DLC #4: Death Stranding: audio analisi del trailer

Anteprima The Legend of Zelda

Nel 1992, sei anni dopo l’uscita del primo titolo della serie The Legend of Zelda, Nintendo pubblicò per l’allora attuale SuperNES un terzo capitolo che avrebbe rivoluzionato il genere e la saga stessa, e sarebbe stato ricordato negli anni a venire come uno dei migliori giochi della casa di Kyoto di sempre. A Link to the Past (da ora ALTTP) segnò una rivoluzione negli Zelda 2D, quasi quanto fece Ocarina of Time anni dopo su Nintendo 64 nel 1998, con una trama finalmente raccontata (a differenza dei primi due capitoli usciti per NES) e una vastità mai vista prima in un titolo della serie. Nel 2003 il titolo tornò per Game Boy Advance, con la simpatica aggiunta di Four Swords, conquistando nuovamente consensi e nuovi fan grazie alla rivisitata veste grafica e alla magnificenza del titolo in generale.
Arriviamo ai giorni nostri; durante il Nintendo Direct di mercoledì 17 Aprile, dedicato quasi completamente ai nuovi titoli per Nintendo 3DS, la Grande N lascia tutti a bocca aperta ancora una volta annunciando a sorpresa The Legend of Zelda per 3DS (il titolo è assolutamente ancora provvisorio, n.d.r.). Sebbene Eiji Aonuma l’avesse preannunciato un paio di mesi prima insieme al nuovo capitolo per Wii U, questo nuovo capitolo della serie abbandona la timeline di Toon Link (gli ultimi due titoli per portatile avevano, infatti, come protagonista il Link in cel-shading, n.d.Guido) e torna in quella di ALTTP, con un vero e proprio ritorno alle atmosfere del titolo che tanto piacque ai fan. Ieri 18 Aprile, ospite di Nintendo Italia in quel di Milano, ho potuto provare con mano questo nuovo capitolo e sono pronto a fornirvi un’anteprima con le prime impressioni su The Legend of Zelda 3DS.

A Link to the Sequel

Prendete con le pinze il titolo di questo paragrafo, dato che l’unica cosa che sappiamo sulla trama di questo The Legend of Zelda è che si pone nella stessa linea temporale di ALTTP, non sappiamo se prima o dopo ma Satoru Shibata, durante il Direct, ci ha confermato una trama tutta nuova e tanti nuovi dungeon. È strano parlare di linea temporale per la serie The Legend of Zelda, dato che fino all’anno scorso questa è stata tutta una teoria dei fan ma, dopo l’uscita di Hyrule Historia – il volume celebrativo della serie – possiamo finalmente collocare tutti i titoli al loro posto. Pur essendo il terzo capitolo della serie principale, ALTTP fa parte di una delle tre grandi ere parallele in cui sfocia il finale di Ocarina of Time: in questa linea temporale l’Eroe del Tempo Link è stato sconfitto da Ganondorf, che si è trasformato nel Re Demone, ottenendo la Triforza e ha soffocato Hyrule in un mare di tenebre. Anni dopo, un nuovo Eroe è chiamato a salvare Hyrule e la Principessa Zelda dal perfido Ganon, in un’avventura che il mondo difficilmente dimenticherà.
ALTTP sfruttava un’inquadratura a volo d’uccello, come il primo The Legend of Zelda, ed una grafica 2D che per il tempo risultò molto dettagliata e coinvolgente, oltre ad un mondo (o a due mondi, per essere precisi) vasto e ricco di sorprese. In The Legend of Zelda per 3DS torniamo a vagare nei prati di questa Hyrule, sebbene non sappiamo ancora se il titolo avverrà prima o dopo la sconfitta del terribile Ganon, sappiamo che questo nuovo titolo ci riserverà grandi sorprese.

Una nuova avventura per Link

Veniamo finalmente al sodo, parlando di The Legend of Zelda per 3DS: nella versione testata a Milano era possibile provare uno dei dungeon di gioco con tanto di scontro col Boss. La prima cosa che salta all’occhio in questo dungeon, strutturato in verticale, è il magistrale utilizzo dell’effetto 3D della portatile Nintendo e di come le differenti altezze saranno fondamentali per risolvere i puzzle di gioco. Nel dungeon provato, Link può colpire con il proprio martello delle pedane speciali, trasformandole in trampolini che ci proietteranno al piano superiore in un battibaleno.
L’inquadratura della telecamera resta a volo d’uccello, fino a quando non decidiamo di provare il nuovo potere del nostro eroe: premendo A vicino ad una parete, Link diventerà un disegno e potrá muoversi liberamente in orizzontale sui muri, raggiungendo piattaforme lontane oppure infilandosi in finestre sbarrate, in stile Paper Mario. Anche l’inquadratura cambierà dalla visuale a volo d’uccello in 2.5D, diventando dinamica e seguendo in modo sinuoso Link nel suo vagare per le pareti. Ovviamente, quest’abilità sfrutterà l’energia magica del nostro Eroe, e quindi avrà effetto limitato; come in ALTTP anche le frecce sfrutteranno la barra della magia, garantendoci una faretra sempre piena, a patto di avere energia magica a sufficienza.
Un’altra similitudine che riscontrabile con ALTTP è nell’attacco speciale di Link: quando abbiamo il contatore di cuori pieno, la nostra spada rilascerà un raggio di luce ad ogni fendente sferrato.
Infine parliamo del boss di fine dungeon, il vermone a cui bisogna colpire la coda, conosciuto dai fan della serie come Moldorm, e presente anche in ALTTP: come nel gioco per SNES e GBA, più danneggiamo un boss più questo si infurierà e cambierà colore, fino a diventare di un rosso acceso, simbolo del fatto che il cattivone sta per tirare le cuoia.

The Legend of Zelda per 3DS è previsto entro la fine del 2013 e, dopo questo piccolo assaggio, possiamo solo dire: “datecelo al più presto”! Così come noi, sicuramente anche voi non vedrete l’ora di toccare con mano questo nuovo epico capitolo della saga di Hyrule, per cui rimanete costantemente connessi a Matt’s Games per nuovi dettagli!

Commento
Mettere le mani sul nuovo The Legend of Zelda a neanche 24 ore dal suo annuncio ufficiale durante il Nintendo Direct è stata una piacevolissima sorpresa, ma mai quanto il gioco di per sé. Tornare nella Hyrule del mio primo Zelda, anche se solo per un dungeon, è stato come fare un tuffo nei ricordi che mi ha strappato più di un sorriso in fase di anteprima. Il sottoscritto, come la Redazione tutta del resto, non vede l'ora di mettere le mani sul gioco completo, per tornare al fianco di Link in questa nuova avventura. E voi?
Pro e Contro
Una nuova avventura nell'Hyrule di ALTTP
Effetto 3D sfruttato magistralmente
Gameplay svecchiato ma con lo stesso appeal del '92

x La data d'uscita...?