Con la questione dell’esclusività temporale di Rise Of The Tomb Raider sollevata recentementePhil Spencer di Microsoft si ritrova a discutere sulle esclusive di terze parti, affermando che esse non sono “la parte più importante” del suo piano ” lungo termine”.

 

Il seguente estratto proviene da un’intervista al sito Cinese Gamecore, cui Spencer ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito:

 

La mia strategia riguarda più i nostri franchise First Party e investire su di questi, e ci saranno probabilmente meno accordi di esclusiva su contenuti di terze parti. Voglio mantenere forti relazioni con le terze parti, ma pagare per troppe esclusive su titoli provenienti da questi lidi non è la nostra strategia a lungo termine.

 

Quest’anno stiamo pensando a Halo 5, Gears Of War, Forza 6, Fable, e possiamo costruire la migliore line-up mai vista grazie ai franchise che possediamo noi. È grandioso avere Tomb Raider tra i nostri titoli in arrivo, ma vedrete più investimenti su progetti First Party alla Gamescom della prossima settimana: è quello il nucleo della nostra strategia.

 

Sembra, dunque, che Microsoft sia più intenzionata a investire su franchise già posseduti dalla compagnia, per il prossimo futuro.

 

Phil Spencer dichiara l’interesse di Microsoft nell’investire in titoli First Party, in futuro, per garantire una serie di franchise più omogenei su Xbox One. Restate sintonizzati per saperne di più!

Fonte

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

Tag:

#LiveTheRebellion