Live #0: Di che colore sono i soldi su iCrewPlay?

Koei Tecmo ha rivelato il nuovo capitolo Atelier della serie Arland: sarà intitolato Atelier Lulua: The Alchemist of Arland 4 e in Giappone arriverà nel 2019 su PlayStation 4 e Nintendo Switch.

 

Questo gioco è il sequel diretto della trilogia di Arland (recentemente rimasterizzata per PC, Switch e PS4) e vanta il character design di Mel Kishida e il gameplay perfezionato della trilogia stessa.

 

Il sistema di battaglia unisce elementi della trilogia di Arland con altri della trilogia misteriosa (Atelier Sophie, Atelier Firis, Atelier Lydie & Suelle). Il sistema di alchimia invece ritorna a meccaniche più semplici rispetto a questi titoli. Il sistema di raccolta degli ingredienti, infine, si ispira a quello di Atelier Totori’s.

 

La protagonista del titolo è Elmeria Frixell, conosciuta con il soprannome di Lulua. Questo personaggio si ricollega al primo capitolo della trilogia, essendo la figlia della protagonista Rorolina Frixell, conosciuta con il nome di Rorona. Lulua è una persona molto impulsiva che non pensa prima di agire e vorrebbe diventare un’alchimista come la madre. Al suo fianco c’è la sua amica d’infanzia Elpha Armster, la quale funge da assistente e guardiana; a differenza di Lulua, Elpha ha la testa sempre sulle spalle e fisicamente è abbastanza forte da poter brandire potenti armi in battaglia. In questo capitolo ritornano anche altri personaggi della trilogia, sebbene al momento Rorona non viva più con la figlia. Quest’ultima, spinta dall’amore per la madre, si allena con un maestro per diventare anche lei un’alchimista. Il gioco inizia con lei che ritrova un misterioso libro.

 

Tutti i principali titoli Atelier sono localizzati in occidente, quindi possiamo sperare che anche questo lo sarà.

 

Le prime copie fisiche del gioco conterranno anche un DLC bonus con un costume aggiuntivo per Lulua.

 

Ecco le immagini rilasciate finora:

 

 

 

 

In Giappone Atelier Lulua: The Alchemist of Arland 4 arriverà nel 2019 su PlayStation 4 e Nintendo Switch.

Fonte