Ep. 26: Costruisci il tuo sito di videogiochi professionale

Nessun Final Mix stavolta: in arrivo la modalità Critica e un polposo DLC a pagamento entro fine anno.

 

 

Intervistato dalla rivista giapponese Dengeki Online, Tetsuya Nomura – la mente dietro Kingdom Hearts III – conferma che il gioco riceverà dei DLC a pagamento. Al gioco verrà anche aggiunta la modalità Critica, ma non si sa ancora se farà parte di quegli extra a pagamento o se sarà gratuita. Nomura aveva già anticipato la probabile aggiunta di DLC al gioco, senza tuttavia mai dare conferme definitive.

 

In breve, nell’intervista Nomura rivela che Kingdom Hearts III ha superato le sue aspettative in termini di vendite, e che lui e il team stanno lavorando duro ai DLC – afferma anche di star perdendo il sonno per occuparsene.

La modalità Critica arriverà a breve. Non si tratterà di un semplice aumento del danno inflitto dai nemici, ma apporterà piuttosto varie modifiche – al punto che sta richiedendo l’uso degli strumenti di debug. Insomma, sarà “divertente come solo la modalità Critica può essere”.

 

A causa dei DLC (sia gratis che a pagamento), Kingdom Hearts III sarà differente dai suoi predecessori, in quanto non è prevista una versione Final Mix. I contenuti scaricabili gratuiti verranno rilasciati di tanto in tanto e separatamente; per quelli a pagamento, invece, sembra essere previsto un rilascio in un grande pacco unico. Il team sta lavorando sodo per rilasciare gli extra a pagamento entro il 2019, così da poter iniziare a lavorare al prossimo gioco. Essendo oberato di progetti, però, nemmeno Nomura sa dare un quando e un come per il sequel.

 

 

Quanto segue può contenere spoiler, quindi leggete a vostro rischio e pericolo!

 

 

Come aveva rivelato in un’intervista precedente, il mondo che Nomura preferisce di Kingdom Hearts III è quello dedicato a Toy Story: scriverne la sceneggiatura ha richiesto due anni interi, nonché delle visite personali ai Pixar Studios per porre domande ai creatori.

Rivela poi che il concetto alla base della Rage Form di Sora in Kingdom Hearts III è diversa da quella della Anti Form dei suoi predecessori: invece di ammantarsi di oscurità come una volta, infatti, Sora perde il controllo a causa della rabbia.

Forse, inoltre, un giorno sapremo di più sui membri dell’Organizzazione XIII, ad esempio i nomi reali ancora non rivelati oppure come Isa si sia procurato la cicatrice a forma di croce sulla fronte – ma per quest’ultima domanda nemmeno Nomura ha ancora pensato una risposta. I DLC a pagamento, però, spiegheranno con ogni probabilità come abbia fatto Xion a tornare in vita e riunirsi all’Organizzazione.

 

 

Altre domande riguardano l’identità della persona che Lea ed Isa cercavano, nonché quella della “Stella senza Nome” del mondo finale: Nomura risponde che quanto riguarda quest’ultima è discernibile dai rapporti segreti nel gioco, mentre la persona che Lea ed Isa cercavano è già apparsa nella serie. Se nonostante ciò ancora non abbiate capito chi possa essere la “Stella senza Nome”, sappiate che prima o poi verrà spiegato. Infine, riguardo il finale segreto: pare che con le informazioni di cui disponiamo attualmente, nessuna teoria può indovinare correttamente cosa nasconda.

 

 

Kingdom Hearts III è disponibile per PS4 ed Xbox One.

 


Fonte