Speciale
di Luca Secchi
il 24 novembre 2018, 10:40
in Speciali

Anche questo anno è arrivato il Black Friday, anche questo anno un sacco di gente spenderà dei soldi in oggetti la cui utilità può essere messa facilmente in discussione.

Questi oggetti sono comunemente detti cazzate.

Mi sono prodigato per fornire ai nostri beneamati lettori una classifica di una serie di oggetti totalmente superflui ed esteticamente orripilanti, utili solo per distruggere le vostre riserve auree e che una volta comprati non userete mai, o molto probabilmente vi faranno pentire di avere il libero arbitrio.

Pronti?

10. Caffettiera di R2-D2

Star Wars ha prodotto così tanta oggettistica che scegliere qualcosa di davvero useless è stato difficile. Per il primo posto si sono battuti la palandrana di Obi Wan e la caffettiera di R2-D2. Ha vinto R2-D2 perché la foto mi faceva particolarmente ridere.

9.Action figure chibi di Solid Snake

Qual’è il modo migliore per stemperare il carattere scostante del nostro Snake? Naturalmente renderlo un simpatico pupazzino carino, coccolino e squisitamente kawaii uwu. Apprezzabile la scelta di aggiungere le occhiaie, che fa trasparire il “sono un eroe dannato quindi non dormo”. Bonus Feature: la testa poligonale per mimetizzarsi tra i Mohai dell’Isola di Pasqua

8.Portachiavi di Gatsu arrabbiatissimo

Utile per avere il chiaccheratissimo eroe di Berserk sempre con te!! Anche quando si incazza di brutto!!

7.Carte di Yu-Gi-Oh pezzottate

Quando Dio creò i giochi di carte collezionabili, creò anche i falsi. Con un pò di impegno potete trovarli in edicole e in mercatini a prezzi irrisori. Ideali per farsi quattro risate con amici e parenti leggendo i nomi e le descrizioni, probabilmente tradotte a partire qualche lingua indoeuropea da uno con terza elementare. Nella mia top 3 ci sono: Panino per la Fame, Un Bollitore Modesto e ovviamente Mambo Cosmo.

Bonus: esiste una pagina facebook che dirige una attenta raccolta affinchè questi capolavori del falso non vadano persi. Fateci un giro, ogni loro sforzo è degno di lode.

6.Pupazzi falsi di ogni cosa

Se cercate su internet “fake action figure” vi si apre un mondo di cross-over a cui davvero nessun cinecomics potrà mai ambire. Un sudoku dei diritti d’autore che nessuno si è mai impegnato a risolvere.

Vi allego la mia guida spirituale, Spiderman versione guerra in Vietnam. Da notare la perizia nel ricostruire il movimento della strisciata.

5.Il film di Street Fighter del 1994

All’inizio degli anni ’90 nelle sale giochi potevi trovare due cose: peli pubici e Street Fighter II. Dato che il film sui peli pubici non si poteva fare, il grande mondo delle major si è prodigato adattare il rinomato picchiaduro in un film orribile. Nella parte dell’americanissmo Guile troviamo l’olandesissimo Jean Cloud Van Damme nel suo periodo di dipendenza da cocaina e un cast di personaggi tutto da scoprire.

Bonus Feature: il film è così brutto che fa sganasciare dalle risate. Consigliatissimo.

4.Game Boy Handy

game boy handy black friday

Alla faccia della portabilità! Per tutti quelli che hanno sempre sognato di trasformare il proprio Game Boy nell’astronave di Indipendence Day. Se vi interessa poi gli accessori per il Game Boy hanno toccato ogni ambito della vita umana: dalla pesca sportiva all’anestesia. Sì, l’anestesia.

3.Preservativi di Ken il Guerriero

MAI MAI LO SCORDERAI, L’ATTIMO, LA FREGNA CHE TREMO’

2.Vibratore cetriolone di Rick & Morty

50 euro. Boh.

1.I costumi di Sonic

 

Dulcis in fundo voglio proporre un trittico incredibile di costumi di Sonic. Sonic, come tutti sappiamo, nasce per fare colpo sugli adolescenti: è veloce, è nudo e ovviamente indossa un paio di scarpe costosissime.

La presenza di costumi per bambini preannuncia divertimento per grandi e piccini.

I modi in cui gli esseri umano riesco a distruggere (I immagine), annichilire (II immagine) e violentare (III immagine) il porcospino blu non finiranno mai di stupirmi. Che dio abbia pietà di SEGA

Spero di avervi dato qualche simpatico consiglio, o almeno avervi strappato per qualche istante dalle angherie della quotidianità. Ci vediamo al prossimo Black Friday <3.



due parole sull'autore
Ventenne senza troppe pretese e wannabe critico. Quando non è a spaccarsi di Metal Gear recensisce videogiochi, di fianco ad una libreria strapiena di giochi retrò, di cui rimane sempre affascinato.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su