Live #0: Di che colore sono i soldi su iCrewPlay?

Metal Gear Solid sulla prima PlayStation è stato per molti il primo titolo capace di far a posare il controller per metabolizzare quello che avveniva sullo schermo della tv. L’opera di Hideo Kojima con i suoi dialoghi maturi e tematiche complesse come ecologia, spionaggio, sacrificio e gli orrori della guerra è stato per molti il momento in cui per la prima volta si è preso coscienza delle potenzialità del medium videoludico.

 

Non è una sorpresa quindi il numero di tributi per il titolo, che in questa settimana ha compiuto venti anni.
Uno di questi riesce però a stupire più degli altri, riportandoci con la mente a quegli anni di gamepad grigi e memory card a blocchi: Erasmus Brosdau, artista e direttore artistico per titoli come Homefront: Revolution Ryse: Son of Rome ha ricreato il filmato iniziale di Metal Gear Solid in Unreal Engine 4. 

La nostalgia è forte sin dalle prime note introduttive del motivetto che accompagnava i titoli, e non fa che aumentare sentendo il briefing del colonnello sulla situazione di Shadow Moses (anche se, probabilmente, molti avranno più chiara nella memoria la versione italiana con le voci di Alessandro Ricci e Angelo Cola). Quando il trailer arriva nella parte finale, non si riesce a far meno di pensare che sarebbe stato bello avere più di un trailer fanmade.

 

 

Il futuro della saga è incerto vista l’attuale direzione scelta da Konami, ma continuate a seguirci per novità ed informazioni su Metal Gear.

 

 


Fonte