Recensione
di
il

Chi tra gli appassionati di RPG non ha mai sognato di creare un esponente del genere tutto suo?

Tante ore passate a fantasticare su trama, personaggi e ambientazione che spesso son rimaste solo un sogno e basta. Le cose però adesso sono cambiate con RPG Maker, che dopo anni di versioni sempre più nuove su PC sbarca su Nintendo 3DS con RPG Maker Fes. Noi di I Love Videogames abbiamo passato le ultime settimane a provare il gioco e di seguito vi diamo il nostro parere.

L’RPG che hai sempre sognato

Avviato il gioco la prima cosa da fare assolutamente è quella di accedere al negozio presente dalla schermata del titolo per scaricare il pacchetto DLC gratuito che include tutti i set base per la creazione di un RPG. Fatto questo avremo a disposizione ben 4 temi diversi da cui partire: fantasy, moderno, horror e fantascienza/steampunk. Scelta l’ambientazione del nostro gioco è tempo di pensare tutto il resto: la creazione di mappe, dungeon, citta, personaggi, oggetti e tanto altro, il giocatore ha l’imbarazzo della scelta e il titolo offre tantissimi strumenti per la creazione di tutto quello che serve per dare vita ad un RPG.
Lo strumento di primaria importanza è certamente il database: da qui dovremo creare tutto quello che riguarda il gioco che vogliamo realizzare come i personaggi, gli npc, nemici e incontri casuali, armi, oggetti, fino alle impostazioni relative agli eventi, le battaglie e i titoli di coda. Ciascuno degli elementi citati può essere plasmato nel modo che preferiamo, ad esempio ad un personaggio possiamo impostare da aspetto, abilità, armi, denaro base in dotazione fino ad una sua descrizione, ad un’arma imposteremo i punti danno che causa, idem per i nemici e così via.
Con lo strumento mappa potremo creare il mondo di gioco, il tutto sempre in base ad una delle quattro ambientazioni scelte ma le possibilità di personalizzazione sono tantissime, tant’è che esiste la possibilità di creare più mappe e unirle tra di loro tramite l’apposita opzione in modo da creare un mondo unico, composto da ambienti differenti, da deserti a distese innevate.

Nella mappa del mondo poi potremo inserire città e dungeon costruiti in precedenza, e renderle esplorabili tramite lo strumento di transizione che ci porta da un luogo all’altro. Tutto può essere realizzato senza alcuna fatica grazie a comandi semplici che non richiedono una profonda conoscenza di linguaggi di programmazione, cosa che rende Fes un gioco accessibile a chiunque voglia cimentarsi con la creazione di un RPG.
Il gioco offre anche la possibilità di testare quanto realizzato in qualsiasi momento, opzione utilissima per vedere come sarà il nostro prodotto e magari correggere eventuali sezioni o fasi poco riuscite. Finito il nostro RPG dal menù principale potremo caricare il progetto in rete per renderlo disponibile a chiunque possieda l’App player, strumento disponibile gratuitamente su eShop e che, come suggerisce il nome, permette dii giocare ai titoli creati dall’utenza.

Gioie e dolori dello sviluppatore

Nonostante il gioco metta a disposizione tanti strumenti per la creazione del nostro gioco, alcune scelte fatte dagli sviluppatori possono risultare alquanto discutibili, come la presenza dei DLC che vanno ad aggiungere nuovi tool che ampliano il database e che a conti fatti risultano un acquisto obbligato qual’ora si volesse sfruttare al massimo il titolo e lo stesso DLC di base, che nonostante sia gratuito è indispensabile anche solo per le opzioni standard.
Vista la ridotta dimensione del gioco (poco più di 900 blocchi, circa 122mb su scheda), il DLC base poteva essere benissimo incluso nel gioco, rendendo l’esperienza di gioco iniziale quantomeno più comoda. Altra nota negativa è la totale assenza di veri e propri tutorial: nonostante la semplicità dei comandi citata in precedenza, la mancanza di istruzioni precise causa confusione e frustrazione e per imparare ad utilizzare gli strumenti bisognerà sperimentare man mano che andremo a realizzare certe cose specifiche. Per finire non esiste un opzione per importare file personalizzati come immagini ed audio, cosa invece possibile su PC. A conti fatti queste scelte, o mancanze in alcuni casi, non minano troppo un prodotto finale che essendo pensato per una ristretta cerchia di utenza su console portatile, risulta essere di buona fattura e un ottimo punto di partenza per chi volesse cimentarsi nello sviluppo di un piccolo RPG. 

 

In conclusione...
7.5
“RPG fai da te per tutti”
Grazie ad un interfaccia semplificata e user-friendly, con RPG Maker Fes è possibile realizzare qualsiasi tipo di rpg senza dover conoscere obbligatoriamente i linguaggi di programmazione, a differenza di quanto accade su PC. Di contro vi sono alcune limitazioni dovute all'acquisto dei DLC che si rende indispensabile per poter usufruire di un esperienza completa e la natura stessa del gioco, adatta praticamente ad un utenza molto ristretta. Se non avere a disposizione dei tutorial che spiegano ogni meccanica e se l'idea di passare giorni, se non mesi, per creare un RPG tutto vostro non vi spaventa affatto, allora questo è il gioco che fa per voi.
Interfaccia semplice e intuitiva ed in Italiano
Svariati strumenti a disposizione...
x ...ma molti solo come DLC
x Impossibile importare file personalizzati
x Assenza dei tutorial

due parole sull'autore
Grande appassionato di JRPG, ma non dice di no se si tratta di altri generi. Ha iniziato a giocare all'età di 5 anni con la sua prima console portatile, il GameBoy e poi passato al mondo PlayStation, ma il primo amore non si scorda mai e dura tutt'oggi. Stufo di aspettare in eterno localizzazioni di giochi che non si vedranno mai in occidente ha intrapreso la via dell'import, causa di grandi sofferenze al suo portafogli
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su