Don't Be So Serious - Speciale Death Stranding (Spoiler!)

I fan stanno unendo le menti in cerca di una soluzione al puzzle che potrebbe riguardare Death Stranding.

 

In decenni di programmazione videoludica, Hideo Kojima ha sempre amato preparare intricati rompicapo collegati ai suoi giochi perché i fan potessero risolverli. Death Stranding, il suo prossimo progetto che è già un enigma di per sé, sembra dunque essere collegato a una misteriosa immagine apparsa su Twitter, che ha portato i fan a speculare quali connessioni possa avere con il gioco – se davvero ne ha.

 

Come detto in un precedente articolo, la community di fan si è attivata grazie ai post dell’account Twitter Archillect, un bot che condivide in automatico immagini e GIF apparentemente collegate al gioco e allo stesso Kojima; l’attenzione di tutti è esplosa quando l’account ha dato a pensare di avere in serbo qualcosa di riguardante Death Stranding.

 

Il subreddit di Death Stranding si è messo all’opera per capire il significato dell’immagine codificata, identificando nei semplici punti colorati di cui è composta un possibile messaggio in alfabeto Braille, o ancora codificato in codice binario o addirittura biocodificato (in breve, nella biocodificazione si usano dei batteri che reagiscono a particolari agenti chimici).

Una delle risposte più accreditate è appunto il codice binario, per cui dall’immagine si otterrebbe un codice che porta successivamente alla frase “uoyodmaiohwwonktnodllits}k{etalooteruoy” – letta al contrario: “youretoolate{k}stilldontknowwhoiamdoyou” (“sei arrivato tardi{k}non sai ancora chi sono, vero?”, una frase detta nel trailer E3 dal personaggio doppiato da Lindsay Wagner).

 

 

Se sono ancora discutibili le connessioni che tutto ciò ha o potrebbe avere con Kojima o Death Stranding, sta di fatto che la criptica immagine ha portato a 3000 utenti in fermento connessi in contemporanea al subreddit, in una meravigliosa esperienza di gruppo alla ricerca della soluzione.

Non è da togliere la possibilità che sia uno scherzone, e che l’intricato puzzle non sia legato al gioco o a Kojima almeno in un’ottica ufficiale; tuttavia, la sensazione di mistero di cui Death Stranding si circonda fa sì che sia più interessante che mai seguirne lo sviluppo fino al rilascio, e forse si può sperare che non manchi molto all’arrivo di novità al riguardo.


Fonte