Lunediscord #2: Death Stranding, prima parte

Sono apparse su Reddit nuove voci di corridoio riguardanti l’atteso remake, ma la veridicità è ancora da confermare.

ATTENZIONE: l’articolo contiene spoiler della trama.

Pochi giorni fa, in un thread Reddit dedicato a Final Fantasy VII sono state condivise informazioni in buona quantità riguardanti il remake del gioco.

A condividerle sul social è stato l’utente SquareElSegundo, che sembrerebbe lavorare per la divisione El Segundo di Square Enix e la cui fonte – a detta sua – è un impiegato della Divisione Uno del ramo giapponese della casa produttrice. Le informazioni che l’utente condivide sono di vario tipo, da meccaniche di gameplay a cambiamenti nella storia, o ancora una demo giocabile. Tutto ciò, è bene ricordarlo, a breve distanza dall’arrivo di un nuovo trailer del gioco, in cui si rimandava a giugno di quest’anno, presumibilmente la conferenza E3, per ulteriori informazioni.

Nelle battute iniziali dello sviluppo Square aveva già annunciato che il remake sarebbe stato pubblicato a episodi. La notizia aveva preoccupato i fan, che temevano di trovarsi davanti un trattamento a piccoli pacchetti come quello di Life is Strange; secondo il thread, però, il gioco sarà diviso solo in due parti, ognuna un’esperienza di gioco a sé stante dal prezzo di circa 60 euro, e la prima dovrebbe concludersi con la morte di Aerith e la scena in cui viene lasciata in acqua.

Altre informazioni riguardano le meccaniche open world che renderanno il gioco pressoché sconfinato, la presenza della celeberrima sequenza di cross-dressing e Yuffie e Vincent membri ufficiali della squadra – non più opzionali. Infine, sembra che all’E3 sarà presente una demo giocabile, che approderà su PSN qualche giorno più tardi.

Naturalmente Square Enix non ha confermato o smentito nulla di tutte queste notizie, che quindi non possono essere prese per vere – nonostante ci sia da riconoscere che non diano l’impressione di essere troppo improbabili. Aspettiamo dunque il mese prossimo per saperne di più.

Fonte: Dualshockers