Redazione ILVG

News Crytek chiude cinque dei suoi studi

Crytek, con l’obiettivo di “riconcentrarsi” sullo sviluppo di tecnologie e giochi innovativi, ha chiuso cinque dei suoi studi di sviluppo, rimanendo, a conti fatti, con due divisioni ancora operative, situate a Francoforte e Kiev.

La compagnia afferma di avere intenzione di continuate a sviluppare e lavorare su “IP premium”, facendo rimanere il CryEngine come “pilastro portante” della loro strategia, continuando a rilasciare aggiornamenti per il motore di sviluppo.

Inoltre, la società si impegnerà ad assicurare ai lavoratori degli studi chiusi una “transizione indolore ed un futuro stabile.”

Gli studi in questione sono i seguenti:

 

 

Vi lasciamo con la dichiarazione di Avni Yerli, co-fondatore della compagnia:

 

Subire questi cambiamenti è difficile e ci piacerebbe ringraziare sinceramente ogni membro dello staff uno ad uno – presente e passato – per il loro duro lavoro ed impegno verso Crytek. Questi cambiamenti sono parte degli step essenziali che stiamo affrontando per fare in modo che Crytek sia una azienda in salute e sostenibile, andando verso ciò che possa continuare ad attrarre ed allevare i migliori talenti della nostra industria. Le motivazioni di questo sono state comunicate internamente lungo il percorso. Ora ci stiamo concentrando interamente sui punti di forza che hanno sempre definito Crytek – sviluppatori di fama mondiale, il meglio della tecnologia e sviluppo innovativo di giochi, e pensiamo che andando verso questo processo impegnativo ci renderemo uno studio più attivo, sostenibile e affascinante, adatto per il successo futuro.

 

Per altre novità sulla situazione di Crytek e sull’intera industria videoludica, continuate a leggere le pagine di I Love Videogames.

 


Fonte

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

Tag:

#LiveTheRebellion