Recensione
di
il

Ho bisogno di te, come una barzelletta ha bisogno di un buon finale.

Ripreso dal cenone di natale e dai bagordi di capodanno, il Batman di Telltale torna sulle nostre console con il quarto episodio della seconda stagione, intitolato What Ails You. Dopo il drammatico finale di Fractured Mask, scopriamo insieme cosa ci ha proposto questo nuovo appuntamento con The Enemy Within.

recensione
Batman: The Enemy Within- Episode 3: Fractured Mask
Certe volte devi usare  le persone cattive per fare le cose giuste. Ad un solo mese di distanza dal secondo adrenalinico episodio, Telltale ci riporta nella sua  Gotham, dopo aver concluso l'avventura dei Guardiani della Galassia di casa M...

Versione Testata: PlayStation 4

Come di consueto quando parliamo di prodotti a puntate, nella Recensione di What Ails You ci saranno spoiler dei precedenti episodi e della prima stagione di Batman. Saranno ridotte al minimo invece rivelazioni sulla trama di questo capitolo.
Inoltre, non avendo riscontrato bug o problemi tecnici di sorta, non ripeteremo per la quarta volta l’analisi tecnica del titolo.

 

Conseguenze drammatiche

Negli ultimi minuti di Fractured  Mask fummo messi di fronte ad una delle scelte più toste di The Enemy Within: sacrificare Catwoman per non farci scoprire da Harley, o  far saltare la nostra copertura e salvare  la bella Selina. What Ails You si apre in due modi completamente diversi a seconda di come avrete agito due mesi fa, elevando ulteriormente questa nuova produzione di Telltale. Mettere fuori dai giochi Catwoman (non si sa per quanto e se definitivamente) cambierà drasticamente Bruce, mentre salvarla ci garantirà sì un alleato, ma metterà l’intero Pact contro il pipistrello. 

What Ails You è la summa del rapporto tra Bruce e John. Pagherete fino all'ultima scelta e contribuirete all'uomo che diventerà da qui in avanti.

Condividi

Proprio come nella prima stagione abbiamo assistito alla nascita di Due Facce,  con questo quarto episodio avremo (più o meno a seconda della via percorsa) la responsabilità sulla nascita del Joker. Gli ultimi nodi verranno al pettine e le trame iniziate nelle prime tre puntate cominceranno a chiudersi, portandoci, in circa due ore, verso il cliff hanger che preannuncia un finale enorme per questa seconda serie.

Bane e Freeze compiono il loro scopo qualsiasi sia stato il vostro percorso, chiudendo (almeno apparentemente) l’arc dedicato ai membri del Pact. Il segreto del passato di Harley, relativo alla malattia mentale del padre, scopribile nell’episodio 2 grazie a Gordon, ci viene rivelato durante un altro passaggio, andando a sfatare uno dei nostri dubbi precedenti.
The Enemy Within si conferma per cui uno dei prodotti Telltale più sfaccettati , in grado di delineare in maniera convincente la Gotham alternativa del giovane Bruce.

What Ails You

Parole, parole, parole
il quarto episodio di The Enemy Within è formidabile

Ormai la strada intrapresa da Telltale con le ultime produzioni è ben visibile: sempre meno spazio al giocato, quick time event compresi, e focus sulla narrazione e sui dialoghi, dando il giusto peso ad ogni attore in scena. What Ails You non fa eccezione, sebbene goda di un inizio caotico, l’episodio andrà presto a seguire i binari dei dialoghi a scelta multipla, lasciando il giocatore  a ben poche interazioni fisiche. Nonostante questo, il quarto episodio di The Enemy Within è formidabile, anche grazie ad una determinata location protagonista del dialogo più importante con John. Ovviamente se vi aspettate altro giunti ormai al quarto appuntamento (nono se consideriamo la prima stagione) con il Batman di Telltale siete voi ad essere nel torto.

Infine è ottima anche questa volta la prova dei doppiatori inglesi, che riescono a dare vita al colorato cast di Gotham senza alcuna difficoltà, e ci troviamo a dover lodare Anthony Ingruber (Joker) doppiatore esordiente ma  perfettamente calato nel ruolo .

 

In conclusione...
8
“Ci hanno messo dieci anni ma ce l'hanno fatta”
Per regalarci davvero delle serie che differenziano nettamente gli esiti delle nostre scelte, Telltale Games ci ha messo circa dieci anni. The Enemy Within, salvo un improvviso capitombolo finale, sarà l'esempio su cui basare le produzioni future (The Wolf Among Us 2 su tutte). Nel frattempo, What Ails You, chiude gran parte delle trame di questa seconda stagione, rafforzando ulteriormente il rapporto tra Bruce e John.Ora non resta che metterci comodi e aspettare il quinto ed ultimo episodio.
Ottimo ritmo
Buona caratterizzazione
Scelte importanti per lo svolgimento della trama
x Poco spazio per alcuni nemici

due parole sull'autore
Assuefatto giocatore fin da quando non aveva neanche un pelo sul mento, ha coltivato la propria passione con lo stesso amore con cui cura la propria barba. Molti lo definiscono un Nintendaro senza speranza, senza contare gli oltre quattromila trofei presenti sull'account PSN e gli oltre 370 giochi su Steam (quanti di questi effettivamente giocati non lo sa neanche lui).
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su