Anteprima
di
il 24 ottobre 2016, 15:42

La serie di Kingdom Hearts è una di quelle con cui i videogiocatori sono cresciuti, andando avanti sin dal 2002, e che ancora oggi non trova una conclusione netta. In attesa di Kingdom Hearts III, Square Enix ha annunciato Kingdom Hearts 2.8 Final Chapter Prologue, che contiene un remake HD del capitolo Dream Drop Distance (uscito originariamente su 3DS), la storia di X (chi) e un inedito 0.2 A Fragmentary Passage con protagonista Aqua. In occasione della Milan Games Week, abbiamo messo le nostre mani su una delle postazioni presenti allo stand di Koch Media (che ringraziamo), al fine di provare alcune sequenze di 2.8 Final Chapter Prologue.

 

La caduta del sogno

Purtroppo, a differenza di quanto visto in altre fiere, alla Games Week non era presente neanche un assaggio di 0.2 Fragmentary Passage, la vera novità di Final Chapter Prologue, ma solamente tre piccole sezioni di Kingdom Hearts Dream Drop Distance, rimasterizzazione in HD del titolo presente su Nintendo 3DS. Qui Sora e Riku, al termine di Kingdom Hearts Coded, intraprendono il loro viaggio per diventare Maestri del Keyblade in alcuni mondi “addormentati” (i quali non sono mai stati liberati dall’oscurità che li pervade e restano, quindi, in una sorta di limbo) per ordine di Yen Sid, e testare se sono finalmente pronti allo scontro finale con Xehanort. Durante il viaggio, i due si scontreranno contro vecchie conoscenze della saga e si avrà un primo assaggio della battaglia definitiva che dovrebbe arrivare in Kingdom Hearts III.

La sezione da noi provata in fiera vedeva Sora a Traverse Town (La Città di Mezzo) durante le prime ore di gioco. Qui il nostro protagonista incontra Rhyme (personaggio di The World Ends With You, altro titolo Square Enix) che ha perso il proprio partner, e i due dovranno cercare di trovarlo nella città. La porzione di gioco è stata davvero breve (massimo 10 minuti compreso lo scontro contro un boss), ma ci ha dato grandi indicazioni sui cambiamenti che Square Enix ha adottato in un titolo nato per usufruire di particolari meccaniche che utilizzavano uno schermo touch.

Primo su tutti, il Reality Shift: questo, nella versione originale su 3DS, permetteva di utilizzare lo schermo inferiore per interagire con alcuni oggetti nelle ambientazioni durante il combattimento. Nella versione Playstation 4, invece, questo lavoro è effettuato dalle levette; queste permettono di muovere, ad esempio, barili o nemici storditi per eseguire mosse altamente spettacolari in grado di infliggere grossi danni agli avversari. Invariato, invece, il sistema di combattimento, che mischia elementi action a quelli da GDR classico: il nostro personaggio avrà in dotazione una serie di abilità da selezionare con il d-pad tramite un comodo menù sulla sinistra e da utilizzare con il tasto triangolo, mentre il più comune attacco con il keyblade potrà essere effettuato tramite il tasto X. Purtroppo, vista la natura della demo, non abbiamo potuto saggiare come si sposava su Playstation 4 il sistema di Drop, vera novità di Dream Drop Distance nella sua versione originale. Vi rimandiamo alla nostra recensione per maggiori dettagli sul Drop e su tutti gli elementi del titolo, uscito originariamente nel 2012.

 

Kingdom Hearts 3D in 3D

Uno degli elementi che ci ha resi curiosi durante la nostra prova riguardava il comparto tecnico del titolo, sopratutto dopo gli elogi alla precedente rimasterizzazione, e non siamo di certo rimasti delusi. Kingdom Hearts Dream Drop Distance guadagna, su Playstation 4, una pulizia grafica davvero impressionante, un miglioramento all’aspetto grafico di un titolo che, già ai tempi, era bello da vedere anche su Nintendo 3DS. Purtroppo, però, non siamo riusciti a testare con mano la sezione che, da questo lato, avrebbe dovuto impressionare di più: 0.2 Fragmentary Passage. Non mancheremo, in fase di recensione, di approfondire il motore grafico che sarà la base di Kingdom Hearts III, e che ha reso questa 2.8 Final Chapter Prologue un’esclusiva Playstation 4.

 

In conclusione...
Kingdom Hearts 3D, contenuto in 2.8 Final Chapter Prologue, è uno di quei capitoli che non molte persone hanno giocato (nonostante sia fondamentale per la trama), a causa della frammentazione dei vari "spin-off-che-spin-off-non-sono". Square Enix ha fatto un ottimo lavoro con la rimasterizzazione per quanto riguarda il lato grafico, mentre, invece, attendiamo la versione completa per dare il nostro giudizio su come sono cambiati i comandi rispetto alla controparte su Nintendo 3DS. Ci spiace, invece, di non aver provato 0.2 Fragmentary Passage, sicuramente uno dei motivi per cui aspettare questa Collection nell'attesa, praticamente infinita, di Kingdom Hearts III.
Remaster di alto livello
Arriva su Playstation uno dei migliori Kingdom Hearts
x Alcuni dubbi sull'adattamento dei comandi

due parole sull'autore
Nato già con il joypad in mano, possessore di SNES prima ancora che del biberon ma cresciuto con la Playstation nel cuore. Grosso amante dei JRPG e dei titoli sportivi. Recentemente ha acquistato anche una Xbox One così da poter dire la sua su tutto il panorama videoludico attuale.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su