Recensione
di
il

Cosa succede quando due giganti del genere puzzle, una giapponese e un russo, si incontrano, escono a cena, fanno l’amore e si innamorano? Semplice, nasce Puyo Puyo Tetris, in cross-over su misura per Nintendo Switch!

Di joint venture tra giganti ce ne sono state di indimenticabili nell’ambito dell’intrattenimento, che sia cinema, musica o videogiochi. Come dimenticare la saga “The Expendables- I Mercenari“, dove icone del cinema anni 80 e 90 si alleano per far esplodere tutto. Oppure quando due immense anime della musica pop mondiale, Freddie Mercury e David Bowie, misero in comune le loro celestiali voci per dare vita ad “Under Pressure“. Così come gli appassionati di calcio si ricorderanno del “biscotto” tra Svezia e Danimarca ad Euro 2004, col fine di estromettere gli azzurri dalla competizione. Ebbene, da oggi i possessori di Switch e PlayStation 4 potranno dire di essere stati testimoni di un mashup storico nel mondo dei puzzle game, quello tra il classico senza tempo Tetris e uno dei suoi tanti figliastri giapponesi, Puyo Puyo di SEGA. Pronti ad eliminare righe e scoppiare Puyo fin che morte non vi separi?

Versione testata: Nintendo Switch

Sto gioco po esse Puyo e po esse Tetris… O entrambi!

Due classici del genere non hanno certo bisogno di presentazioni e certamente non troverete, come è giusto che sia, una rivoluzione nelle loro formule di base. La vera innovazione, qui, è l’incontro, la fusione, il cocktail dolce dal retrogusto secco che nasce dalla sincopata alternanza tra le combo generate dai gelatinosi e senzienti Puyo e l’intricato puzzle composto di tetramini, con l’obiettivo ultimo di eliminarne quattro righe contemporaneamente, per fare più punti e danni possibili. L’esplosione di colore e soddisfazione che ne consegue è direttamente proporzionale all’infinita varietà di variabili, modalità, trovate e sfide che i programmatori hanno studiato intorno a queste meccaniche così arcaiche e assuefacenti. Protagonista indiscussa dell’offerta è certamente la modalità Swap, dove alla fine dell’inesorabile countdown, il classico “pozzo” alternerà i due diversi rompicapo, a cui noi dovremmo rispondere prontamente cambiando approccio e strategia, sempre con un’occhio invadente verso il pozzo avversario. Eccone un esempio pratico.

Così tanta varietà non si vedeva dai tempi di Drive-In!

Questa modalità è quella che più di tutte descrive al meglio l’offerta, il cardine su cui si sviluppa, ma è anche solo la punta dell’iceberg. Le variabili sono davvero tantissime, e per rendere l’idea le elencheremo tutte d’un fiato, a partire dal classico Versus, dove gli sfidanti (su quanti, chi e perché ci torneremo a breve) sceglieranno se affidarsi ai Puyo Puyo o ai tetramini per raggiungere la vittoria (su due round), passando per Fusion, dove tetramini e Puyo capiteranno tra le nostre mani in ordine casuale, dando vita ad un adrenalinico pasticcio. Poi abbiamo una modalità Party, bellissima, che vedrà arrivare nel pozzo malus e bonus, da conquistare coinvolgendoli nelle combo; un tipo di sfida che oscura il trascurabile Big Bang, dove dovremo risolvere schemi predefiniti dell’uno o dell’altro puzzle. A fare da dessert (più che altro un ricco buffet di dolci) ecco le Challenge, con tre sfide dedicate alle gelatine e tre ai blocchi russi (i termini per non essere ripetitivi cominciano a scarseggiare), non competitive e tutte incentrate sul punteggio, come i bei vecchi tempi. Tra queste non poteva mancare la Tetris Marathon, classica prova spremi-meningi che ci chiede di eliminare ben 150 linee di tetramini, roba da gambe addormentare se affrontata durante certi bisogni fisiologici (è uno dei cavalli di battaglia del nuovo corso Nintendo d’altronde!).

Solitari, festaioli, hardcore, casual… Siete tutti benvenuti!

Ma la grande forza di questo titolo non è solo la grande quantità di modalità, che non vi stancherà mai, o l’eccelsa qualità di base, che per ogni amante dei puzzle game vale già di suo ore e ore di divertimento. Il vero punto focale è l’incredibile fruibilità dell’esperienza, adatta a tutti i tipi di giocatori e non di meno ad ogni stile di gioco, che preferiate la portatilità o lo “stravaccamento” da divano. Abbiamo quindi una modalità avventura corposa e stratificata (dotata non di meno di una curva di difficoltà ben calibrata), con una storia leggera (naturalmente) ambientata in un mondo fuori di testa e abitata da personaggi tanto adorabili quanto stupidissimi, dove affrontare diversi atti composti da 10 livelli, ciascuno con ben 3 stelle da ottenere, tramite obiettivi che variano dal tempo impiegato per sconfiggere un avversario, al punteggio.

Da uno story mode curatissimo, fino alle esplosive serate in locale, Puyo Puyo Tetris è divertimento allo stato puro

Tutto molto bello e soddisfacente, ma è chiaro che Puyo Puyo Tetris sboccia come un roseto se giocato con amici e familiari (fino ad arrivare a deliranti sfide a quattro) tra le mura di casa, condividendo i Joy-Con e magari una bottiglia di birra, per la gioia dei vicini e del nutrito pantheon di divinità contro cui i più iracondi si accaniranno. Una serie infinita di carnevalesche risse nasceranno quindi di punto in bianco, grazie a un gioco che tutti, ma proprio tutti, possono prendere in mano e pasticciare, divertendosi come matti grazie a sfide sempre incerte fino all’ultimo secondo. Se però vi sentite dei veri samurai del puzzle (o agenti del KGB se avete una predilezione per Tetris), pronti a tutto dopo esservi allenati per ore a creare combo su combo, ecco che le porte dell’online competitivo si schiuderanno dinnanzi ai vostri occhi, pronti a lanciarvi in un groviglio di fenomeni giapponesi (ce ne sono tantissimi) che non risparmieranno neanche un Puyo pur di umiliarvi. Una volta andato a buon fine il matchmaking, la modalità di gioco verrà scelta random (tra quelle competitive), con la possibilità, tramite l’apposito menù opzioni, di escludere quelle su cui ci sentite più deboli, plasmando l’esperienza nel modo a voi più congeniale. Se ve lo state chiedendo l’online funziona bene e durante la nostra prova abbiamo riscontrato sporadici lag e trovato il matchmaking decisamente celere, non manca inoltre la possibilità di fare conversazione col nostro avversario tramite frasi preimpostate, da sbloccare procedendo nell’avventura principale; molto simpatico.

Delizioso da giocare… e da guardare!

Spendiamo qualche riga anche sulla realizzazione tecnica, assolutamente deliziosa. A partire dai già citati personaggi, caratterizzati alla perfezione nel look, simpaticissimo, e rigorosamente doppiati in un ottimo inglese dalla prima all’ultima delirante frase. Gli sfondi color pastello donano un’aura di rilassante spensieratezza a questo piccolo mondo, particolarmente adatta al dopo-lavoro/studio. Splendido, nella sua semplicità, anche l’impatto visivo delle fasi di gameplay, dove i Puyo scoppieranno senza soluzione di continuità, trasformandosi in piccole goccioline prima di sparire, mentre le righe di Tetris brilleranno in contemporanea con un soddisfacente effetto sonoro, il tutto impreziosito dalle urla di giubilio o di “terrore” dei personaggi impegnati nello scontro. Chiudiamo citando l’unico difetto riscontrato nel titolo, un difetto prettamente economico, che vi porterà a sborsare ben 10€ in più in caso sceglieste di godere della versione Switch, 39,99€ contro i 29,99€ della versione PS4? Un abito cucito su misura all’ammiraglia Nintendo, che si fa pagare come una versione sartoriale.

In conclusione...
9
“Quando spengo vedo gelatine e blocchi? È normale?”
Puyo Puyo Tetris è il mashup perfetto tra due puzzle game senza età, capostipiti del genere "ancora una partita e poi smetto", in grado di portare all'assuefazione milioni di appassionati videogiocatori lungo l'arco di intere generazioni. La perfezione dei loro gameplay viene messa al servizio di una varietà eccezionale, unita ed una fruibilità senza eguali, grazie soprattutto all'anima eclettica di Switch. Che vogliate giocare in giro o davanti alla TV, affrontare il curatissimo Adventure Mode o perdervi tra insulti e risate nel multiplayer locale o online, qui troverete quello che cercate: non solo uno dei migliori puzzle game di sempre, ma anche uno dei migliori party game in circolazione! Enciclopedico.
Puyo Puyo e Tetris finalmente insieme, fantastico
Varietà dell'offerta senza paragoni
Adventure mode divertentissimo
Multiplayer, locale e online, infinito
Perfetto da godere su Switch, grazie alle peculiarità della console...
x ...ad un prezzo però maggiore rispetto alla versione PS4

due parole sull'autore
Un milanese col cuore sui colli piacentini, "romantico" del videogioco con una spiccata predilezione per tutto ciò che viene da Kyoto e dal passato. Se non lo beccate nel Regno dei Funghi, lo potete trovare su qualche pista virtuale a bordo di qualche bolide che non potrà mai permettersi, a causa della sua sindrome da shopping videoludico compulsivo. Appassionato tifoso dell'F.C. Internazionale, segue anche le imprese dei grandi del ciclismo. Nel tempo libero cerca qualcuno con cui confrontarsi sui film di David Lynch senza che egli muoia di noia.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su