News
di
il 8 settembre 2017, 00:33
in News

Yoshio Sakamoto ha rilasciato in un’intervista a Game Informer alcuni retroscena sullo sviluppo del primo Metroid, il gioco di cui è produttore. In principio lui non faceva parte del progetto, ma venne assunto dopo che il team di sviluppo incappò in alcune difficoltà durante lo stadio avanzato dei lavori.

 

Ecco le parole di Sakamoto.

Il mio capo mi disse che il team che stava lavorando a Metroid aveva dei grossi problemi, e visto che io avevo esperienza nello sviluppo dei videogiochi mi propose di andare a dare una mano. In sostanza fui forzato a partecipare. Dalle sue parole capì che la situazione non era buona. Infatti, quando mi unii al team, realizzai che la data di uscita era dietro l’angolo ma i lavori erano a zero. Nonostante le risorse limitate e il poco tempo a disposizione, riuscii ad utilizzare il materiale che avevamo per dare varietà e brillantezza al progetto.

Metroid è stata una delle mie prime esperienze in un grande progetto di sviluppo, ma non ero sicuro se i giocatori avrebbero apprezzato il mio lavoro. Pensavo comunque che quello fosse un gioco speciale e che forse sarebbe diventato una serie speciale, qualcosa che mi sarebbe piaciuto continuare. Attraverso lo sviluppo di Metroid I, ho tastato le possibilità e il potenziale offerto dal videogioco.

Ho voluto lavorare ad un Metroid in 2D per quattro o cinque anni. A differenza degli altri giochi della serie, Metroid II ha un design unico. Non ho lavorato all’originale, ma ho rispetto per quel progetto. Il gioco narra la storia di un evento importante nella serie: quando Samus incontra il grande Metroid. Quindi ho voluto dare ai giocatori l’opportunità di vivere questo momento importante.

 

Sempre parlando di Metroid: Samus ReturnsSakamoto ha inoltre confermato che il nuovo sistema di counter prende ispirazione dai giochi MercurySteam e lo definisce qualcosa di fresco e nuovo, che ben si adatta al gioco.

 

Il nuovo gioco di Sakamoto, Metroid: Samus Returns, uscirà a Settembre su Nintendo 3DS. Metroid Prime 4 è in lavorazione per Nintendo Switch.

 



due parole sull'autore
Nato nello Sprawl, potenziato con innesti cibernetici, passa la sua vita nel cyberspazio, tra videogiochi e hackeraggio di banche online per ripagare i debiti.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su