Recensione
di
il

Quando una Software House si migliora di prodotto in prodotto,  non si può che esserne contenti. 

Image & Form l’ha fatto di nuovo. Lo studio Svedese è riuscito ancora una volta a tenerci incollati sullo schermo, puntando al 100%, accompagnandoci nuovamente in una miniera per quindici d’ore d’avventura al fianco di Dorothy. SteamWorld Dig 2 è finalmente tra le mani dei possessori di Nintendo Switch, PlayStation 4, PlayStation Vita e PC a 19,99€, e dimostra come si può migliorare ulteriormente un progetto già ottimo. Scopriamo insieme come.

Versione Testata: Nintendo Switch

Alla ricerca di Rusty

Se siete tra coloro che dal 2013 non sono ancora riusciti a mettere le mani su SteamWorld Dig, nonostante le molteplici versioni su ogni piattaforma disponibile sul mercato (escluso Nintendo Switch, per il momento) è doveroso dare un piccolo incipit sul mondo di gioco ideato da Image & Form. Ci troviamo in un tempo imprecisato in cui gli umani non esistono più, e il mondo ( o lo spazio) è popolato da SteamBot: tra questi  ci sono i minatori, cacciatori di tesori che si arricchiscono scendendo in profondità e raccogliendo pietre preziose e manufatti. Rusty era uno di loro, ma un giorno, spintosi troppo  a fondo, ha risvegliato qualcosa di malvagio e terrificante, sparendo nel nulla dopo una dura lotta. Qualche anno dopo, la dolce Dorothy è alla ricerca del suo amico perduto, non conscia del fatto che  sta per  dare il via ad una serie di eventi  più grandi di lei, tutto liberando Fen, frammento luminoso dell’entità affrontata da Rusty, da un totem prigione.

recensione
SteamWorld Dig (PS4,PSVita)
Lo scorso Agosto, tra i numerosi titoli indie disponibili in digitale sull'eShop di 3DS fece capolino SteamWorld Dig: A Fistful of Dirt (da ora solo SteamWorld Dig) sviluppato dagli svedesi Image&Form. Forte dell'acclamato successo ottenuto sull...

A differenza del primo capitolo, SteamWorld Dig 2 spinge maggiormente sulla trama, andando a riempire  ulteriori tasselli dell’universo creato da Image & Form e  continuando l’ottimo lavoro svolto in SteamWorld Heist. Nelle circa dieci ore necessarie (almeno al primo tentativo) per  completare l’avventura di Dorothy, vi troverete di fronte non solo nemici e immense caverne da esplorare, ma anche segreti sul mondo dei robot a vapore che potrebbero lasciarvi interdetti. Se Rusty giocava maggiormente sull’appeal di design per convincere il giocatore, Dorothy è decisamente ben caratterizzata e i suoi scambi di battute con Fen danno ulteriore profondità al titolo, che in questo secondo capitolo risulta nettamente migliore del predecessore. Image & Form ha proseguito sulla strada narrativa già intrapresa con Heist due anni fa, imboccando il giocatore man mano che prosegue di nuove informazioni, e lasciandolo trepidante di averne di più una volta raggiunti i titoli di coda.

Più grande, più completo…

SteamWorld Dig 2 raccoglie quanto fatto dl primo capitolo e  lo espande, abbandonando  la generazione procedurale delle miniere, ma allo stesso tempo proponendo ambienti più vasti e, soprattutto più vari. L’esplorazione è  ampliata  e Image & Form ha riempito l’intero ambiente non solo di segreti ma anche di caverne  uniche  con prove da superare utilizzando  gli upgrade di Dorothy. Vi troverete quindi non solo a scavare e premere pulsanti, ma anche a fuggire da nemici, far esplodere interi ambienti e utilizzare l’acido corrosivo per poter proseguire. Se questo non dovesse bastarvi,  come nel più classico dei Metroidvania, Dorothy potrà ottenere diversi power up: da un rampino ad un jetpack, passando dalle granate e dal martello pneumatico, diventando una vera e propria macchina da guerra. Ogni arma sarà ulteriormente potenziabile in cambio di denaro, ottenuto rivendendo i minerali scovati  nelle miniere.

Ad un primo sguardo il tutto può sembrare solo un riciclo del primo capitolo, soprattutto perchè questa volta Image & Form è andata sul sicuro con un genere che sapeva già di padroneggiare,  senza gettarsi  in guerre di strategia e quindi perdendo quell’effetto novità che aveva contraddistinto Heist.
Nonostante questo però, il team svedese si migliora, portando  ancora più in profondità le meccaniche da metroidvania e aggiungendone altre da generi differenti, come i runner, modificando di colpo l’atmosfera delle avventure di Dorothy.

recensione
SteamWorld Heist (PS4)
Circa sei mesi fa, il nostro Guido aveva avuto modo di mettere le mani su una piccola perla del panorama indipendente su 3DS dal nome di SteamWorld Heist, terzo capitolo di una saga tutta a vapore che sembra avere la curiosa (e piacevole) tendenza ad...
…Più Cattivo?

Oltre ai minerali e ai Power Up, tra i collezionabili di SteamWorld Dig 2  trovano spazio 42 reliquie e  gli ingranaggi di potenziamento. Le prime sono oggetti che richiamano ironicamente il nostro mondo (la statuetta Amiigo, e il libro 50 Sfumature di Clichè, ad esempio), mentre gli ingranaggi di potenziamento sono sparsi per tutto il mondo di gioco, nascosti alla vista o celati in vicoli segreti delle grotte. Questi ingranaggi permetteranno l’utilizzo di mosse speciali attive e passive, come  il raffreddamento automatico del jetpack, il radar per i tesori o i colpi di piccone più veloci. Va da se, ma è una caratteristi implicita del genere , che più potenzierete Dorothy più SteamWorld Dig 2 diventerà facile, rendendo gli ultimi passaggi prima del Boss finale veramente semplici.

speciale
10 Metroidvania che puoi giocare aspettando Metroid: Samus Returns
Ci siamo, questo Venerdì torneremo finalmente ad impersonare Samus Aran, la cacciatrice di taglie di Nintendo assente ormai da troppi anni dalle nostre console (fatta esclusione per il cameo in Federation Force o per la presenza  in Super Smash ...

Proprio l’assenza di boss era una delle critiche maggiori poste al primo capitolo, Image & Form ha cercato di porvi rimedio, aggiungendo qualche manciata di nemici di fine zona, ma prediligendo sempre l’esplorazione. Per sopperire alla curva di difficoltà verso il basso, raccogliendo tutte e 42 le reliquie si avrà accesso a delle prove specifiche da affrontare  con determinati equipaggiamenti. Queste sfide sono veramente difficili e snervanti e mettono alla prova l’abilità del giocatore: fortunatamente completandole si otterrà solamente un a reliquia aggiuntiva, e il tutto non influirà sulla percentuale di completamento. L’ultimo contro della produzione di Image &  Form è la mancanza di un New Game +, che obbliga il giocatore ad abbandonare ogni suo progresso nel caso voglia affrontare una speed run dopo aver completato per la prima volta il titolo.

Il suono dei rottami

Anche dal punto vista visivo SteamWorld Dig 2 migliora quanto di già bello e curato c’era nel primo capitolo e in Heist. I colori si alternano a seconda della zona, passando da una tavolozza fredda nella palude a quella calda (quasi bollente) del Tempio di fuoco. Ad accompagnare il tutto, oltre ad un ottimo character design che abbandona i modelli snelli di Heist, la colonna sonora curata da El Huervo (Hotline Miami 2), che oltre a proporre un nuovo arrangiamento del main theme del primo capitolo, aggrada l’udito con una colonna sonora sempre adatta al momento. Una cura minuziosa del dettaglio a cui Image & Form ci ha abituato nel corso degli anni, che ritroviamo (salvo un paio di typo) anche nella traduzione italiana dei testi.  Infine  spendiamo due parole sulla possibilità di giocare SteamWorld Dig in portatile, grazie alla natura ibrida di  Nintendo Switch: ancora una volta la nuova console Nintendo si rivela la piattaforma ideale per il genere e ci ha permesso di proseguire l’avventura anche per lunghe sessioni (batteria permettendo).

In conclusione...
9
“Non sbagliare un colpo dal 2013”
SteamWorld Dig 2 è un altro colpo portato a segno da Image & Form. Nonostante manchi l'effetto sorpresa infatti, il titolo del team svedese non potrà fare a meno di conquistarvi, grazie ad un giusto mix di esplorazione e upgrade, che vi porteranno alla ricerca di Rusty e alla scoperta dei segreti del mondo di SteamWorld Dig 2. Se avete amato il primo Dig e Heist non potrete fare a meno di innamorarvi anche di SteamWorld Dig 2, e magari incaponirvi per completare quelle maledette sfide aggiuntive. Tanto di cappello ad Image & Form che speriamo di vedere al più presto su un altro progetto della stessa qualità.
Comparto visivo e sonoro eccezionali
Gameplay Assuefacente
Boss Battle ben riuscite...
x ...ma ancora troppo poche
x Assenza del New Game +

due parole sull'autore
Assuefatto giocatore fin da quando non aveva neanche un pelo sul mento, ha coltivato la propria passione con lo stesso amore con cui cura la propria barba. Molti lo definiscono un Nintendaro senza speranza, senza contare gli oltre quattromila trofei presenti sull'account PSN e gli oltre 370 giochi su Steam (quanti di questi effettivamente giocati non lo sa neanche lui).
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su