Speciale
di
il 4 ottobre 2017, 09:24
in Speciali

Dopo una settimana all’insegna dei titoli sportivi è il turno dei picchiaduro, con l’uscita contemporanea di Pokkén Tournament DX e Marvel vs. Capcom: Infinite. Ma quale dei due titoli le avrà date e quale le avrà prese? Scopriamolo insieme, come sempre col pad in mano.

 

 Col pad in mano è una rubrica a cadenza settimanale che non vuole tanto riportare la classifica dei giochi più venduti della settimana in Italia, quanto piuttosto sfruttarle per ragionare, elucubrare e segamentalizzare sul mercato videoludico dello stivale. La fonte dei dati di vendita è l’Associazione Editori e Sviluppatori Videogiochi Italiani (AESVI), che ringraziamo per il servizio (e per le tante iniziative a favore del videogioco nel nostro Paese).

 

Ad essere sinceri, anche questa settimana, come la precedente, vince lo sport. Continua infatti la doppietta PES 2018 ed NBA 2K18 in testa alla classifica, relegando alla new entry più alta, Pokkén Tournament DX, un sudatissimo quarto posto. Un’altra novità della settimana, Project CARS 2, si piazza dignitosamente in quinta posizione, mentre Marvel vs Capcom: Infinite di Capcom fallisce clamorosamente l’obbiettivo di entrare in top 10 nella sua settimana d’uscita, un segnale non esaltante riguardo alla salute del franchise. 

Posizione Titolo Piattaforma
1 Pro Evolution Soccer 2018 Premium Edition PS4
2 NBA 2K18 PS4
3 Crash Bandicoot N.sane Trilogy PS4
4 Pokkén Tournament DX Switch
5 Project CARS 2 Limited Edition PS4
6 Tom Clancy’s Rainbow Six Siege PS4
7 Destiny 2 PS4
8 Grand Theft Auto V PS4
9 Uncharted: L’eredità Perduta PS4
10 Minecraft PS4

Un confronto con la scorsa settimana ci fa comprendere come a lasciar spazio alle due new entry siano state le doppie versioni di PES 2018 (la versione PS3) ed NBA 2k18 (l’edizione Steelbook, conteggiata separatamente da quella standard). Per il resto ci troviamo di fronte ad una classifica con molti nomi ormai familiari, dagli inossidabili GTA V e Minecraft a quella rivelazione continua che si è dimostrato Rainbow Six Siege. Si tratta tuttavia di titoli già presenti da tempo sul mercato, con un volume di vendite presumibilmente lontano dal picco. Ecco quindi che il fallimento di Marvel vs Capcom: Infinite risuona sempre più come un campanello d’allarme che Capcom farebbe bene a non ignorare, visto anche il quarto posto di Pokkén che dimostra come un certo spazio per i picchiaduro continui ad esistere.

Pokkén Tournament DX - Nintendo Switch
Di: Nintendo
Data di uscita: 22/09/2017
Prezzo: EUR 49,99
Acquista su Amazon

Preoccupa un po’ la picchiata di Destiny 2 dal terzo al settimo posto. Siamo già ad un primo punto di svolta per la vita del titolo Activision. Destiny 2 potrebbe infatti stabilizzarsi su questi livelli e vendere continuativamente per mesi, come abbiamo visto fare a tanti titoli che oramai definiamo evergreen, oppure potrebbe continuare a perdere posizioni, scalzato da nuove e più fresche uscite. Sicuramente sarà uno dei giochi più interessanti da monitorare nel prossimo futuro per tutti i nerd delle classifiche.

recensione
Destiny 2
L'ultima Città della Terra è caduta. Il temibile Ghaul sta portando sterminio in tutto il Cosmodromo. Guardiani, siete pronti ad unire le forze per fermarlo?  Tre anni fa Bungie appese al chiodo le avventure di Master Chief per partire per un n...

Attendiamo inoltre con molta ansia i risultati di FIFA 18, che debutterà in questa classifica prossima settimana. Non solo vedremo come il titolo calcistico EA se la caverà contro il rivale di sempre targato Konami, ma sarà interessante vedere anche quante delle versioni del gioco riusciranno ad entrare in top 10. Osservata speciale è sicuramente la versione Switch, che se riuscisse ad entrare anche nella zona bassa della classifica darebbe un segnale forte circa la viabilità della piattaforma per i titoli third party, ed assicurerebbe il fondamentale apporto di EA nel prossimo venire. Ricordiamo non a caso che le uniche due console a veder ritirato il supporto di EA sono state Dreamcast e Wii U; correlazione spuria o meno, sappiamo in entrambi i casi quale è stato il loro destino.



due parole sull'autore

Classe 1987, Nintendaro per vocazione, videogiocatore a tutto tondo per passione. Apprezza ogni genere di gioco esistente tranne le simulazioni sportive e passa a leggere, discutere e scrivere di videogiochi tanto tempo quanto ne passa a videogiocare. Uno dei pochi superstiti del team originario de I Love Videogames, è il resettler residente della redazione.

Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su