News
di Andrea Lingua
il 25 Febbraio 2018, 12:19
in News

Non si vede tutti i giorni un gioco di ben sedici anni fa che viene aggiornato, ma questo è il caso di Warcraft III. Questa notizia ci giunge da Pete Stilwell, un senior producer di Blizzard Entertainment, il quale ha diffuso anche alcuni dettagli a riguardo.

 

I cambiamenti più rilevanti saranno principalmente lobby da 24 giocatori e il supporto per monitor in 16:9. Per gestire l’espansione delle lobby da 12 a 24 giocatori sono stati rivisitati e aggiunti vari colori per i team. Lo schermo ampliato invece è un ovvio e molto gradito miglioramento rispetto agli standard del 2002; a tal proposito sono anche state aggiunte le colonne nere laterali nei menù per evitare quel fastidioso effetto di allungamento e altri dettagli nelle schermate di gioco.

 

 

Inoltre Blizzard ha anche lavorato sul bilanciamento e apportato modifiche a vari eroi e mappe a tale scopo. Sono cambiamenti minimi: l’obbiettivo non era quello di stravolgere il gioco, ma di migliorarlo dove il bilanciamento non fosse soddisfacente. Infine, per gli utenti più creativi, sono stati apportati anche miglioramenti e cambiamenti al World Editor del gioco.

 

Stando a quanto riportato nel post, potrebbe essere però che Blizzard abbia in mente ancora altro. Questo annuncio ha suscitato fermento nei forum Blizzard e fatto sperare che queste siano manovre di mercato in vista di un remake del titolo, come nel caso di Starcraft: Remastered, ma questa è solo un’idea e una supposizione dei fan.

 

 

 

Warcraft III: Reign of Chaos è stato rilasciato il 3 luglio 2002 e la sua espazione Warcraft III: The Frozen Throne il primo luglio 2003, entrambi in esclusiva per PC e Mac.


due parole sull'autore
Insaziabile amante dell'universo nerd fin dai tempi remoti in cui poneva le radici delle sue passioni costruendo elmi con le confezioni dei pandori per immedesimarsi negli eroi dei suoi giochi di ruolo preferiti dell'Amiga; cresce insieme alla sua esperienza videoludica che si dirama in vari generi, spinta dalla sua brama di conoscenza e dalla sua insaziabile curiosità; non sa dove lo potrà condurre il destino, ma sa che in qualsiasi situazione potrà contare su questa passione, inamovibile e viva come l'albero del mondo Yggdrasil, perno della mitologia norrena che da tempo lo affascina.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su