Ep. 30: Respiri Keanu per non far rumore

Con Metroid Prime: Federation Force, Nintendo vuole “espandere l’universo di Metroid.” Ecco le parole di Kensuke Tanabe, producer di Nintendo, che ha spiegato ad Eurogamer che il suo desiderio di creare un’esperienza cooperativa significava che Samus sarebbe dovuto andare nelle retrovie. Questo perché non avrebbe avuto senso far controllare ai giocatori diversi versioni dello stesso personaggio.

 

Tanabe ha anche commentato su come funzionino i rifornimenti su Federation Force ed ha parlato della trama.

 

Ecco un riassunto delle parole di Tanabe:

 

“[Metroid Prime: Federation Force] è un tentativo di espandere l’universo di Metroid. Giocando in quattro, non avrebbe avuto senso vedere quattro Samus! Il gioco sarà concentrato sul co-op, lavorando insieme come un team quattro giocatori. Sarà disponibile anche come esperienza in single-player.

 

Avrete l’opzione di scegliere che rifornimenti avere per la battaglia. Dovrete considerare però che ci saranno delle limitazioni su quante un personaggio ne potrà portare. Se porterete i Super Missile, allora sarete classificati come un tipo Warrior. Se avrete molte Repair Capsules sarete più un tipo Healer.

 

Ho sempre pensato ad una battaglia fra la Federazione Galattica ed i Pirati Spaziali. La serie Metroid Prime prende luogo fra Metroid 2 e Super Metroid, come avrete intuito. Quindi accade tutto nella stessa timeline, ma con una prospettiva differente.

 

“Sarà ambientato in un pianeta che la Federazione Galattica ha usato molto tempo fa. La trama coinvolge una battaglia per riprendere quel pianeta. Si scoprirà che i Pirati Spaziali ora risiedono in quel mondo e stanno costruendo un’arma da usare contro la Federazione Galattica. I giocatori combatteranno i Pirati Spaziali e li dovranno fermare.”

Metroid Prime: Federation Force uscirà per 3DS durante il 2016, continuate a seguici per ricevere ulteriori aggiornamenti!

Fonte