Recensione Rayman 3 HD

Era il lontano 2003 quando su tutte le console della generazione arrivò il terzo capitolo di uno dei protagonisti Ubisoft più famosi di sempre: Rayman, l’eroe senza braccia ne gambe. A quasi dieci anni dall’uscita originale, Rayman 3 Hoodlum Havoc ritorna sulle nostre console ad alta definizione, abbandonando il sottotitolo per lasciare spazio ad un più chiaro e sintetico Rayman 3 HD.

VERSIONE TESTATA: PlayStation 3

Dov’è il mio Andrè?

È una notte tranquilla al Crocevia dei Sogni, o almeno è quello che pensano tutti gli abitanti, fino a quando un Lum nero malvagio di nome Andrè decide di disturbarne la quiete.
Questi vuole rubare il cuore del mondo, per poter creare un esercito potentissimo; Rayman si lancerà subito all’inseguimento insieme al fido Globox (l’amicone blu apparso per la prima volta in Rayman 2, n.d.r.) che, nel mezzo del caos scatenato dal capo dei Lum neri, finirà per ingoiare lo stesso Andrè.
Per poter curare Globox e liberarsi del nemico, Rayman dovrà far visita a dei dottori specializzati in malattie magiche, inizia così il viaggio di questo terzo capitolo.

Una lattina di detersivo per domarli tutti

I normali poteri di Rayman non basteranno contro l’esercito di Hoodlum di Andrè, deciso a tutti i costi a riprendersi il proprio capo dalla pancia di Globox; il nostro eroe dovrà quindi usare dei flaconi di detersivo, che gli permetteranno di trasformare i propri vestiti e gli concederanno temporaneamente nuovi poteri.
Le trasformazioni sono in tutto cinque e vanno dal Detersivo Rosso, che permette di potenziare i pugni e distruggere quindi le barricate Hoodlum al Detersivo Blu, che rende Rayman in grado di lanciare catene e dondolarsi tra speciali anelli sospesi nel vuoto, passando per il Detersivo Giallo, che permette a Rayman di usare le orecchie elicottero per volare più in alto.
Ogni detersivo ha una durata e un effetto differenti, sta al giocatore sfruttare le lattine per risolvere gli enigmi e ottenere più punti (del sistema a punti parleremo più in basso), spesso per sbloccare le lattine dovremmo sconfiggere  gruppi di nemici, oppure liberare i Teen (i maghi dell’universo di Rayman) dalle gabbie.

Rayman in HD… Più o meno.

Il gioco è stato completamente rimasterizzato, e il miglioramento grafico si nota ma siamo ancora ben lontani da una rimasterizzazione grafica perfetta: soprattutto negli ultimi livelli il gioco subisce cali di frame, ma resta comunque godibile e giocabile anche a dieci anni di distanza.
Il comparto audio è stato certamente rimasterizzato meglio del grafico, senza particolari arrangiamenti, mantenendo quindi la colonna sonora originale della vecchia versione.

Mi dispiace hai fatto troppi pochi punti!

Rayman 3 sfrutta un contatore di punti per ogni azione del giocatore, che uccidendo nemici, raccogliendo gemme, e trovando i collezionabili, potrà aumentare il suo punteggio, mentre ovviamente questo valore diminuirà nel caso dovesse subire danni, cadere nel vuoto o toccare pericoli ambientali. Sfruttando le lattine di detersivo, i punti raddoppieranno per tutta la durata del potere speciale, un altro modo per aumentare i punti e sconfiggere gli Hoodlum di seguito senza subire danni.
Raggiungendo determinate cifre potremo non solo vantarci con gli amici grazie alle classifiche online, ma anche sbloccare simpatici minigiochi, tra cui una rimasterizzazione in finto 2D di uno dei livelli del primo Rayman.
La parte più snervante di questo sistema è per i completisti/cacciatori di trofei-obiettivi, infatti servirà una vera e propria strategia di “raccolta punti” per  poter completare i capitoli al 100%.
Ovviamente questo non interesserà coloro che giocano solo per il gusto di farlo, infatti Rayman 3 HD resta comunque divertente e non è quasi mai noioso.

Tanti stili di gioco, un solo eroe

Il gameplay di Rayman 3 HD è variegato e va dal platform (che è alla base di tutta la saga), all’action negli scontri contro i boss, passando dalle fasi stealth (vi è un intero mondo da completare senza farsi vedere) a quelle di guida, fino ad arrivare persino all’FPS (grazie al Detersivo Arancio con cui controlleremo un razzo, e ad un mini-gioco dove impersoneremo Razoff il cacciatore).
Grazie al gameplay vario, alle battute che bucano la quarta parete, e alla fantasia dei creatori dell’universo di Rayman, Rayman 3 HD si rende giocabile a distanza di dieci anni, sia per coloro che non lo poterono giocare ai tempi, sia per quelli che lo avessero già finito, dimostrandosi un ottimo titolo della saga.

Verdetto
8 / 10
Melanzana senza braccia coi superpoteri
Commento
Personalmente non ho giocato a Rayman 3 Hoodlum Havoc e giocando la rimasterizzazione mi sono pentito amaramente di non averlo acquistato ai tempi. Rayman 3 HD è consigliato a tutti gli amanti dell'universo di Rayman, sia a coloro che lo hanno già giocato, sia a quelli che vi si sono avvicinati grazie al bellissimo Rayman Origins. Un titolo che non può mancare nelle vostre librerie digitali.
Pro e Contro
Risate assicurate
Porting ben eseguito
Gameplay vario e divertente

x Sistema a punteggi snervante
x Telecamera ballerina in alcuni livelli