Anteprima
di
il 8 febbraio 2017, 17:10

Al Nintendo Switch Showcase di Milano non solo le anteprime giocabili di The Legend of Zelda: Breath of the Wild e Arms ma anche un’area dedicata interamente a Splatoon 2, il seguito dell’apprezzato shooter a base di calamari e inchiostro che ha debuttato su Wii U facendo proseliti in tutto il mondo.
Quale occasione migliore per imbracciare i pad, o direttamente Switch, e iniziare a colorare tutto provando le novità introdotte?

 

speciale
Hands on: Nintendo Switch
Lo scorso fine settimana abbiamo avuto modo di provare Nintendo Switch grazie ad uno showcase organizzato a Milano da Nintendo Italia. Grande era la nostra curiosità per la console in arrivo nei negozi il prossimo 3 Marzo e finalmente abbiamo potuto&...
Stay Fresh

In questo secondo episodio ritroveremo gli Inkling e tutta l’azione frenetica (e colorata) che abbiamo imparato a conoscere, ed amare, nel primo indimenticabile Splatoon, accompagnati da diverse novità che andranno a rifinire il gameplay originale.
La perdita del secondo pannello ha infatti obbligato a riadattare alcune meccaniche al singolo schermo della console (o della TV), come ad esempio una revisione dell’uso della mappa, adesso richiamabile a video tramite un pulsante che servirà a controllare lo stato della partita o effettuare un salto verso uno dei compagni di squadra.
Le novità in Splatoon 2 sono tangibili e fanno ben sperare sull’attenzione posta dagli sviluppatori per non stravolgere l’ottima esperienza creata con Splatoon, che viene espansa introducendo nuovi elementi, fra abilità speciali e armi, che permetteranno di creare combinazioni e set capaci di accontentare i gusti di tutti i giocatori.

Durante la nostra prova abbiamo potuto testare le nuove Splat Duellies, una coppia di letali pistole che possono permetterci, sfruttando l’inchiostro del serbatoio, di eseguire una rapida capriola per eludere gli avversari ed evitare il fuoco nemico. Le Splat Duellies erano affiancate ad una special che consente di indossare una sorta di jetpack e di colorare l’area circostante spostandosi in volo e al tempo stesso sparare bolle di vernice contro i nemici, per poi tornare al punto di partenza una volta esaurito il tempo a nostra disposizione.

 

Nel loadout era presente anche una vecchia conoscenza, lo Splasher, che in questo secondo capitolo manterrà intatte tutte le caratteristiche del vecchio modello, proprio per permettere ai giocatori di trovare un punto di riferimento in questo nuovo titolo. Come abilità, lo Splasher era supportato da un lancia razzi automatico, il Tenta Missiles, in grado di agganciare più nemici sparando loro contro dei missili.

 

Anche il Rullo Splat, una delle armi iconiche di Splatoon torna accompagnato da alcune modifiche e interessanti abilità. Ad esempio, adesso, potrà attaccare assumendo la posizione verticale, con conseguenti cambi nella forza dell’attacco e nell’area d’azione. Il modello in prova aveva in dotazione le Curling Bomb, simili alle bombe a ricerca di Splatoon ma in grado di rimbalzare contro i muri in caso di contatto, mentre la special associata al rullo è la nuova Splashdown, una mossa che, colpendo dall’alto, è in grado di colorare un’area intera e splattare tutti i nemici nei dintorni. Questa mossa si apre molto a soluzioni strategiche se abbinata o eseguita durante un super salto, diventando decisamente pericolosa, specie nelle modalità competitive.

 

Questa demo ci ha fornito una prima idea sui bilanciamenti apportati al gameplay e all’equipaggiamento, che si preannunciano tanti e in linea con i feedback ricevuti con Splatoon.

splatoon 2

La versione dimostrativa di Splatoon 2 ci ha permesso inoltre di provare anche una nuova mappa, The Reef, che fin dai primi istanti di gioco ci ha ricordato molto Periferia Urbana (una delle mappe più giocate di Splatoon), con i suoi dislivelli e la dimensione relativamente contenuta, in grado di concentrare l’azione della partita nel cuore dell’area centrale. Sebbene ancora le informazioni sulle nuove ambientazioni scarseggino, già questo primo assaggio ci ha fatto ben sperare su quello che potremo trovare in Splatoon 2, facendoci restare fiduciosi anche in base al buon lavoro fatto con il primo titolo, specialmente nei mesi successivi all’uscita.

Splat-tastic!

Coloratissimo come in passato, Splatoon 2 è pronto a replicare il successo dell’originale. Tecnicamente, pur non discostandosi troppo dalla formula già vista in Splatoon, siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalle numerose aggiunte, che vanno dal look degli Inkling, con nuovi tagli di “capelli” per entrambi i sessi, a nuovi set di animazioni a supporto delle mosse introdotte per questo seguito. Il gioco dà ovviamente il meglio di sé sulla TV, anche se la natura portatile di Switch lo rende un titolo perfetto da giocare in mobilità, magari sfruttando il multiplayer locale (con una nuova modalità 4vs4, la stessa presenteall’evento) per improvvisare qualche Mischia Mollusca con gli amici.

 

recensione
Splatoon
Sviluppato dallo studio EAD 2, lo stesso di Nintendo Land ed Animal Crossing, Splatoon è l'attesa incursione di Nintendo nel mondo degli sparatutto in terza persona. Il titolo ha suscitato molto interesse, sia per le originali meccaniche di gioco, ch...

 

Insieme a Mario Kart 8 Deluxe, Splatoon 2 sarà un banco di prova per il nuovo servizio online di Nintendo, che dovrà dimostrare di avere tutte le carte in regola per competere con i rivali (PlayStation Network e Xbox Live) vista l’introduzione di una quota annuale per sfruttare le funzionalità online della console. Anche in questo caso però, sempre con lo sguardo rivolto al passato, ci sentiamo in parte tranquilli sotto questo punto di vista, data l’ottima performance di Splatoon nel comparto multigiocatore, sbugiardando in parte le malelingue che volevano Nintendo impacciata (e arretrata) sul fronte delle infrastrutture e multiplayer online. Multiplayer che, in questa nuova visione di Nintendo, diventa uno punti chiave di Splatoon 2 (non casuale la prsenza del gioco nel primo reveal della console), alzandone il livello e puntando dritti all’eSport come altri titoli orientati al gioco competitivo prima di lui.

In conclusione...
Dopo l'ottimo esordio di Splatoon, questo secondo capitolo non fa che confermare la freschezza delle idee e delle meccaniche dell'originale, con un nuovo episodio carico di novità che riescono a migliorare l'esperienza generale senza stravolgerne la formula. Splatoon 2 promette grandi cose e questo piccolo assaggio ci fa ben sperare per l'ottima direzione intrapresa dal team di sviluppo, che sta curando la sua creatura per rifinire al meglio il gameplay e confezionare un'altra hit. Manca ancora qualche mese all'uscita del gioco, che dovrebbe arrivare nel corso dell'estate, ma già adesso Splatoon 2 è uno di quei titoli che ogni futuro possessore di Switch dovrebbe (e vorrebbe) avere nella sua softeca.
Il gameplay di Splatoon in tutto il suo splendore
Novità interessanti
Maggiore attenzione al multiplayer
x Contenuti disponibili al lancio

due parole sull'autore
Giacomo è il nonno del gruppo e giocatore fin dall'alba dei tempi. Finché non crepa, potete leggere i suoi deliri senili su queste pagine, che sopravviveranno al loro autore anche se chiudessimo il sito entro l'anno.
Commenta:

Torna su