News
di
il 14 settembre 2017, 00:29
in Comunicati Stampa, News

NVIDIA annuncia, tramite comunicato stampa, l’uscita di nuove tecnologie GeForce Experience per potenziare i titoli sportivi come PES 2018.

 

 

La possibilità d’immortalare determinate azioni riveste un ruolo importante nella cultura dello sport, quindi, le tecnologie NVIDIA integrate in GeForce Experience, come Ansel e Highlights, possono davvero fare la differenza suititoli sportivi.

Con l’uscita di Pro Evolution Soccer 2018, ieri negli USA e a breve in Europa, i fan del calcio potranno immortalare le migliori azioni di gioco in modo semplice e divertente, “andare sul campo” per scattare foto da ogni angolazione, aggiungere filtri e condividere subito gli scatti anche sui social.

 

Premiato alla Gamescom come miglior titolo sportivo dell’anno, Pro Evolution Soccer 2018 (PES 2018) include importanti miglioramenti nei dribbling, nel controllo della palla e nella velocità ed è il primo gioco di sport a integrare NVIDIA Ansel.

Ansel è una modalità davvero rivoluzionaria che permette di scattare foto in-game da ogni posizione, migliorarle con filtri in post-produzione, ottenere immagini HDR e condividere i propri scatti a 360 tramite smartphone, PC oppure visore VR.

 

Ansel è una tecnologia allo stato dell’arte unica nel suo genere e sta guadagnando sempre maggiori consensi da parte di pubblico e addetti ai lavori, nonché un supporto sempre più ampio, tra cui spiccano i seguenti titoli: Agents of Mayhem, ARK: Survival Evolved, Aven Colony, Bulletstorm Full Clip Edition, Conan Exiles, Dark and Light, Dishonored 2, For Honor, Formula Fusion, Kona, Hellblade: Senua’s Sacrifice, Mass Effect: Andromeda, Mirror’s Edge Catalyst, Obduction, Paragon, Pro Evolution Soccer 2018, Raiders of the Broken Planet, Snake Pass, Transformers Online, Tekken 7, Tom Clancy’s Ghost Recon: Wildlands, War Thunder, Watch Dogs 2, The Witcher 3: Wild Hunt, e The Witness.

 

E’ supportata, inoltre, nell’Unity Engine e nell’Unreal Engine come plug-in
e arriverà su Amazon Lumberyard.

 



due parole sull'autore
Divoratrice di libri, manga ed anime; gamer-girl a tempo perso. Il suo eclatante ingresso nel mondo della tecnologia avviene all'età di tre anni, formattando, non si sa come, il computer dello zio. La sua esperienza di videogiocatrice comincia osservando il padre cimentarsi con Prince of Persia e Quake, salvo poi ricevere un computer tutto suo per iniziare a giocare autonomamente. Preferisce il genere RPG senza ombra di dubbio e serberà per sempre nel cuore il ricordo dell'estate in cui fuse la prima Play Station I giocando Suikoden II tre volte di fila per assaporare la trama fino in fondo.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su