DLC #2: Pokémon Sputo&Spada

Final Fantasy XV  è ancora sulla cresta dell’onda grazie anche alle espansioni e alle imminenti Royal e Windows Edition ma, nonostante ciò, il direttore del titolo Hajime Tabata e il suo team si sono già messi al lavoro su un nuovo lavoro, di cui per ora non conosciamo nemmeno il nome.

 

Nonostante le informazioni trapelate a riguardo di questo nuovo progetto siano a dir poco esigue, durante un’intervista a SBS Tabata lo dipinge come il frutto delle esperienze accumulate con Final Fantasy XV:

 

Inizialmente volevo rendere tutto un open world. Essendo stata questa la nostra prima esperienza nel creare un gioco di questo tipo, ci siamo resi conto che sarebbe stato impossibile considerare l’idea di spendere un quantitativo di tempo tale rischiesto per sviluppare questa tecnologia e questi contenuti.

 

Nello sviluppo dei giochi è essenziale fare chiarezza su cosa debba essere o meno implementato, sia sotto il punto di vista della tecnologia che sotto quello del lavoro. Per questo motivo nel momento in cui ho deciso di rendere Final Fantasy XV un open world, ho anche dovuto prendere la decisione di rimuovere Nifelheim da questo mondo aperto.

 

In seguito egli parla del modo di approcciarsi del team nei confronti dell’ultimo DLC e del fatto che ora vedano il gioco meno come un’esperienza fine a se stessa e più come un servizio duraturo:

 

Prima di ultimare i nostri piani per un lancio globale, avevamo deciso di proporre il gioco come un servizio, includendo i DLC dopo il lancio. Il motivo di questa scelta è stato la volontà di instaurare un rapporto a lungo termine con i giocatori che avrebbero acquistato il titolo, in modo che potessero divertirsi con esso per un lungo periodo di tempo. Sebbene questa manovra sia sicuramente a favore dei fan, allo stesso tempo pensavo che fosse necessario cambiare il nostro modo di operare sul mercato.

 

Questo approccio ha avuto un buon successo, tenendo conto di tutti i DLC dedicati ai personaggi, il multiplayer e le due nuove versioni del gioco che usciranno quest’anno. Per quanto riguarda il nuovo progetto, Tabata evidenza in che modo continueranno in questa direzione:

 

Ci stiamo focalizzando su un nuovo tipo di gioco che possa sfruttare ancora meglio le possibilità della IA e della tecnologia procedurale. Ora sappiamo che è richiesto un processo di produzione completamente diverso per un progetto dallo sviluppo su larga scala.

 

Come ultima cosa, ma non certo per importanza, aggiunge altri dettagli sul motore grafico e su cosa debba evolvere in futuro:

 

Sappiamo anche come si dovrà evolvere il nostro motore grafico in futuro. Tutti questi elementi che abbiamo acquisito da Final Fantasy XV saranno le basi per il nostro nuovo progetto; e questo dunque sarà un gioco che solo noi, con queste fondamenta, saremmo in grado di produrre.

 

 

 

Continuate a seguirci per ulteriori aggiornamennti sul nuovo progetto di Hajime Tabata, il direttore di Final Fantasy XV!

Fonte