Speciale
di Pietro Iacullo e Antonino Lupo
il 4 giugno 2018, 09:48
in Speciali


In questa puntata di Gameromancer:

  • Intro + Sigla [0:00]
  • Presentazione Ospiti & Tema: in una puntata interna, il dream-team di Gameromancer si introduce con sobrietà e si appresta a parlare dell’E3 2018 [3:20]
  • E3 2018 – Pronostici & Date: l’interesse nella conferenza PC Gamer; la solitudine di Filippo; tema principale: le conferenze in ordine di data [6:28]
    • Electronic Arts (9 Giugno, 20:00): Battlefield V; titoli original; la morte di Battlefront II [8:04]
    • Microsoft – Xbox (10 Giugno, 22:00): speculazioni e previsioni; i nuovi Gears of War, Halo, Forza Motorsport [12:42]
    • Bethesda (11 Giugno, 03:30): Rage 2, DLC di Prey e alt(r)e aspettative [17:20]
    • Square Enix (11 Giugno, 19:00): Kingdom Hearts III e il mito della data d’uscita; NieR: Automata su Xbox One; Shadow of the Tomb Raider [22:21]
    • Ubisoft (11 Giugno, 22:00): Beyond Good & Evil 2 è ancora vivo? Probabili Watch Dogs 3, reboot di Prince of Persia (magari), seguito di The Crew (magari no) e un DLC per Mario & Rabbids [27:36]
    • PC Games (12 Giugno, 00:00): Devolver Digital. Punto. [32:34]
    • Nintendo (12 Giugno, 18:00): i nuovi Pokémon, Bayonetta 3, Super Smash Bros, Yoshi’s Island e Star Fox [34:46]
    • Sony (12 Giugno, 03:00): Sucker Punch e il suo Ghost of Tsukushima Fukushima Tsushima; Spider-Man; The Last of Us Part II; Death Stranding [45:04]
  • Outro: saluti finali; sigla di chiusura [53:32]
  • Bloopers: l’intervista a David Hayter; i successi di Konami; Detroit e i funghetti di Super Mario; Guido e il trillo di Skype; le raspe di Stefano [56:26]
  • Insulti alla Regia [un po’ ovunque]

gameromancer 20 guida pratica E3 2018Il podcast videoludicamente scorretto torna con una puntata tutte bestemmie, ignoranza ed E3 2018. I maestri della volgarità applicata al videogioco sono lesti ad approfittare dell’assenza di ospiti esterni, e non appena si allargano le maglie del controllo ecco che ritornano in pompa maglia le vecchie, sboccate e assolutamente anticonvenzionali maniere che hanno reso Gameromancer la vostra vergogna segreta.

Nessun esterno dalla redazione quindi, ma alla voce portante del Creative Director, conduttore, autore e ideatore del programma – sì, ha più titoli di uno dei Savoia a casoPietro Iacullo si affiancano il secondo in comando Guido Avitabile, lo stacanovista Filippo Veschi e uno Stefano Calzati che ormai conta più presenze fisse degli assenti storici. Il tema della puntata non poteva essere che l’E3 2018, con l’ovvio product placement del nostro Road To verso Los Angeles e il commento, conferenza per conferenza, di quelle che sono le aspettative, i rumor e più in generale tutte le chiacchiere attorno a quello che ci aspettiamo di vedere tra un paio di settimane. Non potevano di certo mancare frecciatine, commenti e ironie facili su alcuni degli annunci dell’ultima ora, qualche commento assolutamente random su Solo e su Star Wars e tante, tantissime offese al regista Antonino Lupo.



due parole sugli autori
Laureato con disonore in Informatica, tra una cosa e l'altra ha a che fare con la tecnologia praticamente da quando ne ha memoria. È il magnaccia a capo degli aspetti creativi del progetto, dal layout fino alle questioni autorali: la sezione Speciali è la sua Mother Base, e Gameromancer - il podcast videoludicamente scorretto il mezzo con cui terrorizza anche l'etere.
Nato e cresciuto nell'epoca d'oro della prima PlayStation, ha visto il susseguirsi di almeno quattro generazioni di console fin da quando era bambino, ed è fermamente convinto che non smetterà mai di viverle sulla propria pelle. Suo unico rimpianto: non essere nato abbastanza presto da vedere la nascita dei primi videogiochi. Coltiva segretamente la passione per la scrittura, che sfoga sulle pagine di I Love Videogames proponendo folli idee (aka: rompendo le scatole) agli altri redattori. Gestisce anche il podcast Gameromancer e la sezione Speciali.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su