Ep. 30: Respiri Keanu per non far rumore

Dopo quanto accaduto a dicembre in occasione dei Game Awards, durante i quali Konami ha impedito a Hideo Kojima di ritirare il premio Best Action Adventure per Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, sembra proprio che il karma abbia fatto il suo corso.

 

Durante la premiazione di stanotte ai D.I.C.E. Awards viene annunciato che Konami non è potuta essere presente, pertanto Kiki Wolfkill di 343 Industries dichiara che vorrebbe consegnare il premio direttamente a Kojima Productions.

 

 

Kojima ha inoltre ricevuto il D.I.C.E. Hall of Fame Award dall’Academy of Interactive Arts & Sciences di Las Vegas, consegnato dal suo amico Guillermo del Toro.

 

Il discorso di Kojima è stato semplice ma d’effetto: ha ricordato che quand’era bambino non esisteva una professione come “game designer” ed il suo sogno era di diventare un astronauta, un ranger safari, un ispettore di polizia o un regista. Ad un certo punto ha rinunciato a tutto questo e trent’anni dopo ha iniziato a creare videogame.

 

Da allora non ha smesso di credere che questa sia la sua vera vocazione. Grazie ai giochi i suoi sogni dell’infanzia sono diventati realtà: nei giochi puoi recarti nello spazio, proteggere la natura, investigare casi. Ed oggi è stato capace di ricevere un premio da un regista che ama e rispetta.

 

Ha concluso dicendo che continuerà la sua opera finché vivrà e continuerà a sognare mentre creerà nuovi titoli.

 

Potete trovare il video qui sotto, in cui Kojima parla inglese, cosa assai rara.

 

 

Una grande giornata per Hideo Kojima, dal quale speriamo di ricevere presto nuove notizie in merito al suo prossimo progetto in collaborazione con Sony. Continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti.

Fonte