News
di
il 17 agosto 2016, 17:21
in News

Tequila Works, sviluppatore di RiME, ha annunciato The Sexy Brutale per PS4, Xbox One e PC. Il gioco uscirà nel primo quarto del 2017 e sarà sviluppato insieme ad un nuovo studio di sviluppo situato nel Regno Unito di nome Cavalier Game Studios.

 

Ambientato in un singolo giorno che si ripete all’infinito presso il “The Sexy Brutale” – antica casa inglese convertita a casino – il giocatore impersonerà il prete Lafcadio Boone. Per proseguire, Boone dovrà nascondersi, guardare e imparare le storie degli ospiti del luogo in modo da salvarli da un morte orrenda.

 

Scoprendo i momenti chiave e i metodi su come salvare ogni singolo ospite, Lafcadio potrà esplorare maggiormente il luogo, in modo da scoprire quale mistero cela il The Sexy Brutale.

 

Ecco i punti chiave del gioco:

 

  • Concetto unico di puzzle game – Ore di gameplay per un singolo giorno che potrà essere vissuto da punti di vista sempre diversi
  • Ascolta, guarda e impara affinché tu possa salvare gli ospiti.
  • Diverse aree da esplorare
  • Una storia piena di humor nero.
  • Cast esotico con 9 persnaggi.
  • Acquisisci poteri speciali salvando gli ospiti per proseguire nei meandri della casa.

 

Il CEO di Tequila Works, Raúl Rubio, ha aggiunto un suo commento con l’annuncio del gioco:

 

Quando Cavalier ci ha chiesto il nostro feedback per la build di The Sexy Brutale che ci hanno mostrato, ho subito capito che saremmo dovuti essere parte del progetto. Unendo il talento dei nostri team siamo fieri di aver creato un gioco intrigante che farà vivere ai giocatori un esperienza indimenticabile.

 

Anche il Design Director  di Cavalier Games, Charles Griffiths ha lasciato un commento:

 

Abbiamo lavorato molto affinché il concetto di The Sexy Brutale divenisse un gioco accessibile a tutti e che parli da sé, perché è questo quello che vogliamo.

 

The Sexy Brutale sarà disponibile su PC e console nel 2017.


due parole sull'autore

Grande appassionato di JRPG, ma non dice di no se si tratta di altri generi. Ha iniziato a giocare all’età di 5 anni con la sua prima console portatile, il GameBoy e poi passato al mondo PlayStation, ma il primo amore non si scorda mai e dura tutt’oggi. Stufo di aspettare in eterno localizzazioni di giochi che non si vedranno mai in occidente ha intrapreso la via dell’import, causa di grandi sofferenze al suo portafogli

Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su