Pokémon Sole e Luna sono due titoli tra i più attesi dai giocatori in questa fine del 2016; mai come quest’anno la serie, nata nel 1996, provoca negli appassionati una spasmodica attesa, tanto da rendere impossibile la vita a negozianti vari alla ricerca di una copia pre-release. Purtroppo, però, non tutto è andato bene per i due giochi che, nelle scorse settimane, sono stati completamente svelati sul web molto prima della data di uscita. In questo speciale non riveleremo gli importanti dettagli della trama ma, piuttosto analizzeremo i cambiamenti nel meta-game competitivo rispetto a X/Y e Rubino Omega e Zaffiro Alpha.

 

Alola vuol dire Ciao
Sole e Luna richiederanno ai giocatori di girare per la regione e superare varie prove
Pokémon Sole e Luna sono ambientati nella regione di Alola, un arcipelago di isole simili alle Hawaii, e il nostro avatar arriverà lì direttamente da Kanto, ambientazione della prima generazione che fa da sfondo anche al post-game della seconda. Uno degli obiettivi di Sole e Luna sarà quello di effettuare il giro della regione e superare le varie prove, sostitute delle palestre degli scorsi giochi, per dimostrare di essere un buon allenatore di Pokémon. Durante questo viaggio la storia ci farà avere a che fare con la Fondazione Æther o ci spingerà a combattere i loschi piani del Team Skull, un gruppo “particolare” che dovremo sfidare più e più volte nel corso della nostra avventura. In mezzo a tutto questo ci saranno anche gli incontri con le misteriose Ultracreature e il grande mistero che circonda Cosmog, uno dei Pokémon che vedremo dall’inizio pur senza conoscerne l’origine o la funzione.

 

Nei vari trailer rilasciati da Nintendo prima dell’uscita abbiamo potuto ammirare anche alcune delle funzioni secondarie di Sole e Luna: il Festival Plaza, il PokéResort e l’Albero della Lotta. Il primo permette di allenare i proprio Pokémon e ottenere oggetti rari partecipando ai vari minigiochi, e serve da hub per le funzionalità online. Il Resort, invece, ci permette di utilizzare le nostre creature per attività varie, come la ricerca di pietre evolutive o allenamenti particolari; l’Albero della Lotta, infine, permette di combattere contro allenatori della regione di Alola o vecchie conoscenze (nel trailer son stati mostrati Rosso e Blu come esempi).

pokémon sole luna

 

Il duro martello della giustizia
Nintendo non è rimasta a guardare
Uno degli avvenimenti che hanno tenuto banco durante le scorse settimane tra i forum di videogiochi e i gruppi sui social è stato il leak di alcune copie della versione Luna. Non si sa la fonte del leak, ma, purtroppo, già dal giorno dopo erano presenti sul web le versioni scaricabili del gioco, e i pirati ne hanno subito approfittato per spulciare ogni singolo dettaglio, a partire dai modelli delle nuove creature fino ad arrivare a statistiche, dialoghi, nomi degli allenatori e tutto ciò che era presente all’interno delle cartucce. Nintendo non è rimasta a guardare, e negli scorsi giorni ha deciso di bannare permanentemente tutte le console che hanno avviato Sole & Luna avendo attiva la connessione e le funzioni online. Questo, però, ha toccato non solo i pirati ma anche i giocatori che, ignari, hanno comprato e poi avviato i due titoli. Molti utenti, infatti, hanno deciso di non aspettare il day one Europeo (fissato per il 23 Novembre) e sono partiti alla ricerca di una copia tra negozi più o meno famosi. Coloro che sono stati colpiti dal ban della console hanno cercato di contattare la propria filiale di Nintendo per avere più informazioni sul perché del ban e, come riportato da GBATemp, la compagnia ha deciso di non “sbannare” gli utenti, mettendo sullo stesso piano coloro che hanno comprato il titolo legalmente e i pirati che, invece, lo hanno scaricato molto tempo prima rispetto alla messa in commercio. Sui vari social, comunque, ci sono anche testimonianze di persone che sono riuscite, confermando il proprio acquisto alla compagnia, a farsi sbloccare la console, per poter utilizzare, così, di nuovo tutte le funzionalità che gli erano state precluse.

 

Nintendo ha deciso, quindi, di colpire indistintamente chi ha piratato il gioco e chi è riuscito a comprarlo prima della data di uscita; se questo da una parte (sul fronte della pirateria, nello specifico) può essere giusto e sacrosanto, dall’altra ci troviamo di fronte a un precedente pericoloso. Uno dei consigli che teniamo a darvi, ora, è quello di giocare a Pokémon Sole e Luna scollegati dalla rete internet, se siete in possesso di una copia comprata legittimamente.

 

Video Game Championship 2017: Novità e limitazioni
Dai leak che hanno circondato il web negli ultimi giorni, siamo passati alle rivelazioni di The Pokémon Company per quanto riguarda il regolamento del VGC (Video Game Championship) 2017. Per prima cosa, i giochi di riferimento saranno, ovviamente, Sole e Luna; non potranno essere usati, quindi, Pokémon non presenti nel Pokédex di Alola, e le creature prescelte dovranno essere per forza catturate nei due titoli di settima generazione. Alcuni Pokémon leggendari come Solgaleo e Lunala non potranno essere inclusi nelle squadre, così come anche nomi del calibro di Magearna e altri non ancora rivelati ufficialmente. Non saranno ammesse le mega evoluzioni, ma si potranno utilizzare, invece, i Cristalli Z. Ultima ma non per importanza, invece, la regola che sta facendo più discutere i giocatori più accaniti: ogni partecipante avrà un turno di 60 secondi per fare la propria mossa, che si cumuleranno fino a un massimo di 10 minuti a incontro; il primo ad arrivare a tale soglia sarà automaticamente dichiarato sconfitto. Ancora non è stato svelato il funzionamento effettivo di quest’ultima regola, e molti si chiedono se il timer terrà conto delle animazioni; in ogni caso, prevediamo comunque delle polemiche, vista la scarsezza d’informazione a circa due settimane dall’inizio dei primi tornei.

The Pokémon Company ha introdotto diversi cambiamenti nei tornei competitivi
Altra novità che interessa maggiormente i giocatori più ambiziosi è la nuova distribuzione di punti: sono cambiati i punti assegnati al giocatore che si guadagna il primo posto (e di conseguenza anche i giocatori con risultati minori), così come il numero di punti necessari a ottenere l’invito al torneo mondiale e il numero di Best Finish Limit. Per chi non fosse avvezzo con le Best Finish Limit, si intende il numero massimo di punteggi conteggiati per la classifica finale; per esempio, il BFL dei Regionali è di 4, quindi ogni giocatore può conteggiare solo i 4 punteggi migliori ottenuti nei Regionali, e i punteggi ottenuti in eccesso – se saranno più alti di quelli vecchi – andranno a sostituirli partendo dal peggiore. Appellandoci a qualche numero, mostriamo di seguito i cambiamenti più evidenti:

 

 

Punti minimi necessari ad ottenere l’invito al Campionato Mondiale (Giocatori Europei): aumentato da 275 a 500.

Prémière Challenge – Punti per il primo posto cambiati da 30 a 20. Quantità di giocatori necessaria per far diventare l’evento Enhanced (ora Elevated) cambiata da 65 a 40. BFL modificato da 6 a 2 per stagione (3 stagioni in totale). Costo invariato.

Campionati Regionali – Punti per il primo posto cambiati da 150 a 200. BFL, non più condiviso con il Mid-Season ma con gli Eventi Speciali, alzato da 3 a 4. Costo aumentato. Durata aumentata a 2 giorni.

Eventi Speciali – Punti per il primo posto 130. BFL, condiviso con i Regionali, di 4.

Mid-Season Showdown – Punti per il primo posto cambiati da 90 a 50. BFL, ora a sé stante, aumentato da 3 a 4. Costo aumentato.

Campionati Internazionali – Sostituiscono il vecchio formato “Campionati Nazionali”. Punti per il primo posto cambiati da 600 a 500. BFL alzato da 1 a 4. Prima gratuito, ora a pagamento.

 

 

pokemon-sun-moon-4

Surfin’ Raichu

A(s)lo(w)la
Pokémon Sole e Pokémon Luna costringeranno a reinventarsi strategicamente
Uno dei dati venuti fuori dal leak di qualche settimana fa riguarda il duro lavoro fatto da Game Freak per rivoluzionare i due titoli anche dal lato competitivo; questa è, infatti, “la generazione più lenta mai vista“, tanto da essere soprannominata “Aslowla” dai fan più accaniti. Più della metà dei mostri tascabili della settima generazione, infatti, possiede meno di 70 punti nella statistica velocità e questo condiziona pesantemente il meta-game, vista l’assenza, momentanea, di strategie che possano avvantaggiare un tipo di gioco con Pokémon del genere a disposizione. Game Freak ha creato un ambiente dove non si possono riportare le tattiche utilizzate fino a poco prima in un nuovo contesto, ma dove bisognerà piuttosto passare mesi e mesi a studiare le nuove creature e, sopratutto, i vari nerf che sono stati imposti dalla compagnia. Per chi è meno avvezzo all’ambiente competitivo, viene chiamato nerf un qualsiasi cambiamento atto a modificare negativamente un aspetto di un qualsiasi personaggio; è il caso di Aliraffica (Gale Wings): quest’abilità permetteva di aumentare la priorità delle mosse di tipo volante di un punto, ed era utilizzata solamente da Talonflame, un Pokémon già di per sé molto veloce (126 di velocità come statistica base) e pedina fondamentale in molti team due anni fa. Ora quest’abilità funzionerà solamente se Talonflame avrà tutti i suoi HP, rendendola praticamente inutile.

 

Un altro dei cambiamenti riguarda una delle mosse più utilizzate nei precedenti meta: Vuototetro. Questa mossa peculiare di Darkrai era utilizzabile anche da uno Smeargle che l’avesse copiata precedentemente tramite Schizzo. Ora, in Sole e Luna, questa tattica non funzionerà, visto che Vuototetro fallirà nel caso in cui venga utilizzata da un Pokémon che non sia Darkrai. Altro esempio ancora è il nerf ai danni di Gengar, Pokémon di tipo spettro/veleno molto utilizzato in passato grazie anche alla sua forma Mega, che ora perde l’abilità di utilizzare Levitazione (ottenendo in cambio Corpofunesto) e che quindi sarà praticamente demolito da mosse di tipo terra come Terremoto.

Questo mostra come Game Freak sia molto attenta al meta-game passato e invogli i giocatori a creare nuove strategie e trovare team in grado di sorprendere per giungere alla vittoria finale. A detta di molti, questi cambiamenti (e molti altri che è possibile leggere su forum specializzati come Smogon) sono l’aria pura che serviva alla branca competitiva di Pokémon per tornare a divertire, cosa che nel passato recente era scomparsa a favore dei team tutti uguali e pre-costruiti che la facevano da padrone nei vari tornei, dove il vincitore non era colui che aveva pensato il team migliore ma quello che aveva avuto più fortuna durante gli scontri decisivi.

 

dartrix-pokemon-sun-and-moon-656x489

Anche Dartrix è sorpreso dalle novità del competitivo

 
Speculazioni sulle Nuove Strategie
I giocatori più esperti che avranno intenzione di giocare nel circuito competitivo di quest’anno si saranno già informati sulle creature più performanti in questa nuova generazione. Oggi, una documentazione simile è possibile grazie a portali molto famosi come il celebre Serebii.net. Le seguenti ipotesi non sono state testate, ovviamente, quindi l’invito è di prendere tutto quanto con le pinze.

Vi forniremo di seguito una lista con delle creature che riteniamo possano essere utilizzate in determinate strategie.

 

Raichu è un Pokémon già utilizzato nelle competizioni grazie a mosse come Tuononda e Bruciapelo, che rendono suo il ruolo di supporto offensivo-veloce. La forma Alola avrà una presenza pressocché sicura, grazie a mosse come Psichico e alla sua abilità di raddoppiare la propria velocità se presente l’effetto Campo Elettrico. In combinazione con Tapu Koko o Tapu Lele, se utilizzabili, sarà portentoso.

Oricorio è un altro supporto veloce. Le sue peculiarità risiedono nel poter usare diverse mosse di sostegno o di “disturbo” come Altruismo o Strampadanza, oltre a poter utilizzare le mosse di “ballo” degli altri Pokémon. Senza contare la velocità che otterrebbe copiando ad esempio gli Eledanza e Petalodanza di un Lilligant, un attaccante speciale veloce che grazie anche all’abilità Mente Locale non subirebbe la confusione di Strampadanza, dando vita ad alcune combinazioni particolari.

Wishiwashi sarà una creatura difficile da utilizzare, ma le sue statistiche esageratamente alte potrebbero giustificare una strategia dedita a preservare i suoi punti vita per mantenerlo nella Forma Banco e fargli fare piazza pulita dei nemici. Comfey potrebbe aiutarlo nell’impresa con Primacura, che aumenta la priorità delle mosse curative come Floral Healing (il nome italiano ancora è ignoto).

Mudsdale è un difensore, ma dotato anche di un’alta potenza offensiva. La sua abilità Sopportazione può accrescere la sua difesa dopo aver subito un colpo. Non è noto se questa abilità possa essere attivata solo una volta per attacco, ma, in caso contrario, un Whimsicott alleato con Picchiaduro aumenterebbe a dismisura la difesa del Pokémon Terra.

Queste sono solo alcune delle possibili combinazioni che potrebbero essere prese in considerazione, ma è ovvio che devono ancora essere testate per sapere se saranno utilizzabili o meno in una partita reale.

 


 

Pokémon SolePokémon Luna saranno disponibili per Nintendo 3DS in territori europei a partire dal 23 Novembre, e c’è già parecchio “hype” che gira intorno a questo nuovo capitolo della serie Pokémon. Non resta che attendere l’uscita ufficiale del gioco, per vedere se gli sviluppatori saranno riusciti a riproporre efficacemente la formula della serie sotto una luce parzialmente rinnovata.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

Tag:

#LiveTheRebellion