Anteprima The Wonderful 101(Nintendo Showcase 2013)

Travolti dalla spettacolarità di Bayonetta 2 (qua trovate la nostra anteprima), spesso ci si dimentica che il binomio Platinum Games e Wii U non è sinonimo soltanto del secondo capitolo delle avventure della strega di Umbra. Annunciato all’E3 2012, e con un anno in più di lavorazione alle spalle rispetto alle nostre prime prove, siamo finalmente pronti a parlarvi di The Wonderful 101, che all’evento stampa di Nintendo Italia del 5 Luglio si è presentato in una forma ormai prossima a quella finale.

Il centounesimo… sei tu!

Inizialmente conosciuto con il titolo provvisorio di Project P-100, The Wonderful 101 è un particolarissimo action game “di massa”, diretto da Hideki Kamiya e prodotto da Atsushi Inaba. Il duo, già ai tempi responsabile della serie di Viewtiful Joe, ha prelevato tutta la follia, l’irriverenza, il citazionismo al mondo dei supereroi e dei sentai giapponesi che pervadevano il capolavoro Capcom, e sembra averli trasportati direttamente in un titolo dalle premesse profondamente diverse. A metà strada tra un classico hack ‘n’ slash di Platinum ed il Pikmin di Nintendo, The Wonderful 101 non ci mette nei panni di un eroe solitario, ma di un intero squadrone di 100 supereroi (il centounesimo è ovviamente il giocatore stesso). Utilizzando il touchscreen del GamePad di Wii U (od in alternativa lo stick analogico destro) potremo attivare vari poteri, trasformando il nostro squadrone in gigantesche armi. Disegnando un cerchio creeremo infatti un gigantesco pugno, con una linea retta una spada, con un angolo una enorme pistola, ed infine, potere non presente nelle build dello scorso anno, con una linea curva una frusta. I vari poteri potranno essere incrementati salvando dei cittadini. Toccando i vari civili in pericolo con una linea sul touchscreen, potremo garantir loro dei superpoteri in maniera temporanea, e questi andranno a rimpolpare le fila del nostro squadrone. Maggiore il numero di supereroi che avremo con noi e maggiore sarà la quantità di personaggi che potremo trasformare in armi, incrementandone la dimensione e la potenza. Una volta attivati i poteri il gioco si comporterà come un tradizionale hack ‘n’ slash, con il suo mix di combo date dall’alternanza di attacchi, salti e parate. Ogni potere avrà delle proprietà specifiche e sarà più adatto di altri ad affrontare certi avversari. Ad esempio, nella demo da noi provata, un miniboss era invulnerabile praticamente a qualsiasi attacco. Il trucco per sconfiggerlo consisteva nell’equipaggiare la frusta ed utilizzarla per strappargli pezzo dopo pezzo l’armatura, al fine di renderlo nuovamente vulnerabile. Il ritmo di gioco è frenetico, con una gran quantità di nemici a schermo, e tra combo, superpoteri, miniboss, sono rari gli attimi di tregua, solitamente scanditi da qualche puzzle ambientale che richiede l’uso di uno dei particolari poteri. Come lo scorso anno, e forse ancora di più, il gameplay ci è parso folle, avvincente e divertentissimo, confermando lo status di The Wonderful 101 vera e propria sleeper hit di Wii U.

Follie in multiplayer

Altra novità della versione da noi testata è stata l’introduzione di una modalità multiplayer locale a 5 giocatori. In questa modalità soltanto un giocatore utilizzerà il GamePad, mentre gli altri dovranno impiegare il fido Pro Controller. In questo caso al posto di disegnare sullo schermo le figure che attiveranno i poteri, il simbolo dovrà essere eseguito con lo stick direzionale destro, permettendo un’esperienza di gioco più omogenea possibile anche tra sistemi di controllo diversi. Inutile dire che se già in singleplayer TW 101 appare frenetico e delirante, il multigiocatore è una vera e propria apoteosi del chaos, in senso positivo. Ogni giocatore parte con un numero ridottissimo di supereroi in squadra ma potrà presto incrementarli salvando vari cittadini. Gli utenti dovranno quindi collaborare per sconfiggere ondate di nemici più rapidamente possibile, ed al termine della sessione, i 5 giocatori verranno valutati in base al loro punteggio. Sono inoltre presenti dei bonus stage ad ambientazione particolare come uno interamente contenuto in uno stadio da baseball. In questa particolare occasione ci ritroveremo ad utilizzare i nostri poteri per respingere attacchi avversari proprio come fossero palle da baseball, incrementando notevolmente la dose di varietà e di demenza del gioco. In generale le partite multiplayer si rivelano molto caotiche, e nonostante i vari giocatori siano distinti da diverse colorazioni, nelle fasi più concitate si finisce col perdere la cognizione di ciò che sta accadendo. Non si tratta di fattore di per se negativo però, perché il risultato finale è comunque divertente, e favorisce a costruire quell’atmosfera delirante di esagerazione che già caratterizzava Viewtiful Joe e che ritroviamo pesantissima in The Wonderful 101. Occasionalmente in multiplayer ci sarà la necessità di affrontare nemici più grandi e potenti, e qui il chaos farà spazio alla coordinazione tra giocatori. Sarà infatti fondamentale che uno degli utenti faccia da esca, per distrarre il bestione di turno, mentre gli altri si accaniranno sul suo punto debole.

Fluidità e stile

Dal punto di vista della grafica The Wonderful 101 si presenta con una visuale che ricorda quella di Pikmin, ma con telecamera fissa. Il gioco non è nelle intenzioni uno showcase di muscoli e potenza tecnica della console come altri dei titoli provati all’evento (su tutti: Bayonetta 2), ma si mostra al giocatore in maniera piacevole, con grafica magari non molto dettagliata, ma coloratissima e con decine e decine di personaggi a schermo, senza l’ombra di un rallentamento. I 60 FPS sono ormai un marchio di fabbrica Platinum Games, ed anche The Wonderful 101 non fa eccezione: grazie anche al suo look semplice, il titolo riesce a gestire in maniera fluidissima ed impeccabile anche le situazioni più improponibili e caotiche, sia in singolo che in multiplayer. Menzione speciale va ovviamente al character design ed allo stile adottato, che richiama quello del già citato Viewtiful Joe, in una ideale continuità stilistica.

Commento
Ancora più dello scorso anno, The Wonderful 101 ci è apparso come un titolo fantastico, con un gameplay davvero originale, un grande stile grafico, frenesia e divertimento a più non posso. Con una fluidità ed un'attenzione per il combattimento con l'indelebile marchio Platinum Games, TW101 è sicuramente uno dei titoli Wii U in arrivo a breve (l'uscita è fissata per il 23 Agosto) di maggior interesse. La paura maggiore è che il titolo venga ignorato dalla stampa e dal pubblico. La sua particolare natura impongono la necessità di una prova, per capire effettivamente il tipo di gameplay che il gioco offre, e le eccessive somiglianze (più a livello estetico che altro) con Pikmin 3 potrebbero danneggiarne le vendite presso i fan Nintendo più accaniti. Proprio per queste ragioni ci appare opportuno dire e ribadire che non è (solo) Bayonetta 2 il titolo Wii U di Platinum Games da tenere d'occhio.
Pro e Contro
Folle, frenetico e divertentissimo
Sprizza stile da ogni poro
Gameplay senza dubbio originale
Qualità Platinum Games

x Difficile capirne il gameplay se non lo si prova in prima persona
x Potrebbe soffrire l'eccessiva vicinanza con il lancio di Pikmin 3

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion