Lunediscord #2: Death Stranding, prima parte

Game Informer ci porta un’intervista esclusiva con Eiji Aonuma, produttore della serie di The Legend of Zelda, in cui hanno discusso riguardo al nuovo capitolo in uscita su Nintendo Switch.

 

Dato che The Legend of Zelda: Breath of the Wild è un progetto enorme, Game Informer si è chiesta se  fosse possibile unire il team di Switch con quello che ha lavorato per i titoli su 3DS come Link Between Worlds Tri Force Heroes. Aonuma ha così risposto:

 

“Il ritmo degli sviluppatori non dipende da quante persone lavorano in un team, quindi combinare i gruppi di lavoro non ne velocizza necessariamente lo sviluppo. Il team 3DS e il team Wii U hanno approcci differenti allo sviluppo di un gioco, perciò non voglio unirli e farli pensare insieme, al contrario preferisco che pensino a cosa possono portare su Nintento Switch dalla loro prospettiva.

 

Il team della console portatile non sparirà comunque a causa di Nintendo Switch. Switch permette all’utente di portare in giro la propria home console, ma questo non significa che lo sviluppo di giochi per 3DS sarà discontinuo.”

 

Game Informer ha poi chiesto se ci fosse la possibilità che il team di 3DS stesse quindi lavorando a un gioco per Nintendo Switch:

 

“Sì, c’è decisamente una possibilità. Ci sono sicuramente cose positive riguardo al mondo 2D e al gameplay intorno a un mondo 2D. A molti fan piace quello stile. Questo stile di Nintendo Switch, che è un evoluzione di gameplay, non è necessariamente preferito… Voglio che pensiate a questo come uno stile evoluto del 2D.

 

Riguardo al team 3DS, sto cercando di fare in modo che pensino ad un approccio evoluto del 2D.”

 

Continuate a seguirci per rimanere aggiornati sullo sviluppo di The Legend of Zelda: Breath of the Wild.

Fonte