News
di Daniele Di Rollo
il 30 gennaio 2018, 11:23
in News

Tra i molti capitoli della serie The Legend of Zelda su cui Eiji Aonuma ha lavorato, crede che l’ultima iterazione, Breath of the Wild, sia stato il capitolo più soddisfacente su cui lavorare.

 

Nell’ultimo numero di Game Informer Aonuma parla del processo che ha portato alla creazione dell’ultimo capitolo di Zelda, e secondo lui lo staff che ha lavorato al gioco ha reso molto piacevole la sua creazione. Aonuma afferma di come il team sia stato molto propositivo e abbia guardato al gioco sempre puntando al miglioramento, tutto ciò ha inoltre rassicurato il producer sulla qualità del prodotto finale.

 

Durante l’intervista viene chiesto ad Eiji di ricordare un particolare momento, o traguardo raggiunto durante lo sviluppo del gioco:

 

Sai, ho creato giochi di Zelda per quasi tutta la mia carriera, e i ricordi cominciano ad accumularsi. Comincio a dimenticarmi le cose, ma una cosa di cui sono sempre stato orgoglioso è il fatto che i giochi di Zelda sono sempre mirati a portare nuove sorprese e nuove cose da provare, nonostante ciò rimane sempre quell’atmosfera “zeldiana”, o come preferite definirla.

 

Lavorare su Breath of the Wild è stato davvero molto divertente – forse lo sviluppo di un videogioco in cui mi sono più divertito. Questo grazie al team. Erano sempre propensi a prendere iniziativa, e guardavano continuamente al gioco ponendosi di migliorarlo. Sono stati molto propositivi. Me ne sono accorto ogni giorno. Come producer, questo mi ha infuso molto coraggio, e mi ha fatto pensare “Okay, quest’idea potrebbe davvero funzionare”.

 

Le persone che hanno sviluppato questo videogioco non erano affatto agitate. Hanno sorriso per tutto il tempo in cui hanno lavorato sul gioco. All’inizio dello sviluppo con tutte le cose che c’erano da fare, ero effettivamente preoccupato – Avevo una faccia preoccupata. Ma nel momento in cui ho visto lo staff al lavoro, le preoccupazioni hanno cominciato a svanire. Stavamo affrontando nuove sfide, e le abbiamo sempre superate col sorriso. Penso di non aver mai lavorato in questo modo. L’esperienza dello sviluppo è stata così bella così come il gioco finale. Questo è qualcosa di cui vado veramente orgoglioso.

 

Ma sopra tutto questo, nel nuovo DLC, abbiamo inserito la moto che tanto desideravo. E con questo chiudo [ride].

 

The request must contain the parameter Signature.

 

Eiji Aonuma ha cominciato a dirigere la serie di The Legend of Zelda nel 1998 con Ocarina of Time. In seguito è passato al ruolo di producer, che ha ricoperto anche durante lo sviluppo di Breath of the Wild.

Eiji Aonuma parla di come sia stato piacevole lavorare con il team di Zelda Breath of the Wild. Rimanete con noi per nuovi aggiornamenti.


due parole sull'autore
Videogioca da sempre: stabilisce il monopolio casalingo del SNES a due anni, qualche anno dopo diventa collezionista compulsivo di Stelle su Super Mario 64 e un kartista temuto in tutto il Regno dei Funghi. Predilige i generi Platform e (J)RPG, ma adora comunque il videogioco in tutte le sue forme (tranne gli sportivi, quelli proprio no). Fanatico delle portatili, meglio non toccare il suo 3DS.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su