Don't Be So Serious - Speciale Death Stranding (Spoiler!)

Durante il San Diego Comic-con, il team di Insomniac Games e alcuni creativi del team Marvel hanno parlato a lungo del loro titolo di prossima uscita con protagonista l’amichevole Uomo Ragno di quartiere, Spider-man.

 

Durante l’evento, hanno parlato del titolo Bill Roseman (Executive Creative Director di Marvel), Bryan Intihar (Creative director di Insomniac Games), Jacinda Chew (Art director) e Ryan Smith (Game Director), hanno commentato alcune fasi dello sviluppo.
La prima parte su cui hanno deciso di concentrarsi è stato il movimento: volevano assicurarsi che viaggiare tra i palazzi della città dondolandosi appesi al filo di una ragnatela fosse divertente e intuitivo, anche in mezzo a palazzi dalla forma più complessa. Hanno lavorato su un tutorial che permettesse di gestire fin da subito il sistema di movimento, facendo sentire il giocatore padrone degli spostamenti nella città. Hanno prestato particolare attenzione anche allo spostamento a terra, e a come passare rapidamente dalla strada al muro in caso di ostacoli.
Anche passare in mezzo ad edifici e uscite d’emergenza aggiunge realismo all’esperienza. Infine, hanno dovuto realizzare un sistema di telecamere che tramite zoom ed effetti visivi trasmettesse il senso di velocità dei movimenti.

Il combattimento invece è stato più problematico. Gli sviluppatori di Insomniac volevano che i giocatori fossero capaci di esprimersi anche nel combattimento, e ci sono voluti diversi tentativi perché tutti i pezzi del puzzle andassero al loro posto creando un combat system fluido e che permettesse di sfruttare le potenzialità delle ragnatele di Spider-man, che potranno essere usate in vari modi.
Parlando di ragnatele, il design degli spara ragnatele è stato creato da un designer industriale perché sembrasse più realistico. In abiti civili, gli spara ragnatele sono indossati tramite dei braccialetti, ma possono essere smontati e installati nelle varie tute disponibili per Spiderman. L’art director Chew spera  di poter pubblicare i design online, una volta che il gioco sarà uscito.

 

Parlando di tute, queste permetteranno di ottenere poteri particolari, ma per permettere al giocatore di scegliere la tuta che preferivano senza dover pensare all’aspetto, una volta sbloccata una tuta e l’aspetto corrispondente si potrà indossare l’aspetto preferito conservando il potere speciale.
Il team ha realizzato molte più tute di quanto si aspettassero, perché uno dei designer del gioco insisteva con il voler inserire nuovi design man mano che proseguivano nello sviluppo.
Nel realizzare queste tute, si è cercato di mantenere un senso di realismo e credibilità. Per esempio, l’enhanced suit è composta da parti rosse che servono a sostenere i muscoli, da parti blu flessibili, e da parti bianche che includono la tecnologia di supporto usata da Spider-man.

 

Riguardo il design generale del titolo, dagli ambienti della città di New York, a Spider-man, e ai villain che incontrerà nel gioco, il team ha cercato di rendere omaggio alla tradizione ma allo stesso tempo di realizzare qualcosa che potesse essere nuovo e originale. La maschera di Electro, per esempio, è stata sostituita da una cicatrice sul suo volto, e per quanto la sua tuta conservi i distintivi colori giallo e verde, il design è stato cambiato per renderla più moderna. Altri sforzi per realizzare una città più autentica sono stati fatti assumendo artisti di graffiti per far disegnare i graffiti che si troveranno per le vie della città.

 

Durante lo scorso week-end, sono anche stati mostrati alcuni trailer sul gioco in arrivo, incluso uno sulla storia del titolo.

 

 

Spider-man sarà disponibile per PlayStation 4 dal 7 Settembre 2018. Continuate a seguirci per novità ed informazioni dal mondo videoludico. 

Fonte