Recensione
di
il

It’s Mining Time!

Dopo una pausa forzata che ci ha impedito di avviare il quarto episodio per circa un mese e mezzo, dovuta ad una sincronizzazione errata con la lingua di PlayStation 4 e risolta impostando l’idioma britannico,continuano le avventure di Jesse e la ricerca di un modo per sconfiggere  l’Admin.
Il quarto episodio della seconda stagione di Minecraft Story Mode si intitola Below the Bedrock ed è disponibile dall’inizio di Novembre per PlayStation 4, Xbox One, PC e mobile. Scopriamo assieme cosa ci riserva questa penultima puntata.

recensione
Minecraft Story Mode: Season 2- Episode Three: Jailhouse Block
La vita in prigione o ti cambia o ti ammazza. La seconda stagione delle avventure nel mondo di Mojang sviluppata da Telltale giunge al giro di boa con il terzo episodio Jailhouse Block,  disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC dallo scorso ...

Versione Testata: PlayStation 4

 

Come ormai da tradizione quando si parla di titoli a rilascio episodico, in questa recensione si farà riferimento agli avvenimenti degli scorsi capitoli. Cercheremo di limitare invece gli spoiler più grossi sulla trama di Below the Bedrock.
 
Sottosuolo infestato

Fuggiti dalla prigione al fianco di Xara, Jesse e compagni  devon otrovar eun modo per tornare in superficie e fermare Romeo una volta per tutte. Il crudele Admin ha infatti assunto l’aspetto del nostro eroe e preso il comando di Beacon Town. Nel sottosuolo la speranza  di salvezza è sempre più forte, e Jesse farà nuove conoscenze che lo porteranno a scoprire sempre di più sia sul nemico che sul gruppo di admin di cui faceva parte. Below the Bedrock mantiene un ritmo altalenante, spesso interrotto da fasi di costruzione, in cui il giocatore sarà costretto ad assemblare blocchi casualmente, per poter proseguire nella storia. Fortunatamente, continua l’ottimo lavoro sui personaggi, con notevoli passi avanti nel rapporto tra Petra e Jesse e il ritorno di uno dei protagonisti della prima stagione. Non solo,  la seconda metà di Below the Bedrock permette di ottenere un oggetto specifico, in base a chi avrete lasciato nella prigione. Nonostante il brand  quindi, Telltale continua a percorrere la strada a più bivi davvero diversi tra loro, mantenendo finalmente le promesse di una storia cucita sulle proprie scelte.

 

Oltre le fasi di costruzione libera, Below the Bedrock propone una nuova boss battle, e un paio di enigmi ambientali piacevoli, nulla di trascendentale ma  in grado di mantenere focalizzato il gruppo sul proprio obiettivo senza allungare troppo il brodo.
Il quarto episodio di questa seconda stagione non cade nell’errore del suo omonimo della prima serie, e non conclude le vicende dell’admin, anzi,  il faccia a faccia con Romeo si avrà solamente nel quinto e conclusivo episodio. Un altro punto a favore di questa seconda stagione di Minecraft Story Mode.

Non noto nulla di nuovo sull’aspetto di Jesse

A parte il fastidioso intoppo che ci ha impedito di affrontare Below the Bedrock fino ad un paio di giorni fa, il quarto episodio si mantiene sui binari del precedente, dosando sapientemente  linee di dialogo a fasi di gioco. Come già detto più volte nel corso di questi mesi, Minecraft Story Mode è solamente in inglese,  ma nonostante questo offre un buon doppiaggio per tutti i protagonisti, con un accompagnamento musicale per nulla fastidioso.

 

In conclusione...
7
“#Potato451”
Se un anno fa mi avreste detto che mi sarei ritrovato ad apprezzare Minecraft: Story Mode, tanto da giocare ben due episodi di seguito, vi avrei riso in faccia, di gusto. Invece Telltale questa volta non ripete i propri errori, portando avanti la storia e non concludendola con un episodio d'anticipo, poggiando le ultime basi alla battaglia contro Romeo che chiuderà questa seconda serie. Ottimo il lavoro sul rapporto tra Jesse e Petra (Lukas se avete scelto l'avatar femminile), che si evolve ulteriormente e che risulta il vero fulcro di questa seconda stagione. La storia del mondo di Mojang ci stan pian piano conquistando anche grazie ad una forte demarcazione dei bivi, speriamo solo che la conclusione non rovini tutto.
Bivi ben diversificati
Buon doppiaggio
x Potreste capitare nella route meno solida

due parole sull'autore
Assuefatto giocatore fin da quando non aveva neanche un pelo sul mento, ha coltivato la propria passione con lo stesso amore con cui cura la propria barba. Molti lo definiscono un Nintendaro senza speranza, senza contare gli oltre quattromila trofei presenti sull'account PSN e gli oltre 370 giochi su Steam (quanti di questi effettivamente giocati non lo sa neanche lui).
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su