Speciale
di Pietro Iacullo
il 4 novembre 2018, 19:45
in Speciali


In questa puntata di Gameromancer:

  • Intro + Sigla [0:00]
  • Presentazione Ospiti – Bartlex: Pietro introduce i partecipanti, con qualche grande ritorno e un ospite esclusivo: Filippo Baglioni, di Bartlex [0:54]
  • Cos’è Bartlex? – l’ospite si prende qualche minuto per parlare di Bartlex, progetto da lui definito “Il Netflix dei Videogiochi”, e del suo eventuale futuro al di là delle copie fisiche [4:16]
  • Essere una Startup: l’ospite parla dei problemi e delle difficoltà nell’essere una startup in fase di crescita [12:28]
  • Il Progetto Bartlex tra Soluzioni e Logistiche: rispondendo a diverse domande del team, l’ospite parla di come Bartlex sta crescendo, e di quali siano i suoi approcci pratici ai problemi più comuni [24:44]
  • Beta Players: Guido e Filippo raccontano i retroscena dell’essere dei “Beta Tester”, ovvero: come fare soldi giocando ai videogiochi [32:58]
  • L’Editoria Online: in un’ultima parentesi, Pietro parla del mondo dell’editoria indipendente online, e di come le passioni non paghino l’affitto [41:08]
  • Outro: il futuro di Bartlex, le occasioni con I Love Videogames; saluti finali; sigla di chiusura [46:00]
  • Bloopers: il nostro webmaster riflette sulle potenzialità di una carriera per le strade, e trova il suo primo cliente; Guido ci regala immagini indimenticabili [49:02]
  • Insulti alla Regia [un po’ assenti]

gameromancer 23 cover bartlex soldi giocandoIl podcast videoludicamente scorretto torna dopo un mese di assenteismo ingiustificato con una puntata che vi colpirà… Il portafogli. L’episodio 23 di Gameromancer – intitolato, non a caso, Come far soldi giocando – è tutto incentrato sul come monetizzare la nostra passione per quei giochini elettronici visti di così cattivo occhio dalla scena politica nazionale. Perché si, il videogioco è anche opportunità di realizzarsi, come l’ospite di questa volta testimonia. Filippo Baglioni è infatti il co-fondatore di Bartlex, praticamente l’equivalente per il mercato del gaming usato di Netflix. Incuriositi? Premete play…

Ma non solo impresa e imprenditori, in questo episodio incentrato sul come far soldi giocando: l’onnipresente Filippo “Veschipedia” Veschi e il fido Guido “TiSpiezzoInDue” Avitabile infatti negli anni hanno studiato sistemi e sistemoni per cercare di alzare qualche euro pad alla mano. Si parla infatti anche di beta testing a pagamento, un mondo che nonostante il luogo comune che vede gli utenti diventati tester al ridosso dal day one esiste ancora, e non è per niente da sottovalutare come scelta di vita. Ma poteva mancare un po’ di autobiografia? In realtà si, ma visto che bisognava in qualche modo giustificare la presenza di Stefano “SenzaFrontiere” Calzati ce l’abbiamo infilata comunque: fresco fresco di collaborazione con The Games Machine infatti il prode Stefano spende qualche parole sul mondo dell’editoria online, ovvero sul farsi pagare scrivendo. Esperienza che ha affascinato un paio di volte anche la voce narrante di Gameromancer, quel Pietro *InserireBestemie* Iacullo che ha alle spalle esperienze da questo punto di vista ma che alla fine ha preferito rinunciare per essere preso per il culo in patria, ovvero su I Love Videogames, aggratis. Chiamatelo str*nzo (no sul serio, chiamatelo st*onzo, se lo merita!).



due parole sull'autore
Laureato con disonore in Informatica, tra una cosa e l'altra ha a che fare con la tecnologia praticamente da quando ne ha memoria. È il magnaccia a capo degli aspetti creativi del progetto, dal layout fino alle questioni autorali: la sezione Speciali è la sua Mother Base, e Gameromancer - il podcast videoludicamente scorretto il mezzo con cui terrorizza anche l'etere.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su