News
di Giuseppe Vecchio
il 26 aprile 2018, 21:48
in Comunicati Stampa, News

Bandai Namco Entertainment tramite comunicato stampa, rilascia nuove informazioni per God Eater 3 che includono un nuovo Aragami e nuovi God Arc.

 

NUOVI ARAGAMI E CATEGORIE DI GOD ARC PER GOD EATER 3!

 

BANDAI NAMCO Entertainment Europe ha svelato oggi maggiori dettagli su GOD EATER 3, titolo previsto per PlayStation 4 e PC.

Il più recente Aragami in GOD EATER 3 è chiamato Havakiri ed è stato scoperto nelle Ashland. Havakiri combina la forza delle sue gambe meccaniche con la bellezza della parte superiore del suo corpo, che ricorda le fattezze di una donna. Può saltare alle spalle del suo avversario e abbatterlo grazie alle sue spade lucenti.

Inoltre, sono stati annunciati alcuni dettagli sulle categorie delle armi God Arc:

  • Heavy Moon: Un’arma a due mani dalla forma simile a quella della luna. Può anche essere trasformata in un’ascia per sferrare potenti attacchi particolarmente efficaci contro le armature degli Aragami.
  • Short Blade: Mette enfasi su velocità, mobilità e attacchi multipli
  • Long Blade: Permette di passare istantaneamente da attacco a schivata
  • Buster Blade: Sovrasta gli Aragami grazie alla sua incredibile potenza
  • Boost Hammer: Specializzata in attacchi a corto raggio
  • Charge Spear: Perfetta per attacchi e spostamenti veloci
  • Variant Scythe: Può attaccare da 3 differenti distanze grazie alla possibilità di allungarsi
  • Assault Gun: Può fermare un Aragami dal continuare a muoversi grazie a una cadenza di fuoco costante e rapida
  • Snipe Gun: Usa proiettili da cecchino a lunga distanza e permette al giocatore di nascondersi dagli Aragami grazie alla mossa “Stealth Field”
  • Shotgun: Provoca moltissimi danni da distanza ravvicinata
  • Ray Gun: Sostituisce una parte delle abilità della vecchia Blast Gun e produce ingenti danni a qualsiasi distanza

GOD EATER 3 sarà disponibile su PlayStation®4 e PC.

 



due parole sull'autore
Grande appassionato di JRPG, ma non dice di no se si tratta di altri generi. Ha iniziato a giocare all'età di 5 anni con la sua prima console portatile, il GameBoy e poi passato al mondo PlayStation, ma il primo amore non si scorda mai e dura tutt'oggi. Stufo di aspettare in eterno localizzazioni di giochi che non si vedranno mai in occidente ha intrapreso la via dell'import, causa di grandi sofferenze al suo portafogli
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su