Gameromancer DLC #1: un cancro di nome Steam

La prossima opera fantasy che avrà luogo sul palcoscenico di Netflix sarà la serie The Witcher, ispirata agli omonimi videogiochi e libri. Di recente il direttrice creativa Lauren Schmidt Hissrich ha rassicurato i fan affermando che i contenuti e la verosimiglianza non saranno diluiti per raggiungere un compromesso con il formato della trasposizione televisiva.

 

Il dubbio era stato esposto su Twitter dall’utente Clemens, il quale aveva scritto:

 

Spero non diluiscano l’ambientazione aspra che rappresenta il periodo medioevale. Il mondo del Witcher non è un mondo gioioso dove tutti sono felici. Geralt è un’adeguata voce della ragione, è importante che il mondo sia una versione credibile della Polonia medioevale.

 

Hissrich ha risposto:

 

Non sarà annacquata. Ti do la mia parola.

 

 

 


 

Da quando è stato annunciato che il compito di scrivere la serie è affidato a Hissrich, i fan le stanno facendo pressioni e domande di vario tipo. In risposta lei sta postando immagini su Twitter per mostrare come sta facendo prendere forma al background.

 

 

Nel corso del dicembre appena concluso, la scrittrice ha anche svelato da dove trae ispirazione per alcune delle sue idee. A questo scopo, ha citato alcuni libri di Andrzej Sapkowski, come Blood of Elves, The Last Wish e Sword of Destiny.

 

 

 

 

Al momento non ci è dato sapere nemmeno quando potremo vedere l’episodio pilota della serie The Witcher, ma continuate a seguirci per rimanere informati!

 


Fonte