Speciale
di Guido Avitabile
il 16 febbraio 2018, 15:37
in Speciali

È giunto il momento di dare l’ultimo saluto allo Sherlock di Benedict Cumberbatch

A poco più di un anno dalla messa in onda del terzo episodio della quarta stagione, arriva l’amara conferma di BBC, non vedremo più lo Sherlock di Benedict Cumberbatche il Watson di Martin Freeman.
La moderna Londra di Steven Moffat e Mark Gatiss potrà pure non avere più spazio, ma i dodici episodi (più il film- L’abominevole sposa) rimarranno nell’immaginario Geek, per molti anni a venire.

In occasione dell’uscita della quarta stagione in Blu-ray e del cofanetto che comprende tutta la serie, grazie a Koch Media, torniamo per l’ultima volta al fianco di Sherlock, per analizzarne i  contenuti speciali  che vi potrebbero spingere ad acquistarlo,  sempre che non, o nonostante, abbiate Netflix.
Se invece vi interessa una panoramica dell’ultima stagione, il nostro britannico Antonino Lupo,  ne scrisse già 365 giorni fa.

speciale
Sherlock Stagione 4 – Le vere Cascate di Reichenbach?
ATTENZIONE: la seguente analisi abbraccia l'intera quarta stagione di Sherlock nel suo complesso. Per questo motivo, è inevitabile che il testo sia costellato di spoiler qui e là, sebbene la trama dei singoli episodi non venga approfondita nel d...
Dietro le quinte del problema finale

Se nel primo dei due Blu-ray troviamo ad accoglierci solamente gli episodi della serie,  l’altro ci mette davanti oltre al finale di Sherlock, una sfilza di documentari interessanti e ricchi di informazioni aggiuntive.
A fare la parte del leone sono sicuramente i “Dietro le Quinte“, veri e propri mini-episodi aggiuntivi in cui cast e crew smontano scena per scena le ultime tre avventure di Sherlock e Watson.
Se scoprire come è stato per Sian Brooke interpretare le diverse scene di Euros, o come è stato accolto il ritorno sul set di Andrew “Moriarty” Scott, non vi dovesse interessare, il blu-ray vi offre anche un tour del naso di Mark Gatiss, tramite video-diari dell’Attore-Regista.

Molto più brevi ma allo stesso tempo più intimi, con tanto di saluti al termine delle ultime scene girate de “Il Problema Finale”,  i diari di Gatiss si accostano a una costruzione del set in Time-lapse, e ad un’intervista allo stesso attore, a fianco dell’inossidabile Steven Moffat, che punta i riflettori sulle pagine dei libri di Doyle.

 

Sapendo che la serie non tornerà, ogni parola di Gatiss, Cumberbatch, e del resto degli attori assume  un’ulteriore velo di malinconia, sbiadito dalla possibilità di tuffarci quando vogliamo nelle tredici avventure  che ci hanno accompagnato per quasi dieci anni.

È buffo anche vedere come è cambiato Sherlock (e Benedict Cumberbatch con lui) nel corso di queste quattro stagioni, come Moffat e Gatiss abbiano delineato un personaggio storico, dandone la propria accattivante visione, e come ne abbiano rivoluzionato il cast  sempre nel rispetto (più o meno evidente) del canone.

Quindi tocca prenderlo?

Senza giri di parole, se la serie di BBC One è entrata a far parte della vostra vita e volete approfondirne il making of, non vi lascerà delusi.

Al contrario, se vi basta accendere Netflix e selezionare il vostro episodio preferito, potete lasciarla sullo scaffale, sedendovi sul divano e passando al prossimo show.

In ogni caso sta a voi decidere come vedere o se rivedere, le avventure moderne di Sherlock Holmes.

 

  • Attori: Benedict CumberbatchMartin Freeman
  • Formato: Blu-ray, PAL, Schermo panoramico
  • Audio: Italiano, Inglese
  • Lingua: Italiano, Inglese
  • Sottotitoli: Italiano
  • Regione: Regione B (Maggiori informazioni su Formati Blu-ray.)
  • Numero di dischi: 2
  • Studio: Koch Media
  • Data versione DVD: 18 gen. 2018

 



due parole sull'autore
Assuefatto giocatore fin da quando non aveva neanche un pelo sul mento, ha coltivato la propria passione con lo stesso amore con cui cura la propria barba. Molti lo definiscono un Nintendaro senza speranza, senza contare gli oltre quattromila trofei presenti sull'account PSN e gli oltre 370 giochi su Steam (quanti di questi effettivamente giocati non lo sa neanche lui).
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su