News
di Luigi Peccerillo
il 10 marzo 2018, 15:47
in News

Una delle novità più interessanti di Ni No Kuni II: Il Destino di un Regno è la modalità Kingdom Building, che similmente ad un gestionale permetterà al giocatore di costruire letteralmente il regno.

 

Le nuove immagini rilasciate oggi ci mostrano alcuni degli edifici costruibili.

Si inizia con il Laboratori delle Armi e il Laboratorio delle Armature, che come suggeriscono i nomi, serviranno a produrre e potenziare armi ed armature.

Naturalmente il giocatore dovrà avere i materiali necessari e con il proseguire dell’avventura si potranno anche riattivare le abilità nascoste delle armi.

Il Laboratorio Magico permetterà invece ad Evan di studiare e migliorare i suoi incantesimi, mentre nell’Atelier degli Higgledies sarà possibile far nascere e potenziare gli spiritelli.

L’Altare della Dispersione può essere usato da un personaggio di nome Mei Sha, e servirà a disperdere le maledizioni degli oggetti lasciati dai nemici. Gli oggetti maledetti sono inutili se prima non vengono purificati.

Il Teatro Sinfonico è il luogo dove lavora il musicista Georgios, il quale potrà suonare le tracce musicali del gioco se il giocatore gli darà degli oggetti chiave.

Il Centro di Addestramento servirà per addestrare le truppe per le schermaglie mentre il Centro Spedizioni addestrerà i raccoglitori.

Saranno infine disponibili strutture più convenzionali come ristoranti, fattorie o negozi generici.

 

Nel gioco saranno presenti dei mostri magici, più grandi e potenti di quelli comuni. Sono distinti da un’aura malefica che li circonda. Sconfiggendoli si ricaveranno oggetti potenti. Inoltre ci sono delle ricompense se viene ucciso un certo numero di questi mostri.

Un altro personaggio importate è Zio Higgledy, che aumenterà le statistiche del gruppo in cambio di particolari pietre che si troveranno nel corso dell’avventura.

 

Ni No Kuni 2: Il Destino di un Regno uscirà il 23 Marzo per PlayStation 4 e PC.

 

 



due parole sull'autore
Vive in un appartamento sudicio di un grande complesso residenziale nella periferia della megalopoli di Neo Caserta. Passa il suo tempo a videogiocare e a guardare film, di ogni tipo, tranne i giochi sportivi e i cinecomic, che sono stati proibiti dal governo per perseguire il "Progetto per il Perfezionamento dell'Uomo".
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su