Speciale
di Guido Avitabile
il 30 aprile 2018, 16:51
in Speciali

Seven Sisters da un’occhiata complessiva sulle gioie e i dolori di essere Figlio Unico

Distribuito in America e Gran Bretagna su Netflix lo scorso anno, Seven Sisters (What Happen to Monday?) arrivò in Italia al cinema, e al momento è disponibile da circa un mese in home video grazie a Koch Media. Il film di Tommy Wirkola (Hansel & Gretel Cacciatori di Streghe, Dead Snow) ci getta in un mondo grigio e disperato, che ruota attorno ad una legge crudele ma necessaria per la sopravvivenza dell’umanità.

Seven Sisters- Special Edition (2 Blu-Ray+ 7 cards da collezione)
Di: Koch Media
Data di uscita: 22/03/2018
Prezzo: EUR 19,69
Acquista su Amazon
Ma Seven Sisters è un giusto intrattenimento?

Il mondo in cui è ambientato Seven Sisters è in un ipotetico anno 2073, e la sovrappopolazione è più seria di quanto sembri. Carestie e disastri naturali hanno portato l’uomo a sperimentare con la genetica,  con conseguenze al cibo modificato, parti plurigemellari e ulteriori nascite. La soluzione è diventata il problema, costringendo i governanti ad attuare il Protocollo Figlio Unico, e  ibernare in un crio sonno tutti i fratelli e le sorelle in attesa di un futuro migliore. Dopo aver perso la figlia a causa di un parto plurigemellare, Terrence Settman (Willem Dafoe) decide di nascondere le sette neonate al Governo per i successivi trent’anni.

Un’insieme di regole, per permettere alle nipoti di non dare nell’occhio. Ognuna potrà uscire un solo giorno della settimana, quello di cui portano il nome. Ogni sera dovranno raccontare alle sorelle la propria giornata, così da non rischiare domande insidiose. Dentro la casa potranno vestirsi e vivere come vogliono, ma fuori dovranno tutte assomigliare a Karen Settman, l’identità che le accomuna. Infine, se una sorella si fa male, le altre dovranno volenti o nolenti farsi gli stessi danni al corpo. Le ragazze vivono quindi una vita all’insegna delle regole dettate dal nonno per i successivi trent’anni. Karen Settman  è una donna di successo in vista di promozione, ma quel Lunedì, la sorella non torna a casa, mettendo in allarme le altre sei gemelle.

Seven Sisters ha delle buone idee, ma si perde in qualche ingenuità di troppo.

Condividi

 

Una dopo l’altra, le sei ragazze, tutte interpretate da Noomi Rapace, cercheranno di capire che fine ha fatto Lunedì, ripercorrendone i passi e gli incontri. Il tutto si trasformerà molto presto in un inseguimento pieno di sangue, perché il bureau ha scoperto il segreto della famiglia Settman. Seven Sisters tiene un buon ritmo per le  due ore complessive, tra inseguimenti e colpi di scena molto ingenui,  non c’è molto spazio per vere sorprese.

seven sisters

A guidare il cast c’è Noomi Rapace, già vista in Uomini che Odiano le Donne,  e interprete di ognuna delle sette sorelle. L’attrice riesce a differenziarle portando per ciascuna un aspetto tipico, che sia la fisionomia o il carattere. A Glenn Close invece il ruolo della cattiva Dottoressa Cayman, pronta a tutto per assicurare un futuro migliore all’umanità. Piccola ma importante parte per Willem Dafoe, protagonista solamente dei flashback delle sorelle ma importantissimo per la trama di Seven Sisters.

Ben fornita la versione home video, composta da due blu-ray ed un set di cartoline con le sette facce della  Rapace. Nel disco adibito ai contenuti speciali oltre agli immancabili dietro le quinte ed interviste, troviamo uno speciale sul doppiaggio e sugli effetti speciali.

Scoprire che fine ha fatto Lunedì potrebbe portarvi via meno del previsto, arrivare  ai titoli di coda non vi peserà in ogni caso. Il film di Wirkola ha molte idee da mostrare, purtroppo però si perde nella realizzazione, non sforando mai dal percorso preimpostato.
Tutte le critiche alla sovrappopolazione,  alle carestie, agli esperimenti genetici sul cibo, vengono messi da parte per la vita di Karen Settman, lasciando una sensazione di incompiuto su molte buone idee.

 Seven Sisters rimane un buon action per una serata di pioggia, pur non lasciando  il segno.

  • Attori: Glenn Close, Willem Dafoe Noomi Rapace
  • Formato: Blu-ray, Edizione del collezionista, PAL, Schermo panoramico
  • Audio: Italiano (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua: Italiano
  • Sottotitoli: Italiano
  • Regione: Regione B (Maggiori informazioni su Formati Blu-ray.)
  • Numero di dischi: 2
  • Studio: Koch Media
  • Data versione DVD: 22 mar. 2018


due parole sull'autore
Assuefatto giocatore fin da quando non aveva neanche un pelo sul mento, ha coltivato la propria passione con lo stesso amore con cui cura la propria barba. Molti lo definiscono un Nintendaro senza speranza, senza contare gli oltre quattromila trofei presenti sull'account PSN e gli oltre 370 giochi su Steam (quanti di questi effettivamente giocati non lo sa neanche lui).
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su