiatori, attori in motion capture o inquadrature ravvicinate al di fuori dei video. Per Final Fantasy VII Remake abbiamo posto molta enfasi sul racconto dei personaggi attraverso l’utilizzo di queste e di altre tecniche. Ciò ci ha permesso di creare personaggi più che mai espressivi, incrementando il livello di immersione e divertimento durante tutta la durata del gioco.

Nel Remake, diamo per la prima volta voce al Final Fantasy VII originale. Grazie ad una nuova generazione di attori, speriamo di fornire una migliore esperienza sia ai fan originali, sia ai nuovi giocatori.

Per quanto riguarda il gameplay, stiamo puntando a creare una nuova versione di un’idea classica, attraverso un’evoluzione più accessibile del sistema ATB (Active Time Battle, il sistema di combattimento che gestiva in tempo reale i turni di gioco, introdotto per la prima volta in FFIV, Ndt), così da conferire ai giocatori una migliore qualità d’azione, pur con un ottimo controllo tattico.

Il sistema che abbiamo creato mantiene le decisioni strategiche date dal controllare un gruppo formato da più personaggi, permettendo di scegliere tra un’ampia gamma di abilità e magie. Potrete utilizzare il vostro personaggio preferito mentre impartirete ordini agli altri, oppure lasciarli all’IA. Potrete anche scegliere di passare ad un differente membro del gruppo per poter fare un miglior uso possibile delle loro abilità uniche durante le battaglie. Questo permetterà ai giocatori di scegliere il proprio stile di gioco preferito.

Infine, sì, avremo ancora le Materie. Potrete utilizzarle per giocare con lo stile e le abilità che preferite.

Con l’avvicinarsi della data di pubblicazione, il prossimo anno, andremo sempre più nei dettagli dei vari elementi di gioco. Per ora, mi auguro che siate tutti eccitati da ciò che abbiamo presentato all’E3 e non vediamo l’ora di condividere con voi novità e aggiornamenti per tutta la durata dell’anno a venire”.

Mancano solo 262 giorni al 3 marzo 2020, data in cui uscirà Final Fantasy VII Remake. Trascorreteli tutti in nostra compagnia qui su ILoveVideogames.

Fonte: Gematsu