Ep. 26: Costruisci il tuo sito di videogiochi professionale

Dopo il recente annuncio dell’arrivo di Joker da Persona 5 di Atlus nell’ampio roster di personaggi giocabili di Super Smash Bros. Ultimate di Nintendo, Masahiro Sakurai nel corso di un’intervista è entrato nel dettaglio di quelle che sono le trattative per l’inclusione di personaggi di terze parti all’interno del sempre più omni-inclusivo picchiaduro di Nintendo.

 

Intervistato dalla rivista EDGE Sakurai ha dichiarato:

Ci sono casi in cui incontro personalmente i creatori originari dei personaggio almeno una o due volte, ma di solito la comunicazione viene portata avanti da Nintendo. Inoltre, non necessariamente ho a che fare con i creatori originari in modo simile a quando sono entrato in contatto con la serie di Kirby, ma al momento non so di altri progetti. Abbiamo apportato svariati cambiamenti in modo tale che personaggi più cartooneschi e altri più realistici potessero apparire sullo stesso schermo assieme e in modo naturale mantenendone quanto più possibile l’estetica. I movimenti vengono anch’essi realizzati dando maggiore priorità allo stile tipico di Smash Bros. in prima battuta. Alla fine il risultato viene preso in visione dalle altre compagnie in modo che possano rendere note eventuali problematiche così da intervenire per risolverle. Potrebbero esserci differenze in merito a ciò che è ritenuto accettabile per Smash Bros. rispetto alle serie originali, quindi cerchiamo sempre di trovare un compromesso che soddisfi entrambe le parti. Ciò che ho sempre pensato di questa serie è che se produco qualcosa di buona qualità allora più persone la supporteranno. Percepisco le aspettative sia da dentro che fuori l’azienda e credo che Smash Bros. Ultimate sia in grado di farlo nel modo migliore.

 

Parallelamente alle parole di Sakurai Reggie Fils-Aime ha a sua volta confermato il ruolo chiave di Sakurai nel franchise e di come l’inclusione di Joker possa essere in un certo modo emblematica sul cosa aspettarci da futuri DLC.

Sakurai non solo è uno studioso dei franchise Nintendo, e ovviamente ha potuto lavorare in alcuni di essi, ma è anche uno studioso del videogioco in una prospettiva totalizzante. È stato lui che ha pensato e guidato la scelta verso che tipo di personaggi portare in Super Smash Bros. Ultimate in modo tale che potessero portare un ulteriore livello di divertimento per il giocatore. Questo è stato l’approccio. Questo è stato il ragionamento.

 

 

Ricordiamo che Super Smash Bros. Ultimate è disponibile in esclusiva su Nintendo Switch. Continuate a seguirci per eventuali aggiornamenti in merito ai futuri DLC annunciati.

 


Fonte