Recensione
di
il

Puntuale come le tasse, anche quest’anno  siamo tornati in pista con Just Dance 2018.

Da nove anni la gioia dei casual dancers, la serie Just Dance pare implacabile, e puntualmente alla fine dello scorso Ottobre ha proposto 40 brani inediti a tutti i possessori di Nintendo Switch, Wii U, Wii, PlayStation 4, PlayStation 3, Xbox One e Xbox 360. E similmente anche noi, siamo pronti a parlarvi della versione Nintendo Switch, e di tutto ciò che c’è di nuovo nell’edizione 2018 del gioco di ballo di casa Ubisoft.

Just Dance 2018 - Nintendo Switch
Di: Ubiosoft
Data di uscita: 26/10/2017
Prezzo: EUR 53,99
Acquista su Amazon

Versione Testata: Nintendo Switch

Nove anni e non sentirli

La forza di Just Dance sta da sempre nella semplicità del suo gameplay, che permette anche a chi non ha mai ballato di seguire i movimenti delle silhouette a schermo e ripetere le gesta con il braccio destro. Poi c’è chi si impegna davvero e muove tutto il corpo, e di occasioni per farlo, in questo Just Dance 2018, ce ne sono a bizzeffe. Scopriamole come al solito partendo da una track list ben variegata, e che  da consuetudine, pesca nei successi dell’anno in corso, dall’immancabile Despacito (Luis Fonsi & Daddy Yankee), a Kissing Strangers (DNCE ft Nicki Minaj), da How Far I’ll Go (da Oceania) a Swish Swish ( Kathy Perry ft Nicki Minaj), passando per  intramontabili classici come Another One Bites the dust (Queen),  Blue ( DA BA DEE)  e Daddy Cool (Groove Century). Se queste quaranta canzoni non dovessero convincervi del tutto,  Ubisoft ripropone anche l’abbonamento Unlimited che, come  nell’edizione 2017, offre circa 300 brani dagli altri otto capitoli, gratuitamente per i primi novanta giorni e poi ad abbonamento mensile (o annuale). Insomma una libreria di circa trecentocinquanta coreografie (se includiamo quelle sbloccabili giocando) è introvabile su qualsiasi altro titolo simile, se contiamo anche la pecunia di rivali attualmente per il brand Ubisoft, la pista di ballo francese è l’unico posto dove dimostrare le proprie doti.

La novità più grande introdotta nella versione Nintendo Switch, che in qualche modo cerca di compensare l’assenza della fotocamera, è il completo supporto dei Joycon e dell’HD Rumble. Non solo con una modalità completamente dedicata ai controller Nintendo, chiamata Double Rumble e che con canzoni ad hoc,  trascina il giocatore in diversi lavori ed ambienti, come lo chef, lo sportivo o il musicista, ma anche  vibrando a tempo durante le 40 canzoni dell’edizione 2018. Un ulteriore aiuto sull’esecuzione perfetta del movimento, e di cui dopo una decina d’ore di gioco  non possiamo più farne a meno. Purtroppo questa feature non è ovviamente utilizzabile nei brani dell’Unlimited dato la loro natura di streaming, o se si gioca con gli smartphone.

Il ballo del mattone mondiale

Oltre a supportare il multiplayer locale a sei giocatori (o con i joycon o con gli smartphone) anche il World Dance Floor è stato messo a lucido e migliorato rispetto all’edizione 2017. Potremo ancora una volta sfidare tutti i ballerini del mondo, in eventi che si susseguono tra semplici balli, tornei a tre round  o le nuovissime boss battle, che ci permetteranno di sbloccare avatar esclusivi a suon di stelle nei denti. Rinnovata anche la modalità Happy Hour, dove per un determinato lasso di tempo, si guadagneranno più punti Mojo da utilizzare in seguito per accedere ad altro contenuto. Purtroppo nella versione Nintendo Switch non è possibile salvare video o immagini, ed inoltre non è ancora attivo nemmeno l’Ubiclub per le ricompense dedicate ai brand Ubisoft (avatar e temi).

Ovviamente, la natura ibrida di Nintendo Switch vi permette di giocare ovunque vogliate, portando  la pista da ballo anche fuori di casa, sempre che vogliate mettervi a danzare  al centro commerciale o in un parco o, più probabilmente, a casa di amici senza console. 

 Coreografie riuscite

Come ogni anno chiudiamo con l’altro punto forte del brand Ubisoft: le coreografie che  anche nel 2018 sono un tripudio di colori e costumi che vanno dal ritorno di personaggi come Hatsune Miku e il Panda ormai simbolo della serie, passando da Vaiana di Oceania alla Renna twerkante di Make it Jingle. Just Dance 2018 è come al solito completamente in italiano, adatto quindi ad un pubblico di giocatori di tutte le età anche grazie alla nuova modalità Kids, in cui non viene calcolato il punteggio. Sia che siate ballerini da nove anni sia che vi avviciniate ora alla serie , Just Dance resta, anche quest’anno, uno dei party game migliori tra i quali scegliere.

In conclusione...
8.5
“Ma l'UBICLUB su Nintendo Switch ce lo siamo dimenticato?”
Non c'è molto altro da dire su Just Dance 2018, Ubisoft confeziona per il nono anno di fila uno dei party game più divertenti per le serate con gli amici, forte di una scelta di 350 brani diversi. Non solo, se siete in possesso di Nintendo Switch, l'edizione 2018 vi conquisterà immediatamente, grazie all'utilizzo dell'HD Rumble per aumentare ancora di più l'immersività di quanto accade a schermo. Restano gli stessi dubbi dello scorso anno: in un brand che è sempre più concentrato sul comparto online e sulla possibilità di utilizzare il proprio smartphone per giocare, quanto resisteranno le versioni castrate old gen? Basterà davvero ridurne il prezzo per continuare a venderle? O sarebbe ora di abbandonare la nave e concentrarsi sulle attuali piattaforme?
350 canzoni disponibili
HD Rumble ben implementato
World Dance Floor migliorato
Adatto a tutti
x Versioni old gen ancora castrate

due parole sull'autore

Assuefatto giocatore fin da quando non aveva neanche un pelo sul mento, ha coltivato la propria passione con lo stesso amore con cui cura la propria barba. Molti lo definiscono un Nintendaro senza speranza, senza contare gli oltre quattromila trofei presenti sull’account PSN e gli oltre 370 giochi su Steam (quanti di questi effettivamente giocati non lo sa neanche lui).

Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su